In Ambientalismo, Scienza e Tecnologia

PANNOCCHIADI REDAZIONE

Giorgio Fidenato, l’agricoltore che ha sfidato i vari governi italiani e regionali seminando mais Ogm in Friuli, in virtù del diritto europeo, dopo essere uscito vincitore nella sua battaglia personale avendo dalla sua la Corte di Giustizia europea e una sentenza del tribunale ordinario di Pordenone, sfida lo Stato citandolo davanti al Tar.

In una trentina di pagine redatte dall’avvocato Francesco Longo, Fidenato cita davanti al Tar del Lazio i Ministeri della Salute, dell’Ambiente e delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per chiedere l’annullamento – con contestuale istanza cautelare – del decreto interministeriale del 12 luglio 2013. Quello che a oggi difetta anche del regime sanzionatorio e che quindi non ha permesso alla Regione di vietare le trebbiature di mais transgenico.

LEGGI QUI IL RICORSO AL TAR: Ricorso al TAR Fidenato 16.10.13-1-corretto

Post suggeriti
Commenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca