In Ambientalismo, Anti & Politica, Scienza e Tecnologia

DI REDAZIONE

Il leader di Agricoltori Federati  e del Movimento Libertario paladino del mais transgenico, Giorgio Fidenato, è stato assolto dal Tribunale penale dall’accusa di aver violato il divieto di semina di mais Ogm nel 2014 nei suoi terreni di Fanna e Vivaro (Pordenone).

“E’ l’epilogo normale di quanto ha stabilito la settimana scorsa la Corte di giustizia europea – ha commentato – era scontato che venissi prosciolto visto che la sentenza comunitaria è preminente su quella nazionale. Adesso attendiamo il medesimo pronunciamento per la semina del 2015, la cui udienza è prevista per ottobre, e poi avvieremo la causa per il risarcimento dei danni che abbiamo patito e che riguardano il mancato introito derivante dalla distruzione del raccolto e le spese che abbiamo affrontato per difenderci in tutte le sedi. Lo Stato – ha concluso Fidenato – non ha mai fornito le prove del manifesto pericolo del mais che ho seminato e quindi non avrebbe dovuto intraprendere alcuna azione nei miei confronti”. (ANSA)

Articoli recenti
Mostrati 3 commenti
  • Albert Nextein
    Rispondi

    In tanti dovranno ringraziare Fidenato e, da come la vedo io, donargli molti euro.
    In particolare i suoi colleghi agricoltori che sono rimasti piegati di fronte allo stato e che ora potranno seminare e guadagnare con i semi ogm.

  • Giulio
    Rispondi

    Mi fa molto piacere, un uomo da solo sta sconfiggendo tutte le politiche proibizioniste e oscurantiste degli ultimi decenni. Grosse conseguenze per gli anni a venire.
    Ma a questo punto chiunque può seminare MON810, oppure bisogna notificarlo a qualche ente, avere una autorizzazione, serve un regolamento regionale ?

  • Fabio
    Rispondi

    Bravo Giorgio, complimenti per la vittoria.
    un caro abbraccio
    Fabio

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca