In Anti & Politica, Primo Piano, Varie

DAL MESSAGGERO VENETO

PORDENONE. Ancora una volta i radicali si sono schierati a fianco di Giorgio Fidenato, l’imprenditore e presidente dell’associazione Agricoltori Federati della Provincia di Pordenone Giorgio Fidenato, il quale non versa più i contributi dei suoi dipendenti, ai quali dà la busta paga lorda.

Ma questa volta l’appoggio non si limita ai radicali friulani, sempre presenti alle manifestazioni organizzate dal Movimento Libertario fondato da Fidenato con l’editore Leonardo Facco.

In questi giorni esce in libreria il libro “I doveri della libertà”, l’intervista a cura di Giovanna Casadio alla vicepresidente del Senato Emma Bonino edito da Laterza dove Emma Bonino racconta la sua vicenda politica. Emma Bonino, protagonista di un modo diverso di fare politica. Ne “I doveri della libertà” Emma Bonino racconta il lungo cammino per i diritt.

All’interno di questo interessante libro è dedicato un passaggio alla vicenda di Fidenato. Infatti la Bonino evidenzia «l’esempio dell’imprenditore di Pordenone Giorgio Fidenato che si mette in testa di non esigere più per e al posto dei suoi dipendenti il sostituto d’imposta, cioè si rifiuta di assumere il ruolo di esattore verso i suoi dipendenti per conto dello Stato e si autodenuncia alle istituzioni, dissobedisce. Ma chi ne ha sentito parlare? Poteva essere una bandiera per gli amanti della libertà. Invece nulla».

Ancora una volta i radicali, attraverso il presidente regionale Stefano Santarossa, ribadiscono l’appoggio a questa battaglia nel contenuto e nel metodo. Il contenuto è stato per i radicali anche tema di una proposta referendaria per l’abolizione del sostituto d’imposta del 1999 che è stata però cassato dalla Consulta. Il quesito fiscale dei radicali sul sostituto d’imposta mirava infatti ad abolire la trattenuta alla fonte nella busta paga dei lavoratori dipendenti consentendogli di ricevere interamente la retribuzione e versare solo dopo le imposte.

Di fronte alla resistenza di tutta la classe politica (tranne la pattuglia radicale) allora Fidenato ha deciso, assieme ad altri imprenditori che forniranno sostegno economico per le spese legali da sostenere nella vertenza con lo Stato, a portare avanti la lotta compiendo un atto di «disobbedienza civile» in pieno stile “radicale”. Di qui il sostegno della Bonino.

Recent Posts
Showing 15 comments
  • Anonimo
    Rispondi

    Fidenato? Ma è quel demente che ritiene che solo gli OGM possano salvre l’agricoltura, e che nessuno deve ledere le “sua” libertà di infettare l’ambiente agrario con colture modificate geneticamente! Ma fatemi il piacere!Che radicali siete? ma non vi vergognate?

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Come sempre non censurerò il commento, ma DEFICIENTE E DEMENTE SEI TU!

    • Al
      Rispondi

      Il tuo cervello è infettato. Prima di sparare a zero LEGGI! Ne abbiamo le palle piene degli asini che ragliano a vuoto, se c’è un responsabile dello sfascio è proprio questo tipo di persona, il baccalà che pende dalle labbra dell’ex studente universitario-brigatista a tempo perso-politico dilettante e incapace cronico vissuto di sola commedia per tutta la sua sporca, fottuta, comunistissima vita.

  • Riccardo
    Rispondi

    Molto bene. Boicottare lo Stato, disobbedienza, ribellione. Boicottare tutto. Alla casa che crolla deve essere dato un ultimo spintone. Con le toppe non si ottiene nulla tranne l’allungamento dell’agonia per quelli che ci vivono dentro. Quando crollerà tutto, allora si potrà ricostruire, ma per farlo occorre prima mettere al muro questa gente, questa masnada di opportunisti, ipocriti, parolai, bugiardi, corrotti e corruttori. Una canaglia che da decenni sta affamando gli italiani illudendoli, rincretinendoli e raccontandogli menzogne. Una stirpe di malandrini sfruttatori che ormai si regge sulla coercizione, su Equitalia, sugli sgherri della GdF, su una pletora di giornalisti vigliacchi asserviti al loro potere che continua a raccontare fandonie. Io sono romano e ne vado fiero, ma se per mettere fine a questo Stato oppressore occorre fare quello che fece Nerone, sono il primo a candidarmi per accendere la prima torcia.

    • Borderline Keroro
      Rispondi

      Se ritieni che questi benefattori dell’umanità, politici e banchieri, vadano ghigliottinati o arsi vivi in piazza a futura memoria, e che i loro beni siano da espropriare è probabile che tu sia un delinquente antistatalista.

      Accidenti che sbadato! Dimenticavo di dirti che sono d’accordo.

  • Rorschach
    Rispondi

    Peccato solo che i radicali abbiano poi posizioni incoerenti su altri temi, quali nucleare e caccia, ad esempio, dove le radici sinistre prevalgono su quelle liberali… Comunque ora come ora sono i meno peggio (sempre che vadano da soli e non alleati a sinistra).

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      CONCORDO

    • Libertas
      Rispondi

      Per quanto riguarda il nucleare, credo che i radicali siano per lo più contrari per motivi non ideologici di matrice ecologista ma per motivi pratici basati su una analisi costi-benefici. Per quanto riguarda la caccia, in un certo senso posso essere d’accordo con loro, almeno su alcuni punti. C’è caccia e caccia, evidentemente. Personalmente, accetto il fatto, per esempio, di cacciare cinghiali “in eccedenza”, ma detesto profondamente chi va a cacciare gli uccellini. Mi sembra veramente una cosa estremamente inutile e sadica.

      Che si lascino volare, quegli uccellini. Le ali sono il simbolo della libertà!

  • rik
    Rispondi

    anonimo con te la teoria darwiniane per cui l’uomo discende dalla scimmia eì diventa una certezza e son certo che l’Aido sara’ felice di iscriverti gratuitamente tra i donatori di organi ache se iltuo e’provvisto di un solo neurone.Dopo di cio’ rifletti,se ruiesci,su quanto l’uomo e gli animali,soprattutto quelli domestici,si possano considerare OGM,in considerazione a farmaci,vaccini,antibiotici che nel corso del empo,hanno portato e portano sempre piu’ benefici alla nostra salute,alla nostra esistenza tanto e’ vero che l’eta’ media e’ aumentata e l’aspetto e le facolta’ fisiche sono estremamente migliorate.Inoltre attraverso la genetica si stanno debellando quei geni ”deviati”apportatori di malattie e imperfezioni fisiche e quant’altro….Rifletti senza scordarti che la natura non e’ sempre benigna e il tempo delle streghe e’passato da tempo.(Fidenato:questo te lo devo).

  • Fabrizio Dalla Villa
    Rispondi

    Io non mi fido troppo dei radicali. Un giorno sono sul melo ed un altro sul pero. A me paiono tanto dei poltronari che scelgono di stare ora con Tizio, ora con Caio.

  • VERO LIBERO
    Rispondi


    ► Sti cazzi se la Bonino e i radicali condividono le idee di Fidenato, anche loro fanno parte della casta dei parassiti che ogni anno si mettono i nostri soldi delle tasse in tasca.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Vero, concordo con te. vedrò comunque di usare ciò che sostengono per portare a buon fine la battaglia, che comunque non si è mai fermata, né mai si fermerà.

  • creativefreedom
    Rispondi

    Per il signor anonimo. Signor anonimo, si caghi addosso che è meglio.

  • Roberto Porcù
    Rispondi

    Sono con Fidenato ed approvo le sante battaglie nelle quali ha scelto di impegnarsi personalmente, ma riguardo ai radicali concordo in toto con Fabrizio Dalla Villa. In particolare non concordo con i radicali il “nessuno tocchi Caino”. Trovo che qui in Italia i Caino siano fin troppo protetti mentre, appena ogni fatto non faccia più notizia, gli Abele finiscano dimenticati dallo stato. Inoltre, il nostro rapportarci al fenomeno droga, è recente, non ne abbiamo afferrato la demolizione sociale che comporta. Io vorrei non la liberalizzazione delle droghe leggere, ma la rapida esecuzione di coloro che la spacciano senza alcuna attenuante, come fanno in oriente dove la conoscono da sempre e sanno che effetti comporti. Su questo sito ricordiamo la rivolta dei coloni americani contro la tassazione del te inglese e di dimentichiamo la rivolta dei boxer cinese contro l’oppio portato dalle navi inglesi.

pingbacks / trackbacks
  • […] Politicainrete Segui Giorgio Fidenato e la sua battaglia al sostituto d'imposta : BONINO: IO STO CON FIDENATO | Movimento Libertario Contro il sostituto d'imposta: io sostengo Giorgio Fidenato. CHICAGO BLOG __________________ […]

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search