In Anti & Politica, Economia

UBERDI GIOVANNI BIRINDELLI

Ilsole24ore.com in relazione alla messa fuori ‘legge’ di Uber Black: “L’imprevedibile si è palesato”.

L’idea di certezza della legge associata al principio di non aggressione consiste nell’impossibilità che la Legge cambi dall’oggi al domani. Il principio che vieta l’aggressione (che è una cosa opposta alla norma particolare che vieta l’aggressione in casi particolari) è ‘certo’ nel senso che esso non può essere modificato da una decisione arbitraria di un’autorità (esso infatti è indipendente dalla decisione e perfino dall’esistenza di qualunque autorità).

Viceversa, l’idea di certezza della legge associata al positivismo giuridico consiste nella precisione: una ‘legge’ fiat è ‘certa’ se è precisa, cioè se il comando arbitrario dell’autorità che essa esprime non lascia zone scoperte.

Quindi “l’imprevedibile” non può essere scisso dal positivismo giuridico. Esso ne è parte come l’idrogeno è parte dell’acqua. Questa è una delle ragioni per cui il positivismo giuridico alla lunga rende la produzione di ricchezza sempre più difficile: rendendo l’ambiente giuridico instabile, esso non consente alle persone e alle aziende di fare piani affidabili di lungo periodo. Così, per esempio, abbiamo Uber Italia che o è costretta a chiudere perché fa “concorrenza sleale” al monopolio legale e aggressivo dei taxi pubblici, oppure deve sperare in un comando del governo che le consenta di vivere.

Coloro che ogni volta si stupiscono delle decisioni impreviste dell’autorità sono in realtà parte del problema, non della soluzione. Essi infatti vogliono capra e cavoli. Si aspettano dalla ‘legge’ fiat quello che essa non può essere: ‘certa’ nel senso in cui lo è il suo opposto (il principio di non aggressione) che essi tuttavia rifiutano a priori, sulla base di pregiudizi, di contraddizioni logiche e di superstizioni, per esempio quando rifiutano a priori l’illegittimità della tassazione.

Articoli recenti
Mostrati 6 commenti
  • Albert Nextein
    Rispondi

    La gente comune ama farsi tosare.
    Salvo poi pretendere la libertà di lamentarsi.

    • Luciano
      Rispondi

      Sono gli evasori fiscali che tosano le tasche della povere gente e dei terremotati !

  • Evaristo
    Rispondi

    Sulla tassazione mi accontenterei almeno di un tetto massimo (più basso possibile, ovviamente, inserito in costituzione, come proponeva il priapo di palazzo grazioli) ovviamente accompagnato da uno sfoltimento drastico delle cento e più tasse esistenti, altrimenti il controllo della vera pressione fiscale si riduce ad una farsa.

    Alzi la mano colui che crede ai dati diffusi dall’Istat.

  • Sonia Patacchi
    Rispondi

    O sei parte del problema o sei parte della soluzione è un libro di Ulrich Peltzer pubblicato da Isbn Edizioni

  • Luciano
    Rispondi

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca