In Anti & Politica, Primo Piano, Scienza e Tecnologia

PORDENONE, 22 GIU (ansa) – Il Tar del Lazio ha annullato il decreto del marzo 2010 con cui l’allora ministro delle Politiche agricole, Luca Zaia (nella foto anche Zaia), aveva vietato all’agricoltore friulano Silvano Dalla Libera di coltivare sementi Ogm.

Lo rende noto oggi l’associazione Futuragra, di cui Dalla Libera è vicepresidente e Giorgio Fidenato segretario.

Il Tar – riferisce l’associazione – ha stabilito che “nella sostanza è stato negato il diritto alla scelta tra le diverse tipologie di coltura escludendo di fatto proprio quella transgenica” e ha attribuito alle Regioni la responsabilità della “situazione di stallo istituzionale che si è venuta a creare in conseguenza della volontà manifestata chiaramente di non voler adempiere agli obblighi di natura comunitaria”, vale a dire i piani di coesistenza.

Secondo il Tar, inoltre, il Ministero ha negato l’autorizzazione a Dalla Libera “adottando come sostanziale punto di riferimento la relazione della regione Friuli Venezia Giulia” che “non costituisce nemmeno un vero e proprio piano di coesistenza, essendo mancata, per volontà propria delle regioni nel loro complesso, l’adozione delle linee guida”. “Il Tribunale – commenta Dalla Libera – ha smascherato lo scaricabarile delle responsabilità che da troppi anni va avanti tra Ministero e Regioni ai danni dell’agricoltura.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

E’ finito il tempo delle guerre ideologiche e si apre quella del diritto degli agricoltori a scegliere e a innovare. Anche il Friuli Venezia Giulia a questo punto sarà costretto a rivedere la recente legge regionale in materia di coesistenza che di fatto vieta la coltivazione”.

PER FIDENATO LA LEGGE SI APPLICA ALLA LETTERA, PER LA MAGISTRATURA SI INTERPRETA

[yframe url=’https://www.youtube.com/watch?v=g5eyfddEMLg’]

Recommended Posts
Showing 10 comments
  • Fabrizio Dalla Villa
    Rispondi

    coltivate ciò che vi pare, purché scriviate sulle confezioni che si tratta di OGM e precisamente quali. Poi, lasciate libera scelta agli acquirenti. Io, per quanto mi riguarda, non acquisterò mai prodotti OGM, se li vedo indicati tra gli ingredienti.

    • Leonardo Facco
      Rispondi

      CONCORDO PIENAMENTE CON TE FABRIZIO

    • _Salvatore
      Rispondi

      Nulla da obiettare. Ognuno dovrebbe avere la libertà di produrre ciò che ritiene. Tutti dovrebbero avere la libertà di acquistare ciò che ritengono.
      Purtroppo c’è sempre qualcuno che pensa di avere il diritto di togliere o reprimere la libertà di qualcun’altro; e molto spesso questo qualcuno dovrebbe invece difenderla e non calpestarla. Ma questa – la libertà – sappiamo, va conquistata ogni giorno.

  • Fabrizio Dalla Villa
    Rispondi

    coltivate ciò che vi pare, purché scriviate sulle confezioni che si tratta di OGM e precisamente quali. Poi, lasciate libera scelta agli acquirenti. Io, per quanto mi riguarda, non acquisterò mai prodotti OGM, se li vedo indicati tra gli ingredienti.

    • Leonardo Facco
      Rispondi

      CONCORDO PIENAMENTE CON TE FABRIZIO

    • _Salvatore
      Rispondi

      Nulla da obiettare. Ognuno dovrebbe avere la libertà di produrre ciò che ritiene. Tutti dovrebbero avere la libertà di acquistare ciò che ritengono.
      Purtroppo c’è sempre qualcuno che pensa di avere il diritto di togliere o reprimere la libertà di qualcun’altro; e molto spesso questo qualcuno dovrebbe invece difenderla e non calpestarla. Ma questa – la libertà – sappiamo, va conquistata ogni giorno.

  • zenzero
    Rispondi

    zaia, vada a quel paese!

  • zenzero
    Rispondi

    zaia, vada a quel paese!

  • Roberto
    Rispondi

    Non voglio sollevare allarmismi, ma voi credete che tutti i cibi in cui è scritto “senza utilizzo di ogm” lo siano davvero? Credo sia una grande illusione. E poi ancora più assurdo le carni prodotte senza l’utilizzo di prodotti ogm. E la soia e il mais che mangiano gli animali cosa sono? Importiamo milioni di tonellate di mais e sioa ogm e con essi produciamo il made in italy, che altrimenti non sarebbe nemmeno possibile. Italiani sveglia! E smettetela di rinnegare gli ogm e ammirare il bio per ideologia. Guardate i dati scientifici, quelli veri però. Sapete cosa sono le aflatossine? E cosa provocano? Se non lo sapete allora non giudicate.

  • Roberto
    Rispondi

    Non voglio sollevare allarmismi, ma voi credete che tutti i cibi in cui è scritto “senza utilizzo di ogm” lo siano davvero? Credo sia una grande illusione. E poi ancora più assurdo le carni prodotte senza l’utilizzo di prodotti ogm. E la soia e il mais che mangiano gli animali cosa sono? Importiamo milioni di tonellate di mais e sioa ogm e con essi produciamo il made in italy, che altrimenti non sarebbe nemmeno possibile. Italiani sveglia! E smettetela di rinnegare gli ogm e ammirare il bio per ideologia. Guardate i dati scientifici, quelli veri però. Sapete cosa sono le aflatossine? E cosa provocano? Se non lo sapete allora non giudicate.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search