In Economia

di P.B.

L’invasività del nuovo registratore fiscale telematico per gli esercizi commerciali è qualcosa di vergognoso.

1. Devi effettuare e trasmettere la chiusura fiscale giornaliera ANCHE nei giorni in cui sei chiuso come le domeniche.

2. La scheda elettronica (tipo SD) su cui vengono memorizzate le operazioni (di cui si ignora la necessità visto che esse vengono comunque trasmesse telematicamente) è tarata sempre per 300 chiusure come con i vecchi registratori non connessi. Solo che se prima ti durava circa quattordici mesi ora, dovendo effettuare le chiusure anche nei giorni festivi, te ne dura dieci. Ignoto poi il motivo per cui una scheda SD di memoria che in un negozio di elettronica costa meno di 20€ (compresa IVA), per il solo fatto di essere “fiscalizzata” te ne debba costare 45 più IVA.

3. Devi comunicare anticipatamente e in via telematica i periodi di chiusura come le ferie (estive o invernali che siano) o anche solo la festa del santo patrono se, come nel nostro caso, prevede una chiusura di più giorni.

4. Se sei da solo e sei malato devi comunque andare in negozio a trasmettere la chiusura giornaliera pena le più gravi sanzioni.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

5. I registratori possono comunicare SOLO via rete cablata. Il che vuol dire imporre al negoziante di stipulare un contratto internet via fibra o ADSL (oppure, se vuole evitare l’obbligo (o se è un ambulante) deve attrezzarsi con dei dispositivi che trasformino il segnale cablato in uno WiFi).

6. I registratori non possono avere gli indirizzi IP assegnati dinamicamente (da DHCP) ma DEVONO avere un indirizzo IP fisso definito al momento dell’installazione. Ovvero se voglio cambiare la configurazione della mia rete aziendale devo chiamare il tecnico per far riprogrammare il registratore.

7. Alla faccia dell’ambientalismo di maniera dei politicamente corretti che lo hanno imposto, il documento emesso dal nuovo registratore è lungo mediamente oltre il doppio dei vecchi scontrini fiscali ed è prodotto su carta termica NON riciclabile. Ovvero il negoziante più che raddoppierà la spesa per i rotoli di carta.

Come avere un pesante avvoltoio appollaiato sulla spalla che spia i cazzi tuoi per strappare brandelli per il 70% del tuo pasto.

Articoli recenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca