Article written by

8 Responses

  1. Nereo Villa
    Nereo Villa 6 marzo 2013 at 10:41 | | Reply

    Caro Leo,
    tu hai il sole in Ariete, e quindi astrologicamente posso dirti che sei un idealista, che ha di fronte a sé (nel segno opposto) il realismo (della Bilancia). Cioè il realismo ti affascina… Comunque, sempre astrologicamente parlando, ecco il tuo “Autoritratto ironico”:
    “Io sono attivo con eccesso di vitalità e di energia, uno che prende di petto le cose. Irradio fascino, sprizzo vita ed entusiasmo, e se do’ una grossa pacca sulla schiena gratificando qualcuno col mio semplice sorriso franco e caloroso di cui possiedo il segreto, lo faccio sentire un Superman. Costui allora è pronto a seguirmi ciecamente ovunque, senza nemmeno cambiarsi d’abito. Perciò prendete lo slancio… altrimenti scompaio. Non sono paziente. “Tutto, tutto subito”, potrebbe essere il mio motto. Chi mi ama rischia di esaurirsi nel tentare di incrociarmi due volte di seguito in tutta una vita. Sono come una turbina a reazione… occhio dunque: le mie tendenze positive – e negative – possono essere una turbina infinita. In ogni caso sono sincero e leale, ma niente affatto delicato, né previdente. Non ne ho il tempo. Ispiro spesso sentimenti molto contraddittori: mi si adora e mi si odia. Sono brusco, ignoro le curve. Non me ne rendo nemmeno conto. Il cammino più breve da un punto all’altro è la linea retta, niente altro conta. Soprattutto se si è capaci – come me – di affrontare gli ostacoli col sorriso sulle labbra”.
    Queste cose non le ho assolutamente interpretate pensando a te o al tuo tema astrale, ma costituiscono un mio sistema astrologico che hocreato negli anni ’80 (quindi prima di conoscerti) col nome di “Autoritratto ironico” in base all’integrazione fra astrologia cinese ed astrologia ebraica.
    Sono comunque certo che otterrai quello che meriti. E quest’ultima cosa la dico non solo di mio, cioè per la mia stima per te, ma anche in base all’ultra positivo transito di Urano che incomincerà fra poco e durerà anni, dato che Urano è lento nel suo procedere… Ciao.!

  2. jimmy
    jimmy 6 marzo 2013 at 13:49 | | Reply

    Comprendo e rispetto tutto ciò che Facco ha appena annunciato.
    Ammiro Leonardo Facco e gli sono riconoscente, molte mie idee e consapevolezze le devo a Lui.
    Ospita persino le mie cazzate su questo sito.
    Resta il fatto che, se Facco ritira/modifica/riduce anche di un solo millimetro il suo impegno, per me è una gran brutta notizia.

  3. Antonino Trunfio
    Antonino Trunfio 6 marzo 2013 at 15:01 | | Reply

    Secondo me questa è un’altra trovata, stavolta post elettorale, di quel mattacchione di Leo !! ah ah ah
    Siccome vorrei accodarmi alla trovata post-elettorale, con le prossime elezioni che ci saranno a maggio, caro Nereo, per quel poco che mi conosci, ritieni che Urano lo prenderò direttamente di fronte a seguire Leo ?
    o come invece penso, in questo fottuto paese la prenderemo tutti nel didietro, dato che lo zodiaco italiano è perennemente nel segno di un dinosauro al colle e dei parassiti del parlamento ?

  4. Nereo Villa
    Nereo Villa 6 marzo 2013 at 16:18 | | Reply

    Caro Antonino,
    devi darmi prima i tuoi dati di nascita, allora posso dirti immediatamente qualcosa (anche il tuo autoritratto ironico se vuoi). Ciao. Mandami dunque: giorno, mese, anno, ora e luogo di nascita (il luogo serve per proiettare le coordinate celesti).

  5. Anthem
    Anthem 6 marzo 2013 at 18:37 | | Reply

    Bruttissima notizia anche per me, ma posso capirlo…non c’è speranza

  6. CARLO BUTTI
    CARLO BUTTI 6 marzo 2013 at 19:23 | | Reply

    Tanti sinceri auguri, caro Facco.Continuo ad ammirarti e a seguirti con simpatia, mi piacciono i tuoi libri, elogio il tuo coraggio. Sai che non ho condiviso l’avventura di “Forza evasori”, per le ragioni che a suo tempo esposi proprio qui. Sarà stata anche soltanto una beffarda provocazione, una spernacchiata al potere, come mi sembra tu voglia adombrare di sfuggita nel tuo scritto sopra riportato, ma continuo a credere che non ci si debba sedere alla tavola del delinquente neppure per coprirlo di sberleffi:va semplicemente combattutto, dall’esterno, con grinta e rabbia, a costo di riportare qualche bruciante ferita.Mi pare che tu intenda ritirarti nel tuo “particulare”:scelta legittima, che non sarò certo io a deprecare. Ma perché non rimanere sulla breccia, mettendo a punto altre strategie libertarie, al di fuori di ogno logica partitica e “legalitaria”? Perché non ricominciare un discorso libertario capace di incidere nella palude del nostro sistema partendo proprio da quel di 25% di astenuti all’ultima tornata elettorale che, costituendo un quarto degli aventi diritto al voto, si configurano come un vero e proprio antipartito-antisistema di non lieve peso? Mettiamo pure che un 20%abbia disertato le urne per pigrizia, malattia, indifferenza e altri motivi poco idealistici (“O Franza o Spagna basta ch’as magna”); è eccessivamente ottimistico pensare che il rimanente 5% con la diserzione delle urne abbia voluto esprimere consapevolmente un rifiuto radicale del sistema? E se, al contrario, è realistico, perché non lavorare su questo 5%, per iniziarlo alle idee libertarie.? Anche se riuscissimo a convincere solo un 2%, sarebbe un successo enorme. Quanti sono oggi i libertari autentici (escludendo quindi i fautori dello “Stato minimo”, che in quanto tali rimangono statalisti, quindi pro-sistema)?Un’infima minoranza. Ma “poca favilla gran fiamma seconda”. E chissà mai che, col passar del tempo, quando i nostri nipoti saranno già grandicelli, quel “2% non possa crescere e crescere e crescere. La follia di oggi è il senso comune di domani:Copernico, Pasteur, Wegener ai loro tempi furono considerati pazzoidi, ma alla fine sono state le loro idee a trionfare, imponendosi(almeno fino a una prossima falsificazione) come inoppugnabili dati di fatto.

  7. marco cencetti
    marco cencetti 12 marzo 2013 at 20:28 | | Reply

    Caro Facco,
    mi capitò in mano Enclave e per diversi anni l’ho veramente gustata…
    Sono dispiaciuto ma capisco e rispetto le tue decisioni e ti ringrazio per tutto.
    Il discorso dei sedicenti liberali è ora quello più attuale.
    Parlano di mercato ma appena qualcosa va un minimo storto subito a chiedere i giusti correttivi allo stato ovviamente (e se non a chi?), ahi ahi ahi.
    Spero anche come padre di due ragazzi che tu non abbia troppa ragione e che in questo paese così bello si possa ancora vivere bene (come intendiamo noi).
    Ciao,
    marco cencetti, firenze – Italy

  8. federico
    federico 12 aprile 2013 at 21:40 | | Reply

    Paradisi Fiscali che ovviamente se la passano molto bene!

    Bello scrivere libri!

    http://www.eugeniobenetazzo.com/rischio-stati-banca.htm

Please comment with your real name using good manners.

Leave a Reply

© 2013 MovimentoLibertario.com