In Anti & Politica, Economia

DI MATTEO CORSINI

“Non siamo innamorati della patrimoniale, ma non capiamo in quale altro modo si possa sollevare famiglie e imprese da una pressione fiscale così.” (R. Bindi)

Rosy Bindi, presidente del Pd in odore di rottamazione in caso di vittoria di Renzi alle primarie, sposa in modo apparentemente timido la linea di Bersani, a sua volta ispirato da Stefano Fassina, responsabile economico del partito. Nel caso di vittoria del Pd alle prossime elezioni – eventualità tutt’altro che remota – avanti con la patrimoniale, anche se solo sui “ricchi”.

Solo chi non ha idea delle (tante) novità fiscali introdotte negli ultimi 18 mesi può parlare in modo tanto sgangherato di patrimoniale. Sia pure sotto diverse denominazioni, infatti, esistono già diversi tipi di imposizione patrimoniale, che colpiscono i prodotti finanziari e gli immobili. Bindi mi risulta essere parlamentare della Repubblica, e allora delle due l’una: o non sa cosa viene votato in Parlamento, sia pure come voto di fiducia al governo, oppure vuole fuorviare i suoi interlocutori. In entrambi i casi mi pare faccia una pessima figura.

Quanto all’ulteriore tassazione del patrimonio, i nuovi flussi di dati che gli intermediari finanziari devono comunicare al fisco consentiranno allo Stato di disporre come meglio crede della ricchezza dei suoi sudditi, che ipocritamente vengono definiti contribuenti.

Il rischio di una situazione che nemmeno George Orwell avrebbe forse immaginato è stato finora ampiamente sottovalutato, a mio parere. A poco contano, credo, le rassicurazioni del tipo “male non fare, paura non avere”, oppure “i dati verranno utilizzati nel rispetto delle norme sulla privacy” (ma quale privacy, se ognuno è nudo davanti al fisco?). Il fatto è che, in un futuro che ormai è presente, il cittadino sarà totalmente indifeso davanti alle pretese dello Stato, con la conseguenza che, ancor più di prima, ogni necessità di cassa verrà soddisfatta aumentando le imposte invece che mediante la riduzione della spesa pubblica.

Il tutto per “sollevare famiglie e imprese da una pressione fiscale così”. Evidentemente nel Pd danno per assodato che a pagare la nuova patrimoniale sarebbero persone che non hanno una famiglia e/o un’impresa.

Post suggeriti
Mostrati 8 commenti
  • Stefano Nobile
    Rispondi

    ci sarebbe da ridere se la situazione non fosse tragica.
    Certo che di imbecilli come la Byndy bisogna proprio andarsele a cercare.

  • Albert Nextein
    Rispondi

    Un personaggio sopravvalutato.
    Obsoleto.
    Non gli si può riconoscere alcuna attenzione.
    Semplicemente,non esiste più.

  • Fabio
    Rispondi

    io li vedo come semplici attori: andando al cinema o teatro, chi pensa che davvero la tipa che bacia il tipo sia realmente innamorata, o che quell’altro che muore lo faccia davvero?

    ma è ovvio che è tutta una finzione, uno spettacolo per pubblico pagante. Non credono davvero a quando dicono, sono pagati per farlo.
    E questo è il teatrino della politica: fanno a turno per dire qualcosa e poi passano alla cassa a riscuotere. Come gli attori veri, stanno un po’ lontano dalla ribalta per poi ripresentarsi e ricominciare a fare moina per un po’

    e la gente a parlare di baffetti, parrucchini, puttane, maglioncini, erremmoscia, brutte e stupidagini varie.

    • pippo pg
      Rispondi

      La politica è il teatro con il biglietto più alto e quello con lo spettacolo meno divertente La classe politica( in toto) dovrebbero essere mandata in campi di rieducazione ad imparare cosa è il lavoro…. e con loro tutte le loro corti di servi burocrati, funzionari e una buona parte del sindacato…

  • Dexter
    Rispondi

    La frase della Bindi è inquietante perché evidentemente non pensa alla patrimoniale come “una tantum”, ma come ad una misura strutturale.
    Quasi 800 miliardi di € all’anno di spesa pubblica non bastano per lei.

    • MovLib
      Rispondi

      I soldi degli altri non bastano mai…….finché non finiscono.

    • Fabio
      Rispondi

      quando mai si sono accontentati? messa una tassa non l’hanno più tolta, benzina insegna!!

pingbacks / trackbacks

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca