In Ambientalismo, Scienza e Tecnologia

GIORGIOLETTI PER FIDENATO

In Italia coltivare Ogm non è proibito, ma le leggi sono confuse e i rischi troppo alti. Per questo gli agricoltori chiedono leggi migliori e più libertà.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

di: Emanuela Cruciano

Si torna a parlare di Ogm. E a farlo, questa volta, non sono né gli scienziati nè gli ambientalisti. Bensì i diretti interessati: gli agricoltori.
In una lettera appello rivolta alle senatrice-scienziata Elena Cattaneo e a tutti i parlamentari chiedono “Libertà di ricerca scientifica e quella di impresa”. Ovvero: poter coltivare le loro terre (più o meno 30mila ettari di terreno) con piante Ogm.
Al momento, in Italia, non ci sono divieti espliciti nei confronti degli Ogm, ma la confusione legislativa è tale da rendere di fatto rischioso, per gli agricoltori, procedere con queste coltivazioni. E inoltre forte il rischio di incorrere in dimostrazioni o sabotaggi da parte degli oppositori più accaniti.

Pregiudizi

Al documento, corredato da 716 firme, ha risposto anche dalle pagine del Corriere della Sera Elena Cattaneo che scrive, tra l’altro: “Penso che in Italia la discussione si sia impantanata in quanto condizionata da pregiudizi ideologici e interessi di nicchia rispetto ai quali anche la più corretta informazione non riesce a incidere”.Motivo in più per continuare a informare, nel modo più obiettivo ed equilibrato possibile. Sul numero di Focus Extra dedicato al cibo attualmente in edicola gli Ogm sono i protagonisti di un ampio servizio che cerca di far luce su pregiudizi, luoghi comuni e incertezze che ancora ruotano attorno alle piante geneticamente modificate. Ecco, che cosa scriviamo sull’argomento.
Recent Posts
Showing 4 comments
  • hilda
    Rispondi

    In Italia coltivare Ogm non è proibito?!?!

    no…è vietato.

    L’europa la tirate fuori solo quando vi fa comodo??

    • Giorgio Fidenato
      Rispondi

      Sig.ra Hilda noi parliamo sempre di Europa perché l’Europa ha detto che è vietato vietare senza ragioni scientifiche. L’Europa poi ha detto (vedi Opinione scientifica dell’EFSA del settembre 2013) che i dati scientifici prodotti dall’Italia a sostegno del suo decreto di divieto, sono privi di qualsiasi valore scientifico per sostenere la validità e la legittimità del divieto. Poi si Sto arrivando! un giudice a Roma si trova sempre che dice che va tutto bene, madama la marchesa, ma quella non è la verità.
      Ma dimenticavo come al solito i funzionari dell’EFSA sono dei venduti alle multinazionali!!

      In poche parole il divieto italiano è illegittimo e lo dimostreremo. Già una volta è andata così!!!

  • hilda
    Rispondi

    dai se vuoi parliamo di ogm e di multinazionali…ma non dire che l’efsa non sta dalla parte delle multinazionali…

    ogni tanto curioso su questo sito sperando di capire il perchè lo stai facendo…tutto questo. ancora non l’ho capito…ma ci conto prima o poi di capirlo.

  • Silvia
    Rispondi

    Hilda, Fidenato non é un filantropo: lui e il suo amico Facco devono piazzare migliaia di sementi MON10 e devono farlo prima che la concorrente della Monsanto che detiene il brevetto delle sementi Pioneer 1501 rubi loro il mercato.
    C’est la vie et l’économie, ma chère…

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search