In Anti & Politica, Economia

 

 

DI FUNNYKING*

 

 

 

Ecco un ottimo lavoro grafico di Anna Ryden (Oronero) la quale scrive a commento:

Come vedete si tratta di un paragone dei cambiamenti percentuali di Rame e Petrolio Brent degli ultimi anni. Sopvrapposto gli interventi monetari più clamorosi.

Quando QE1 finì sia Brent che rame hanno avuto alcuni mesi di correzione al ribasso. Ma durante l’estate Mr. Bernanke ha annunciato QE2 e la collettiva investitrice ha fatto un salto di gioia riprendendo da subito a redirigere soldi nel complesso materie prime.

Siccome non era politicamente corretto annunciare il QE3, la FED ha deciso per un Operation Twist a settembre 2011, senza che questo però riuscisse nel compito.

Entra LTRO1 a dicembre 2011. Sia rame che Brent hanno reagito con decisione.

È quindi probabile che anche questa volta avremo almeno un altro, se non due mesi di ascesa. O almeno di assestamento.

….. e intanto abbiamo 529 mld. di € freschi di stampa. Siete pronti a fare benzina a 2€ al litro?
* Link all’originale:  http://www.rischiocalcolato.it/2012/02/oro-e-petrolio-della-serie-noooooooo-le-banche-centrali-non-creano-inflazione.html

 

 

Articoli recenti
Mostrati 9 commenti
  • michele lombardi
    Rispondi

    chi ancora crede che le banche centrali possano creare inflazione non ha capito nulla.
    dipende solo dall’uso che fai della moneta.
    la moneta quando e’ emessa deve fare qualcosa,s e stesse cui cc non farebbe nulla, il mondo non se ne accorgerebbe.
    quindi bisogna guardare cosa la moneta paga: case? titoli di stato? IPO di aziende?
    si hanno risultati diversi da usi diversi.

    elementare Watson

    • michele
      Rispondi

      la definizione di inflazione è la seguente: aumento (espansione) della base monetaria.

      l’aumento dei prezzi non è l’inflazione, ma è una conseguenza dell’inflazione stessa.

      ergo le banche centrali CREANO inflazione :D

  • CARLO BUTTI
    Rispondi

    L’articolo si appella a fatti pesanti come macigni e Lei replica coi soliti dogmi: le banche centrali non possono produrre inflazione (lasci stare il “creare”: solo Dio crea, per chi ci crede). Probabilmente l’inflazione che ha distrutto la repubblica di Weimar e condotto la Germania al nazismo è piovuta dal cielo. Vedo che anche gli atei credono ai miracoli. Fatti contro fatti, per favore!

  • andrea
    Rispondi

    Ma lo scopo del QE è proprio quello di stimolare l’inflazione in maniera controllata, quindi dove sarebbe la notizia? questa è la scoperta dell’acqua calda!

    Piuttosto farei notare che stando al grafico, tra luglio 2008, e l’inizio del 2009 il prezzo del petrolio e del rame, sono andati a picco; segno di probabile deflazione(che è un male ben peggiore per l’economia reale, rispetto a una leggera inflazione). Il QE della FED ha semplicemente contribuito a far tornare i prezzi di queste 2 materie prime, sui livelli del 2008, quindi ha probabilmente solo corretto un andamento deflattivo!

  • michele lombardi
    Rispondi

    Dio non esiste

  • CARLO BUTTI
    Rispondi

    Se vogliamo parlare bene in italiano,d’accordo, le banche centrali non CREANO inflazione. Dio, se c’è, ha CREATO il mondo, e Michelangelo(sarà mai esistito?) gli affreschi della Cappella Sistina.

  • michele lombardi
    Rispondi

    dio non esiste, non e’ mai esistito e non esistera’ mai.

    • Ped@nte
      Rispondi

      Non sei tu Dio?

    • Fidenato Giorgio
      Rispondi

      Va bene, tu la pensi così, ma lascia gli altri che la pensano diversamente da te, di pensare quello che vogliono!!!!

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca