Informazioni sui cookie

Libertari nel mondo

liberisti ticinesi
libertarianismo

ISIL

Libertarian Party

free state project

motorhome diaries

Partido de la Libertad

Libertarian Party UK

venetia libertarian

The Libertarian Party of Canada

the advocates

scottish

hong kong

olanda

newzeland

argentina

estonia

florida

LIBERTARIANS

IN ISRAEL

ALASKA LIBERTARIAN PARTY

13 Responses

  1. Alessio Niccolai
    Alessio Niccolai at | | Reply

    La proprietà è un furto e voialtri i prossimi inquisiti in maxi-processo popolare

    1. toto
      toto at | | Reply

      La proprietà statale dei mezzi di produzione è quella situazione nella quale una sola persona (re, imperatore, faraone, segretario di partito,..) di fatto è padrona di tutto.
      Solo due tipi di persone sono favorevoli a una cosa del genere: 1) i membri della classe dominante ,cioè il governante e i suoi scagnozzi, 2) gli imbecilli che non si accorgono di essere truffati (di solito li indottrinano da piccoli).
      Il processo chi dovrebbe farcelo il gruppo 1) o il gruppo 2) ?

    2. Sigismondo di Treviri
      Sigismondo di Treviri at | | Reply

      Quindi le cose sono due. O tutti sono proprietari di tutto e quindi sono tutti ladri o lo stato è proprietario di tutto e quindi il ladro è lui. C’è una terza possibilità: che ognuno sia proprietario di quello che si è guadagnato lavorando. Sarà pure un ladro, ma se non altro il malloppo se lo è sudato.

      1. Vincenzo
        Vincenzo at | | Reply

        C’è la quarta possibilità. Che i beni e i servizi di uso pubblico (acqua, ferrovie, reti elettriche, ecc,) siano davvero pubblici. Cioè che i cittadini abbiano il controllo reale del loro funzionamento.

        1. christian
          christian at | | Reply

          Questo ricade nei caso precedente. Pubblico non vuol dire niente. Res (=cosa indefinita) Pubblica (=gruppo di presone indistinto). Chi gestisce questa cosa indefinita di proprietà di un gruppo indistinto di persone ne è il vero proprietario. Al gruppo di indistinti (dementi) la proprietà di una cosa rimane: i debiti.
          Un giorno forse comprenderai che lo stato non può funzionare, ne in teoria ne in pratica.

    3. depaoli.fabrizio@liberi.it
      depaoli.fabrizio@liberi.it at | | Reply

      “La proprietà è un furto”
      trattasi di ossimoro perché il furto è la sottrazione di altrui proprietà.

  2. gioman
    gioman at | | Reply

    Uno dei pilastri della piattaforma fallimentare ke sta x krollare…..deriva dalla distruzzzxxione del diritto naturale operata dal kosidetto diritto pisitivo (positum) ke di positivo ha benpoko……non si é riusciti a fare un giusto mix fra il dnaturale e il dpositivo. Le forze del male hanno aggiudicato al dpositivo la vittoria.

  3. Pietro
    Pietro at | | Reply

    Perche’ i gestori del sito non inseriscono la quotazione del bitcoin in home?

  4. Galya
    Galya at | | Reply

    Ciao a tutti, sono dal Libertarian Society Bulgaria.

  5. Alessandro Colla
    Alessandro Colla at | | Reply

    Il processo ce lo faranno tutte e due i gruppi: la classe dominante guiderà la farsa procedurale, gli imbecilli indottrinati costituiranno la giuria popolare alla quale sarà già stato ordinato di consierarci colpevoli. Quando invece siamo le vittime del furto di stato che ci toglie, con imposte o espropri, quanto ci appartiene di diritto. Sempre che si sappia autenticamente cosa il diritto sia.

  6. Giovanni Tenorio
    Giovanni Tenorio at | | Reply

    Se c’è spazio per i libertini nella lista dei link, volentieri contraccambiarò il favore.
    Intanto segnalo:

    http://libertino.is/?p=845

Please comment with your real name using good manners.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *