In Anti & Politica

di THOMAS JEFFERSON

La questione secondo la quale una generazione di uomini possa avere il diritto di vincolarne un’altra, non sembra essere stata sufficientemente dibattuta da questa parte dell’Oceano.

Eppure, si tratta di un tema che incorpora una serie di conseguenze tali da essere non solo discusse nel merito, bensì assurte a principi fondamentali di ogni governo…

Ho voluto, per un motivo alquanto evidente, stabilire che “la terra appartiene, in usufrutto, ai viventi”; ai morti non è concesso di esercitare poteri né diritti su di essa.

La terra appartiene ai vivi, non ai morti.

La volontà e il potere dell’uomo cessano di esistere con la sua vita, per legge di natura…

Possiamo considerare ogni generazione come una nazione distinta, con un diritto, scaturente dalla volontà della sua maggioranza, di vincolare i suoi aderenti, ma nessuno può impegnare la subentrante progenie, così come gli abitanti di un altro paese…

A diciannove anni dalla data dell’accordo, quindi, la maggior parte dei sottoscrittori saranno morti e, conseguentemente, l’accordo stesso non produrrà effetto alcuno.

Recent Posts
Comments
  • Malgaponte
    Rispondi

    Tutto dipende dal fatto se l’accordo e i morti appartengono alla sinistra perchè in quel caso è vincolante come i precetti religiosi voluti anch’essi da morti di ancor più antica data.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search