In Anti & Politica, Economia

tasseDI SILVANO CAMPAGNOLO

Quando giochi 1 euro al lotto, tale euro viene spartito nel seguente modo:
40 centesimi allo stato.
40 centesimi al montepremi
20 centesimi al gestore del gioco.

Se vinci paghi una “tassa” sulla vincita del 6% (qualunque essa sia). Leggo che il governo ha raddoppiato tale tassa per le “grandi vincite” portandola al 12%. In pratica dopo che vi fottono il 40% della giocata alla “fonte”, se avete un culo pazzesco e vincete 1000 euro, vi ciulano un altro 12%. sui 500 euro eccedenti, pari a 60 euro. Vi sembrano pochi? provate a pensare se invece di vincere 1000 euro aveste vinto 1 milione di euro. la tassa sale a 120.000 euro…

“giocate con moderazione” (cit)… questo l’art. della legge 50/2017 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 24 aprile 2017: “3. Il prelievo sulla parte della vincita eccedente euro 500, previsto dall’articolo 5, comma 1, lettera a) del decreto del direttore generale dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 12 ottobre 2011, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 265 del 14 novembre 2011, adottato ai sensi dell’articolo 2, comma 3, del decreto-legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 settembre 2011, n. 148, trasfuso nell’articolo 10, comma 9, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 aprile 2012 n. 44, e’ fissato al 12 per cento, a decorrere dal 1° ottobre 2017.”.

Scommetto una bottiglia di Amarone Sartori del 76, che in parlamento nessuno di coloro che hanno approvato questa cosa, conosce una delle leggi citate.

Articoli recenti
Mostrati 3 commenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca