In Varie

NANNINIdi REDAZIONE

Di tanto in tanto, il Fisco ritiene doveroso sbattere un mostro in prima pagina, possibilmente famoso. Stavolta – dopo i tanti casi del passato, ultimo quello di Dolce e Gabbana, finiti prosciolti – tocca a Gianna Nannini, che non è una che brilla per essere “liberista”.

Per la famosa rockstar italiana, Gianna Nannini, la Procura di Milano ha chiesto il processo. La cantante è accusata di un’evasione fiscale di 3 milioni e 750 mila euro. L’udienza preliminare si aprirà davanti al gup di Milano il prossimo 3 marzo.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

La richiesta di rinvio a giudizio per la rockstar è stata avanzata il mese scorso dal pm di Milano Adriano Scudieri, titolare di un’indagine che lo scorso aprile ha portato anche i militari del nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Milano a sequestrare la villa della cantante, con magazzini, scuderie a autorimessa, che si trova nel senese. Villa che è tuttora risulta sotto sequestro.

Intanto, si dà la stura al delatore ed all’invidioso di versare la sua bile. Poi… accadrà anche a lei quel che è accaduto a Dolce e Gabbana? LEGGI QUI

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search