In Libertarismo

DI REDAZIONE

Dal 1900 d.C. Fino al 1997 d.C. i civili innocenti massacrati dai governi sono stimati in 262 milioni.
(Death by Government, R.J. Rummel, 1997)

In questo calcolo non sono compresi i combattenti morti durante le 350 e più guerre combattute tra stati dal 1800 d.C. e nemmeno i 40 milioni di combattenti morti durante le guerre, guerre civili e rivoluzioni dal 1900 d.C. al 1997 d.C.

Ricorda:

è molto più probabile che tu venga ucciso dallo stato che vuole proibire le armi ai civili, piuttosto che dal tuo vicino di casa con il suo AR-15.

“Mai fidarsi di un governo il quale non si fida che i suoi stessi cittadini siano armati”
(Benjamin Franklin)

QUI IL LIBRO DI RUMMEL PUBBLICATO IN ITALIA DALLA LFE nel 2002!!!

Articoli recenti
Mostrati 2 commenti
  • Antonio Bettanini
    Rispondi

    Anche nelle più consolidate democrazie (Regno Unito, Francia, U.S.A., ecc.) mi risulta che siano MAI stati indetti dei referendum per consentire ai cittadini di scegliere direttamente se iniziare una guerra o meno.
    Ma che cosa è la democrazia? Forse è un modo per scegliere chi dei membri di una casta deve governare il popolo bue?

  • Ciccio Addamurì
    Rispondi

    Bravo Ciccio, tu sì che sai cantarle!

    E che si creino subito comitati di base e sindacati di truppa per discutere e fare vertenza sugli ordini ricevuti.
    Poi però, quando ci sono votazioni di qualsiasi genere, i cosiddetti libertari sono i primi a deriderle e disertarle.
    Ma per favore.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca