Informazioni sui cookie

SENTENZA NEGLI USA: INCOSTITUZIONALE TASSARE ORO E ARGENTO

monete_oroDI MAURO GARGAGLIONE

Con una sorprendente votazione di 56 voti a favore contro 13 contrari, la camera dei rappresentanti dell’Idaho il 14 Marzo ha votato per porre fine alle tasse sui metalli preziosi. [Articolo di Zerohedge, traduzione di Deshgold]

“Secondo la Costituzione degli Stati Uniti d’America, Articolo I, Sezione 10, c’è solo una cosa che uno Stato può dichiarare come valuta nel momento in cui il Dollaro Usa si pensi che stia per ricevere un duro colpo, così come molti pensano che stia avvenendo” ha detto il rappresentante Ron Nate.

“Se non permettiamo alle persone di poter dichiarare (ndr. e recuperare dalle tasse) le perdite di valore dei dollari che possiedono, allora è altrettanto ingiusto tassare le persone per l’oro e l’argento che possiedono.

L’oro e l’argento sono un’alternativa al possedere Dollari Usa e sono anche l’UNICA alternativa ammessa dalla Costituzione Americana come valuta. Uno Stato americano, secondo la Costituzione, può decidere di usare oro come valuta.

Non è giusto tassarlo, così come non è giusto tassare le perdite sui Dollari“, ha continuato il rappresentate Nate.

Secondo la Legge attuale, il contribuente che vende in guadagno i suoi metalli preziosi, deve poi pagare una plusvalenza (una tassa).

Ma la plusvalenza generata con i metalli preziosi in realtà non sempre è un vero guadagno. A volta si tratta di un guadagno indotto dal fatto che il potere d’acquisto dei Dollari diminuisce.

L’oro aumenta di prezzo per proteggere il potere d’acquisto perso dai tuoi Dollari. Perchè pagare una tassa sul fatto che i miei Dollari perdono di valore?

Secondo la Legge proposta (la HB 206), i guadagni o le perdite su investimenti in metalli preziosi dovrebbero essere rimossi dalla dichiarazione dei redditi di ogni contribuente.

“Le politiche che scoraggiano l’acquisto e il possedimento di metalli preziosi (attraverso la loro tassazione) riducono la probabilità che i cittadini prendano misure per proteggersi dall’inflazione e dalla crisi finanziaria causata dalla Federal Reserve“, ha detto Stefan Gleason, direttore della Sound Money Defense League.

Gli Stati stanno cercando provvedimenti per difendere il potere d’acquisto dei cittadini perché il sistema monetario in America, largamente controllato dalla Federal Reserve, ha drammaticamente indebolito il potere d’acquisto del Dollaro a scapito dei risparmiatori e degli impiegati.

I legislatori di Utah e Oklahoma hanno già emanato simili provvedimenti sulle imposte sul reddito e l’Arizona potrebbe emanare una propria versione della Legge HB 206 nelle prossime settimane.

Altri stati come Tennessee, Maine e Alabama sono già al lavoro per rimuovere le tasse da plusvalenza sui metalli preziosi, proprio come Idaho e oltre 20 Stati.

Che il mondo stia scrivendo le prime pagine di un percorso che ci porterà a vedere la fine delle tasse sui metalli preziosi?

Article written by

One Response

  1. Albert Nextein
    Albert Nextein at | | Reply

    Non vedo realizzabile una cosa simile nella Ue.
    E’ come se , ad esempio, la Spagna introducesse unilateralmente tale normativa.
    Nella Ue , al contrario degli Usa, c’è l’obbiettivo dichiarato di uniformare i vari sistemi fiscali in uno solo.
    Una sola normativa federale che sostituisce e azzera le normative statali.
    L’antitesi della devolution, della libertà e della sovranità statale.
    In europa il termine federalismo è sinonimo di gabbia uguale per tutti.

Please comment with your real name using good manners.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *