Informazioni sui cookie

FACCO AD AGORA’: IL LATO OSCURO DEL FISCO E’ IL FISCO

LEO-AGORA-3-MARZO-2016di REDAZIONE

Leonardo Facco del Movimento Liberario alla trasmissione di Rai3 Agorà commenta la dichiarazione della direttrice della agenzia delle entrate Rossella Orlandi: “Chi non collabora conoscerà il lato oscuro del fisco”!

ECCO IL VIDEO DELL’INTERVENTO

Article written by

13 Responses

  1. danilo
    danilo at | | Reply

    Grande Facco
    Ci vuole il partito ora,queste cose vanno amplificate non solo ad agorà ma nelle tribune elettorali ;)

  2. Alessandro Colla
    Alessandro Colla at | | Reply

    Per l’autoproclamatosi esperto fiscale è giusto così perché mozartianamente così fan tutti. Quindi è giusto che esista cosa nostra perché esistono anche la Yakuza, la haashashin e le altre organizzazioni predatorie. Quando ama le istituzioni non si rende conto che anche le citate organizzazioni criminali, in qualche modo e da qualcuno, sono state istituite. Quando gli si ricorda che si possono amare le istituzioni naturali e liberamente scelte finisce per confondere la libertà di scelta con l’anarchia, che secondo i suoi parametri obsoleti va intesa ovviamente come caos. Invece di invitare gli altri a leggere i suoi libri, che legga lui Democrito, Epicuro, Zenone, Seneca, Lorenzo Valla, Locke, Bastiat, Spooner, Leoni, Rothbard, Salin, Lottieri e non ho più spazio per citarli tutti.

    1. GIG
      GIG at | | Reply

      che fiscalista dei miei stivali.
      dice che il fisco ti segnala che i fornitori dicono di averti venduto piu’ merce di quella che dichiari.
      in sostanza hai scaricato MENO spese di quanto potevi.
      ma CHI fà una cosa simile?
      tutti al limite cercano piu’ fatture per acquisti non MENO.
      non registrare acquisti è controproducente,al limite non registrare le vendite ha un senso.
      mah,che gente

  3. fabrizio
    fabrizio at | | Reply

    “…l’agenzia delle entrate deve gestire la quotidianità…” da libertario sto per vomitare.

  4. Walter
    Walter at | | Reply

    Paradossale…. Parlare di libertà agli schiavi ti attiri la loro commiserazione ed i risolini di compatimento… Che siano astuti in quanto parassiti o tremendamente idioti al punto di non capire?

  5. Albert Nextein
    Albert Nextein at | | Reply

    Questo soggetto a fianco del giornalista è del tutto irrecuperabile.
    Vive su un altro pianeta.
    Il pianeta papalla.
    Leo ha detto poche cose chiare.
    L’altro ha parlato di più e ha profferito solo cazzate pure.
    Le aliquote americane non le conosco, e non conosco quali e quante patrimoniali esistano.
    Su una cosa , però, non mi pare ci sia dubbio , che il fisco là conosce davvero tutto del contribuente.
    E questo a me non piace.
    Io non sono disposto a subire un controllo così pervasivo.
    Io non mi fido di alcun tipo di stato e fisco.

    1. Fidenato Giorgio
      Fidenato Giorgio at | | Reply

      Condivido al 100%. Ormai gli USA non sono più uno stato limitato. Basta vedere la fine che ha fatto Schiff!!!

  6. Alessandro Colla
    Alessandro Colla at | | Reply

    @Walter: Non credo che essere parassiti sia incompatibile con l’essere idioti.

  7. Stefano G.
    Stefano G. at | | Reply

    Dedicato ai due statalesi

    Come t’invidio, amico! Alla tua fede
    saldamente ancorato, in pace vivi
    con gli uomini e gli dei. Discorri scrivi
    agevole, conforme volontà
    del tuo padrone. in cambio egli ti dà
    pane e, quale sua cosa, ti accarezza.
    (…)

    U. Saba, Il poeta e il conformista.

  8. charlybrown
    charlybrown at | | Reply

    Mah.. temo che sia come spiegare le equazioni di terzo grado a un facocero.

  9. Pedante
    Pedante at | | Reply

    Bell’intervento, complimenti. Credo però che è una trappola in cui non cadere quella di paragonare il regime fiscale statunitense a quello italiano (due diversi gradi di illegittimità). Molti americani non sono affatto contenti di finanziare l’egemone.
    http://www.sanatzione.eu/2013/01/usa-il-texas-in-fermento-arriva-lindipendentismo/

  10. Alessandro Colla
    Alessandro Colla at | | Reply

    Scommetterei più sulle possibilità del facocero di capite le equazioni di terzo grado che sulle capacità degli affetti da statolatria di capire alcunché.

Please comment with your real name using good manners.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *