In Anti & Politica, Economia

DI GIOVANNI BIRINDELLI

“Per ragioni pratiche (cioè per la vastità dell’operazione)” la “soluzione finale”, cioè il punto di arrivo della “politica ‘demografica’” del governo nazista, richiedeva “di concentrare prima gli ebrei in ghetti” (H. Arendt, “La banalità del male”, p. 225). Questo infatti avrebbe reso molto più facile deportarli per poi sterminarli.

Per le stesse “ragioni pratiche”, il punto di arrivo della “politica ‘economica’” di uno stato che, per sopravvivere, ha bisogno di estorcere alle persone quantità sempre maggiori del loro denaro, richiede di concentrare prima quest’ultimo nelle banche, per esempio attraverso misure quali il progressivo divieto dell’uso del contante, ecc. Questo infatti rende molto più facile confiscarlo.

L’obiettivo del totalitarismo, nelle sue diverse forme (democratiche o meno), è sempre la violazione dei diritti di proprietà di più o meno persone (sul loro corpo e/o sui loro beni). L’idea astratta di legge di cui si serve per raggiungere questo obiettivo è sempre la legge fiat (il positivismo giuridico: la ‘legge’ intesa come decisione arbitraria dell’autorità in funzione di un “bene” collettivo “superiore”). La sua natura è sempre la centralizzazione. Anche i suoi metodi sono alla base spesso gli stessi (nel caso specifico, la concentrazione; ma anche la tecnica della “rana bollita” per saggiare e allo stesso tempo minimizzare le resistenze alle misure coercitive – nel caso del nazismo, si veda di nuovo il testo citato a p. 162).

Bitcoin non avrebbe consentito agli ebrei che hanno subito la deportazione di evadere. Tuttavia oggi consente a chi subisce l’estorsione e la sorveglianza da parte dello stato moderno di riavere la proprietà e il controllo del proprio denaro. Quindi risponde, prima ancora che a esigenze economiche, a esigenze di dignità della persona (o, più semplicemente, di libertà: cioè di rispetto assoluto e incondizionato di tutti i suoi legittimi diritti di proprietà).

Articoli recenti
Mostrati 3 commenti
  • christian
    Rispondi

    Il Bitcoin non nasce, come molti erroneamente credono (gli stessi che si lamentano per i costi di transazioni troppo alti e che renderebbero Bitcoin “inutilizzabile), per i micropagamenti, tipo pagare il caffè o la spesa al supermecato. Per queste attività, al momento, c’è già il contante (fino a che non verrà eliminato) o le carte di credito che sono infinitamente più efficienti.
    Il Bitcoin nasce per e separare lo stato dalla moneta, disintermediare i pagamenti e decentralizzare la riserva di valore.
    Il POW (proof of work) è il metodo trovato per raggiungere questo scopo (che mette insieme concetti diversi tra cui teoria dei giochi e teorie economiche) e la Blockchain ne è l’implementazione, il cui unico scopo è impedire la doppia spesa dei Bitcoin.

  • Max
    Rispondi

    Comincio a pensare che questa cripto giurassica sopravvive solo per diritto di primogenitura e perché molte cripto si possono acquistare solo in btc; come tecnologia è davvero poco efficiente e c’è di meglio (e intanto a fine mese altro fork, altro regalo).

  • christian
    Rispondi

    Ti sbagli Max. Sicuramente essere la prima non è qualcosa di poco conto ma non “sopravvive” solo grazie a questo motivo.
    La Blockchain del Bitcoin non è inefficiente per motivi di obsolescenza ma lo è bydesign, cioè perché e progettata così (il blocco di quelle dimensioni, il tempo tra un blocco e l’altro, il pow, ecc..). Questa inefficienza è il trade-off o prezzo, che dir si voglia, per la decentralizzazione e la resilienza del sistema.
    Certamente molte cose sono migliorabili, molte sono state migliorate e varie sono in corso di miglioramento, ma su Bitcoin lavorano numerosi tra i più preparati e competenti sviluppatori al mondo che non ha eguali in nessun’altra cryptovaluta.
    Allo stato attuale non esiste niente di meglio che abbia senso, cioè che abbia funzionalità migliori del Bitcoin senza sacrificare le caratteristiche principali che sono alla base del motivo dell’esistenza del Bitcoin (e che dovrebbero essere alla base di qualsiasi altra cryptovalute) cioè decentralizzazione e sicurezza.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca