IMU: E GUERRA SIA!

DI  OTELLO GIRARDI* L’Imu è a mio parere la peggiore delle mosse che il governo monti potesse fare e da come l’hanno legiferata (parte dall’idea della Lega Nord ma poi è stata cambiata), da il colpo finale allo stato comatoso del settore immobiliare in Italia. IO capisco bene il dramma che molti stanno vivendo in un periodo economico già difficile che… Read more →

TEA-PARTY, QUELLE MEZZE MISURE CHE CONFONDONO LE IDEE

DI CLAUDIO ROMITI E’ da tempo in atto un dibattito nell’ambito del Tea-party di David Mazzerelli e Giacomo Zucco, in cui mi sono trovato coinvolto in prima persona, sulla natura del rapporto tra tale movimento ed i partiti rappresentati in Parlamento, con una particolare attenzione per il Pdl, il quale sembra rappresentare una sorta di interlocutore privilegiato per questo giovane… Read more →

UNIONE CULTURALE EUROPEA? NO GRAZIE!

di MATTEO CORSINI “È sempre stato estremamente stimolante apprezzare le lucide analisi sulla crisi economica di uno dei maggiori economisti viventi, Paul Krugman, il quale non ha poi mancato oltre che di sottolinearne con sapienza le cause, di indicarne spesso anche le vie d’uscita… Ebbene, caro Krugman, l’euro non è una reliquia barbara e il suo paragone è sbagliato. È… Read more →

LA GIGANTESCA BANCAROTTA FRAUDOLENTA DELLE ENERGIE RINNOVABILI

DI GIUSEPPE SANDRO MELA* Il fatto. Centinaia di migliaia di famiglie tedesche si sono viste tagliare i fili della corrente perché non riuscivano più a pagare le bollette della energia elettrica. Intanto, i costi dell’energia continuano a crescere giorno dopo giorno. Il Presidente dell’Associazione dei Social VdK, Ulrike Mascher, accusa il Governo Federale di non valutare “la dimensione sociale della… Read more →

LA SVALUTAZIONE MONETARIA ED IL COLLASSO SOCIALE

DI LUDWIG VON MISES* In un recente dibattito televisivo tra Ron Paul e Paul Krugman, il Dr. Paul ha dichiarato, “il professor Krugman sostiene che vogliamo tornare indietro di cento anni con le nostre proposte. Non è vero. Vogliamo migliorare lo stato di cose rispetto a quanto fosse allora. Ma lui invece vuole tornare indietro di 1000 o 2000 anni, proponendo di… Read more →