In Anti & Politica

fragolapesceDI LEONARDO FACCO

Dopo tre lunghi anni di battaglia per dimostrare il nostro diritto di seminare mais biotech, abbiamo vinto ed abbiamo fatto vincere la libertà d’intraprendere. Ma questo non ci basta.

Ieri, dopo la riunione con Giorgio Fidenato ed altri soci del Movimento Libertario, abbiamo deciso di continuare. Dopo la semina del MON 810, orta è la volta della “fragola-pesce” e del “pomodoro-pollo”, che – come abbiamo sentito dire da un parlamentare di spicco di questa Repubblica (Scilipoti) – rappresenterebbero un ulteriore pericolo per l’ambiente, la salute, la biodiversità e chissà che altro.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

D’accordo con Fidenato, dunque, su un terreno messo a disposizione dall’Amministrazione comunale, il 23 luglio prossimo – il sottoscritto e il leader di Agricoltori Federati – semineremo mezzo ettaro di “fragola-pesce” (i semi li abbiamo acquistati in Finlandia) e mezzo ettaro di “pomodoro-pollo” (i semi li abbiamo acquistati in Spagna), così da dimostrare che – come per il mais Mon 810 – non solo non esiste alcun problema di alcun genere per nessuno e per niente, ma che il prodotto finale rappresenta, niente più e niente meno, che il futuro della nostra alimentazione e dell’alimentazione più sana possibile per il mondo intero.

Diamo, dunque, appuntamento a tutti fra due settimane in località Maniago, provincia di Pordenone, provincia che è diventata un avamposto di speranze per il futuro delle biotecnologie.

Recommended Posts
Showing 21 comments
  • Marco Tizzi
    Rispondi

    Mi spiace non aver potuto partecipare al vostro incontro di ieri, purtroppo (o per fortuna dati i tempi, non so) ero molto impegnato nel guadagnarmi il pane.
    Vi faccio comunque i complimenti per la lotta e colgo l’occasione per chiedervi se avete un angolino per seminare “politico-intelligente”, “politico-onesto” e “statalista-liberale”: ho sentito dire che queste specie OGM, che mai in natura si sono viste, sono state trampiantate con successo in alcune parti del mondo, in particolare in nord Europa. O almeno così propagando i Governi di tali paesi, ma io sono molto scettico perché in effetti non sono riuscito a trovare prove efficaci dell’effettiva esistenza di un prodotto OGM così radicale.
    Certo se dovessero per caso esistere significherebbe davvero che la scienza ha superato Dio!

    • firmato winston diaz
      Rispondi

      All’epoca, sinonimo di politico onesto – politico intelligente – politico relativamente liberale rispetto alla media, era questo:
      it.wikipedia.org/wiki/Bruno_Visentini

      Era repubblicano, cioe’ “il” concentrato di rigore economico e morale.

      I repubblicani sono quelli a cui dobbiamo anche per buona parte le leggi urbanistiche, ad esempio:
      it.wikiversity.org/wiki/La_legge_10_del_1977_%28Bucalossi%29%28urbanistica%29
      che peraltro fini’ cosi’:
      http://www.altritasti.it/index.php?option=com_content&view=article&id=1257&Itemid=45

  • FrancescoPD
    Rispondi

    E vi siete dimenticati della patata Amflora, autorizzata in europa….
    Metto a disposizione fin da ora un pezzettino di terreno lungo la provinciale a contatto con la pista ciclabile per la prossima primavera (ora è occupato e non è tempo di piantare patate ovviamente)
    Impegno scritto fin da ora, dobbiamo fra progredire ANCHE IL VENETO, non vorrete andare in fuga solo in FVG vero?
    Volevo esserci a tutti i costi ieri, ma non sempre ci è concesso…, vi ho seguito sulle news, e mi è dispiaciuto veramente visto che c’erano anche operatori del biotech di rilievo,.. ma io ci sono sempre..

  • Marco
    Rispondi

    Continuate cosi’! Non date la possibilita’ ai violenti e agli ignoranti di fermarvi nella vostra BATTAGLIA DI LIBERTA’

  • Rostok
    Rispondi

    Bravi.. Bravi… Spero non vi venga il cancro-sclerosi oppure una bella forma di leucemia-osteosarcoma.

    • claudio
      Rispondi

      Tranquillo, noi non ci cibiamo di biologico come lei perciò cominci a preoccuparsi , oltre alla coglionite haimé ormai diffusa avrà pure utto quello che ci ha augurato..

    • Marco Tizzi
      Rispondi

      Occhio all’escherichia coli, caro amico bio. E ricordati che la scienza in agricoltura non è nata per aumentare la produttività, ma per diminuire la probabilità di lasciarci le penne.

  • Lorenzo s.
    Rispondi

    “Non saprei spiegare il perche’ della paura per gli Ogm. È difficile dire come nasca la paura e come si puo’ bloccare il timore di qualcosa che non si conosce. E’ una forma di superstizione e va combattuta come tutte le cose inesistenti che possono essere piu’ pericolose di quelle esistenti” (Rita Levi Montalcini)

    Fonte: http://www.rainews24.rai.it/it/news_print.php?newsid=112411

  • Liberty Defined
    Rispondi

    23 luglio, presente!

  • Uriel Fanelli
    Rispondi

    Basta che facciate crescere anche gli alberi di mortadella, e io sono dalla vostra per sempre.

  • Tommaso G.
    Rispondi

    io studio biotecnologie medico-farmaceutiche, quindi nel campo agro-alimentare non ho molte competenze, anche se sono incuriosito dall’argomento. Ho una domanda: prospettando il diffondersi degli OGM in Italia, dovremo dipendere per l’acquisto dei semi da altri paesi o esiste già una realtà produttrice in Italia che possa permettere in futuro un approvvigionamento OGM che diminuirebbe il costo dell’importazione? grazie per l’attenzione =)

    • FrancescoPD
      Rispondi

      Basta un piccolo laboratorio e 10.000 euro di investimento per creare un OGM.
      Costano una follia solo eprchè ci sono una sacco di controlli da fare (giustamente) è il prodotto più controllato in assoluto!
      Da 15 anni il pianeta mangia ogm, italia compresa, e in letteratura scientifica nessun caso, ripeto nessun caso di danno all’uomo.
      Tutto queswto bailame stà solo favorendo le multinazionali che hanno risorse per effettuare tutti i test e superare tutti gli step per arrivare alla commercializzazione.
      All’italia non manca assolutamente nulla, basti ricordare i grandi genetisti ogm (Francesco Sala in primis, e molti altri) genetisti ogm che hanno creato ogm finchè qualche talebano di ministro ha cancellato anche questa eccellenza italiana.
      L’Università della Tuscia ha coltivato sperimentalmente una serie di piante fruttifere per iltre un decennio,.. e l’anno scorso un altro editto talebano ha cancellato il lavoro di un decennio arrivato quasi a compimento, un lavoro che il mondo intero ci invidiava.
      Il pericolo non sono gli OGM, il pericolo sono i politici e chi si accultura leggendo le idiozie che si scrivono in internet al riguardo. La scienza è sempre umiliata, dovrà diventare un paese da terzo mondo prima di liberarsi di questa cappa di ignoranti che la calpesta.

      • Stefano Nobile
        Rispondi

        concordo pienamente: da che mondo e mondo il pericolo non sono gli untori o le streghe, che in genere non esistono. Ma bensì coloro che si sollazzano nel dare la caccia ai suddetti.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Non sono un costruttivista e/o un mago, certo è che l’unica possibilità affinché possa avvenire ciò che lei presuppone è l’apertura del mercato. Senza prospettive di business, nessun imprenditore locale investirebbe un centesimo.

  • Bisata'
    Rispondi

    Ringrazio sinceramente Giorgio e tutto il movimento che vincendo la loro battaglia hanno portato valore aggiunto ai miei prodotti ultra-biologici.

    • Stefano Nobile
      Rispondi

      Vedi? E’ un progresso per tutti.
      Chi vuole mangiare bio e coltivare bio è libero assolutamente di farlo.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Mi fa solo che piacere. Contento tu, contenti noi, contenti tutti

    • Liberty Defined
      Rispondi

      Il consumatore è sovrano, o almeno lo sarebbe pienamente se esistesse vera possibilità di scelta, quella cosa che i nazi-comunisti vogliono negare impedendo la coltivazione ogm di Fidenato…

  • Desideria
    Rispondi

    Non capisco il senso dell’articolo. Non esistono né la “fragola-pesce” né il “pomodoro-pollo”. La “fragola-pesce” è solo una leggenda:
    http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2007/09/13/logm-che-non-e-mai-esistito/
    mentre il “pomodoro-pollo” lo avete inventato adesso. Il pollo è chi ci crede.
    Saluti.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Cara Desideria, lo spieghi ai nazi-comunisti, che su queste panzane fanno terrorismo da anni!!!

  • Liberty Defined
    Rispondi

    Arrivando da fuori regione, è possibile avere orario e luogo dell’incontro?

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

lenin grillo movimento libertario