In Anti & Politica, Libertarismo

DI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL MOVIMENTO LIBERTARIO

Ieri, si è tenuta la prima udienza d’appello della causa “Giorgio Fidenato contro lo Stato” relativa al sostituto d’imposta. Un’udienza breve, interlocutoria si direbbe in gergo, nella quale Fidenato – difeso dall’avvocato Sandro Scoppa – ha presentato la documentazione relativa alla propria difesa e le adesioni alla causa di 6 imprenditori, che sostengono le ragioni del Movimento Libertario in merito alle ragioni per cui “dare tutti i soldi in busta paga ai dipendenti” è non solo un dovere morale, ma un diritto degli stessi lavoratori.

Fissata per le ore 11, l’udienza è durata pochi minuti.

Dopo l’appuntamento in Tribunale ( Pordenone), Facco, Fidenato e Scoppa hanno elaborato una ulteriore strategia legale in merito alla causa stessa. A tal proposito, il Movimento Libertario darà informazioni in merito nei prossimi mesi.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Il giudice Riccio Cobucci – che ha ricevuto l’ulteriore documentazione relativa agli imprenditori che coadiuvano la causa di Fidenato – ha fissato la prossima udienza per l’8 novembre 2012.

ECCO COME SOSTENERE LA BATTAGLIA CONTRO IL SOSTITUTO D’IMPOSTA

Recent Posts
Comments
  • Fidenato Giorgio
    Rispondi

    Precisazione: Agricoltori Federati e Fidenato sono difesi dall’avvocato Francesco Longo del foro di Pordenone; mentre gli imprenditori che sono intervenuti sono difesi dall’avvocato. Sandro Scoppa del foro di Catanzaro. Colgo l’occasione, oltre a ringraziare gli avvocati che stanno portando avanti le nostre ragioni, a dare un caloroso ringraziamento ai sei datori di lavoro che hanno deciso di insinuarsi nella causa. Agricoltori Federati e il Movimento Libertario si uniscono al ringraziamento per la determinazione dei 6 datori di lavori che hanno deciso di unirsi agli attori in questa importante battaglia di diritto e di giustizia che, se accolta, renderà il nostro paese più libero e gli individui più responsabili e meno sensibili alle sirene populiste della politica nostrana. Un sentito grazie ancora ai datori di lavoro che si sono aggregati nella nostra battaglia.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search