In Varie

canonedi REDAZIONE

Cari lettori, come sapete bene quest’anno infileranno (verbo perfetto) il canone RAI dentro le bollette di luce e gas.

Aldilà di alcune iniziative di disobbedienza allo studio, pensavamo che il Movimento Libertario farebbe bene a segnalare su sito che c’è tempo fino al 30 aprile per inviare la raccomandata di autocertificazione di non possesso di apparecchi televisivi, pena trovarsi il canone nella bolletta di luglio.

In effetti conviene inviare una raccomandata elettronica, così da risparmiarsi il costo di quella cartacea, e per quella c’è tempo fino al 10 maggio.

Vedi qui: http://www.leggo.it/news/italia/canone_rai_autocertificazione-1637806.html

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Inoltre, ci hanno informato che l’avvocato Luigi Piccarozzi sta iniziando una class action contro l’introduzione del canone RAI in bolletta. Ergo, ci teniamo a segnalare l’iniziativa.

Avete letto il titolo di cui nella foto??? Torneremo sulla questione…

Vedi: https://www.youtube.com/watch?v=Lc22wUCO_KE

Recent Posts
Showing 8 comments
  • christian
    Rispondi

    Interessante ma purtroppo ce l’hanno infilata in quel posto con l’inversione dell’onera della prova grazie alla presunzione legale che chi ha una fornitura di energia elettrica possiede la TV. Sei tu a dover autocertificare di non avere un apparecchio televisivo e non loro a dimostrare il contrario. La falsa dichiarazione è poi anche penalmente perseguibile.

  • myself
    Rispondi

    Aggiungo che conviene sostituire tutti i propri televisori di casa con monitor del PC senza sintetizzatore TV, così si è legalmente dispensati dal pagare il canone RAI, come spiegato qui:

    http://www.abbonamenti.rai.it/Speciali/IlCanoneSpeciali.aspx

    P.S. Ovviamente questo che ho scritto a meno che vi interessi davvero guardare la RAI, ma dubito che tra i lettori di questo sito qualcuno voglia guardare la TV di Stato.

  • Alessandro Colla
    Rispondi

    A volte può capitare che la RAI mandi in onda qualche vecchio film o brani teatrali o concerti e melodrammi su Rai Cinque. Altre rare volte, Leonardo Facco viene invitato a Rai Tre. Qualcuno potrebbe seguire lo sport. Ho amici che quando c’è la partita mi invitano sempre. Per forza: serve qualcuno che cucini. Io, mettendo la mano d’opera, non procuro vivande e vino (o birra, d’estate). Di programmi prodotti direttamente dalla RAI non ho alcun bisogno. Ci metto solo, masochisticamente, l’eccezione degli auguri per il nuovo anno dal Quirinale (peraltro visibili anche su reti private). Con l’attuale presidenza il sonno è assicurato e io il 31 dicembre non aspetto mai la mezzanotte. Quindi risultano utili le indicazioni di myself.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      è inaccettabile che uno non possa scegliere se guardare o meno la Rai, come qualsiasi altra tv

  • myself
    Rispondi

    Oddio, guardatevi questa intervista sul canone in bolletta, se volete fare grosse risate (amare):

    L’intervista di Floris a Minoli sul canone Rai in bolletta
    https://www.youtube.com/watch?v=I9azxXQbSYc

    Alcune “massime”:

    Floris: Perché va pagato il canone?
    Minoli: È una tassa, le tasse se ci sono vanno pagate (ndr. Il canone non è una tassa ma una IMPOSTA.)

    Minoli: …a giugno la RAI, che avrà avuto questi soldi in più, dovrà guadagnarseli. (ndr. Capito? Prima si piglia i soldi, poi se li “guadagna”, non come gli sfigati che prima lavorano e poi prendono lo stipendio a fine mese.)

    Qui invece la verità sul perché il canone va pagato:

    Rai, “perdite per 287 milioni in cinque anni”
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/12/22/rai-perdite-per-287-milioni-in-cinque-anni-nonostante-la-quotazione-di-raiway-canone-boom-evasione-30-non-paga/2325754/

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      GRAZIE

  • Massimiliano
    Rispondi

    Da precisare (pena la nullità dell’atto): la raccomandata va spedita come plico senza busta, con allegato modulo debitamente compilato (scaricabile dal sito) nonchè fotocopia documento d’identità con validità in corso. Se poi è possibile farlo per via telematica, mediante pin con Agenzia delle Entrate, ancora meglio . . .

  • christian
    Rispondi

    Io invece non ho la TV, non faccio nessuna dichiarazione, ho eliminato il RID e quando arriva la bolletta scorporo l’importo e pago solo la fornitura di elettricità.
    Se vogliono, si fanno un mandato per venirmi a controllare.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search