In Ambientalismo, Anti & Politica, Scienza e Tecnologia

FASCISTIDIMERDADI PASQUALE MARINELLI

Desidero condividere con voi questo video che reputo vergognoso. Il campo coltivato che ha subito il sopruso ripreso nel video è di proprietà del signor Giorgio Fidenato, un imprenditore veneto che si è reso protagonista di una dura battaglia giudiziaria contro lo stato italiano e che egli ha vinto, per difendere il diritto a piantare prodotti geneticamente modificati nella sua proprietà privata, così come le regole comunitarie lo consentono. L’intera vicenda potete leggerla qui.

Ciò che mi interessa farvi notare, circa questa vicenda, è come l’ottusità ideologica (che sia essa di destra o di sinistra) riduca l’uomo ad un essere di un ignoranza abissale, tanto da far degenerare il suo comportamento, nei confronti della libertà altrui, in un atteggiamento violento senza giustificazione possibile e che, in questo caso, si è tradotto in un atto di violazione del terreno di proprietà di Fidenato e di vandalismo ai danni dello stesso.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Questi oltraggi sono considerati reati e punibili dalla legge italiana, ma le autorità di polizia presenti alla manifestazione vandalica non hanno provveduto minimamente ad evitare quanto accaduto, ne a proteggere un cittadino indifeso da un attacco violento contro la sua proprietà.

Il disprezzo nei confronti della proprietà privata, manifestato da questa marmaglia di gente incivile, è il prodotto di anni di indottrinamento da parte dello stato, il quale è l’esempio di arroganza, superbia, violenza ed invidia per eccellenza, da cui i vandali protagonisti del video hanno appreso questo modo sconcertante di comportarsi con il prossimo.

Infatti, se vi soffermaste ad osservare il comportamento violento assunto dallo stato nei confronti della proprietà dei cittadini, in occasione della confisca dei redditi attraverso la tassazione sempre più abusata, dell’esproprio coatto a favore di una presunta utilità pubblica, della limitazione dell’uso del denaro contante, del monopolio di emissione monetaria concessa ad un ente pubblico o privato, dell’imposizione per legge di un prezzo di vendita, dell’imposizione con le armi della democrazia in certi paesi stranieri, trovereste facilmente un parallelismo con il comportamento violento e irrispettoso assunto da coloro che sono ripresi nel video ad oggetto.

Contrariamente a quanto si sente dire nel video, dalla bocca di quel balbettante e simil barbaro col megafono, la difesa e il rispetto della proprietà privata è in realtà la colonna portante di una società che vuole definirsi civile e dedita al progresso.

Senza il riconoscimento e la difesa della proprietà privata non esisterebbe certezza dei propri diritti, per ognuno sarebbe consentito depredare i beni acquisiti e posseduti dagli altri. Senza proprietà privata si scatenerebbero ritorsioni violente e continue fra chi brama per impossessarsi con la forza dei beni altrui e chi cerca di difendere dai prepotenti ciò che possiede. Guerriglie e scontri fra individui renderebbero ansiosa e tormentata la vita in una società. Chiunque possedesse qualcosa (un terreno, un edificio, un macchinario, un veicolo, ecc.) non sarebbe incentivato ad aguzzare il proprio genio per migliorarla oppure per renderla utile al fine di servire la società in cui vive, visto che nulla garantirebbe alla persona la proprietà esclusiva su quel qualcosa e sui frutti che essa genererebbe. E l’occasione per dimostrare quanto la mancanza di un senso di rispetto della proprietà privata sia causa di violenza ce la dà questo sciagurato video, dove sono riprese persone (per modo di dire!) le quali si comportano in modo violento proprio perché in loro è completamente assente un senso di rispetto della proprietà altrui.

Qui non c’entra il fatto di essere favorevoli o meno ai prodotti OGM, c’entra invece il fatto che il pregiudizio e l’ignoranza ha prodotto atti di violenza, fra l’altro impuniti.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Il dibatttito circa la presunta pericolosità dei prodotti OGM è controverso ed è tutt’ora aperto, per cui chiunque può dare il suo contributo scientifico ed esperienziale, in base alle proprie competenze. Se non ci si fida di questo tipo di prodotti, ciò non può giustificare una tale violenza. Se si è sospettosi dei prodotti OGM, che si pretenda e ci si batta perché venga garantita al consumatore la dovuta trasparenza delle informazioni, affinché sia riconducibile l’origine OGM dei prodotti e ci si possa anche rifiutare di acquistarlo. In altre parole, ci si batta affinché sia garantita e inviolata la possibilità di scelta dell’individuo e non affinché essa venga limitata. In questo caso, in attesa di conferme scientifiche, se fra i consumatori a prevalere sarà la considerazione secondo cui i prodotti OGM sarebbero pericolosi, questi ne acquisterebbero sempre meno, finché non giungerebbe il momento in cui il produttore ne risentirebbe economicamente. Subendo le conseguenti perdite, il produttore riterrebbe sconveniente continuare ad investire in ciò e sarebbe costretto a sospendere la sua attività di propria iniziativa, senza che vi sia la necessità di un intervento arrogante e violento, per costringere un individuo a cessare la sua attività sulla base di una mera presunzione. Ciò vale sia per un privato cittadino, sia per un qualunque ente pubblico.

Per rendere una società più civile, libera è progradita, uno dei modi più pacifici e naturali che, in millenni di evoluzione, l’umanità è riuscita ad escogitare è il libero scambio di beni, di servizi e di informazioni. E affinché ci sia questa libertà è necessario che venga riconosciuta e difesa la proprietà privata. Siete per la pace? Dite di amare la libertà? Ripudiate la guerra ed ogni forma di violenza? Se così è, allora dovreste essere per il rispetto assoluto della proprietà privata, difenderla contro ogni oltraggio e non potete tollerare un’istituzione studiata a tavolino come quella dello stato sociale, che pone le proprie basi sulla violenza e su continue deroghe all’inviolabilità della proprietà privata. Infatti, ogni stato si determina a seguito degli esiti di un atto violento (come potrebbe esserlo quello di una guerra, di un genocidio, ecc.) e la sua sopravvivenza si impone attraverso crescenti azioni di esproprio della ricchezza dei cittadini, continue minacce di ritorsioni per i trasgressori di stupide o insostenibili leggi, oppure per coloro che hanno osato concorrere con lo stato sui mercati da esso controllati.

Essere pacifisti significa rispettare e difendere la proprietà privata e la libertà di scelta dell’individuo, che è esattamente ciò che uno stato tende a fare sempre meno nei confronti dei suoi cittadini.

Quello dello stato sociale è tutt’altro che un buon esempio di non violenza.

Post suggeriti
Mostrati 2 commenti
  • Albert Nextein
    Rispondi

    Sono stati identificati questi soggetti violenti?
    Non ricordo se Fidenato abbia sporto denuncia contro noti raffigurati da filmati.
    C’è un limite di tempo per fare questa denuncia, se non ricordo male.
    Poi ci sarebbe la denuncia in sede civile per la richiesta di rimborso danni.

    Costoro sono innanzitutto degli ignoranti in malafede, col cervello farcito di poche fregnacce, mal elaborate, di provenienza socialista.
    Questo sarebbe il meno, visto che il 98% dei votanti e dei non votanti hanno un cervello nelle medesime condizioni.
    Questi violenti sono psicologicamente malati.
    Vivono vite che non sono le loro, sono frustrati perennemente per questo.
    Sono incazzati col mondo e con tutti coloro che ,con attenzione, intelligenza, buonsenso e voglia di fare oltre che di migliorare, riescono nella vita.
    Questi violenti soffrono, inoltre, di un’intossicazione cronica da invidia personale, e sociale.
    Mal educati, in larga parte, presso famiglie di cretini, ed in scuole popolate da insegnanti delinquenti dal salario rubato, coltivano la loro rabbia esistenziale tentando in ogni modo di nobilitarla con quelle poche, miserabili, pasticciate nozioni che il loro cervello malamente accumula.

    La parte nobile del sistema nervoso centrale è la corteccia, la materia grigia.
    Ecco, dal vederli io direi che costoro per vivere e relazionarsi col mondo circostante usino i centri sotto-corticali , ai quali sporadicamente ed in particolari occasioni arrivano dalla poco frequentata corteccia quei dati parziali e male caricati.

    Mio padre mi ha sempre detto : coi buoni più buoni, coi cattivi più cattivi.
    Ora, io non so se l’essere libertari si scontri con i consigli di mio padre, ma spero che Fidenato li abbia denunciati e che non molli la presa.
    Dato che egli ha ragione in pieno scientificamente , legalmente e idealmente.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca