In Anti & Politica, Primo Piano

DI LEONARDO FACCO

Altro che locuste speculatrici dall’estero, il problema sono i parassiti insaziabili indigeni! Proprio così signor Berlusconi ed è anche grazie a lei (ed ai suoi sodali leghisti) se questo paese è tutto tranne che liberale, anzi è soprattutto clientelare.

All’insegna dell’eterno paternalismo, in Italia vige la dottrina del “pasti gratis per tutti”, soprattutto quando si tratta di amici degli amici, ai quali un posto a tavola per banchettare a spese dei contribuenti lo si trova sempre.

Si legge sui giornali: “Si poteva lasciare il bravo e fedele Mario Baccini, già fra i leader dell’Udc di Pier Ferdinando Casini ed ex ministro della Funzione pubblica nell’ultimo governo Berlusconi, senza una bella poltrona su cui sedere”?

Macché! Un presidente del Consiglio abituato ad elargire regali, e bustine con migliaia di euro alle “peri-simpatiche” che frequentano i “bunga-bunga” (lì almeno i soldi sono suoi!), non può che continuare lo scialacquio e lo sperpero dei suoi predecessori: “E’stato inventato una sorta di ‘ministero’ in miniatura, ma con tutte le ‘cosine’ al posto loro. E’ spuntato tra le pieghe del decreto sviluppo (votato l’altro ieri anche dal cialtrone Umberto Bossi), l’Ente Microcredito. Una specie di mini-ministero creato ad hoc con tanto di dipendenti e struttura e, soprattutto, con emolumento per Baccini: 108mila euro annui, oltre allo stipendio da parlamentare”.

Briciole, dirà qualche buontempone, rispetto alle spese totali dello Stato: non son questi i problemi veri, si sente sussurrare nei corridoi di “Castopoli”!

Ancora dalla stampa: “L’Ente nazionale per il Microcredito, nascerà dalle ceneri di un Comitato che era stato già istituito presso la presidenza del Consiglio nel marzo del 2006, ma ora si trasformerà in un vero e proprio Ente pubblico. I dipendenti saranno 20, di cui 15 comandati da altre amministrazioni e 5 assunti per concorso”. E anche il parassita Baccini è sistemato!

La notizia ci serve da spunto per ricordare quanto la cialtroneria leghista (manifestatasi in tutta la sua essenza a Pontida) sia il motore di questo governo. Roberto Calderoli, clownesco ministro per la semplificazione, oltre un anno fa fece delle promesse sul taglio degli enti inutili. Ricordate? Era il 28 ottobre 2009, a “Otto e Mezzo”, dove annunciò:: “A fine mese succederà una cosa che non è mai successa in Italia: cadrà la ghigliottina sugli enti inutili! Risultato? Come riportato dal quotidiano online linkiesta.it ieri: “Il poderoso progetto di potatura annunciato dal ministero della Semplificazione non sta però andando nella direzione auspicata. Ad oggi, leggi approvate alla mano, gli enti soppressi sono stati poco più di 20, per l’esattezza 24, come descritto nella legge 122/2010. In termini percentuali Calderoli ha tagliato lo 0,06% degli enti inutili censiti dal suo Governo. Se si vanno ad esaminare i singoli casi, in realtà, per non pochi di essi, si è trattato non già di una definitiva eliminazione, ma di un mero spostamento delle relative attribuzioni ad altro ente”.

Ora capite perché è giusto che sia Bisignani – un pluripregiudicato dai comportamenti oscuri – il vero emblema di quest’Italia di piglianculo e quaquaraquà!?

Recent Posts
Showing 16 comments
  • zenzero
    Rispondi

    io lo ho capito dieci anni fa e me nesono andato altrove. E mi trovo benissimo.

  • zenzero
    Rispondi

    io lo ho capito dieci anni fa e me nesono andato altrove. E mi trovo benissimo.

  • Rodolfo
    Rispondi

    …io pero non me ne voglio andare…voglio invece rompere il c.. a tutti quei farabutti celebrolesi che ” ci governano “…..e non solo.
    RIVOLUZIONE!!!!!!!!!!!! RIVOLUZIONE!!! RIVOLUZIONE!!

  • Rodolfo
    Rispondi

    …io pero non me ne voglio andare…voglio invece rompere il c.. a tutti quei farabutti celebrolesi che ” ci governano “…..e non solo.
    RIVOLUZIONE!!!!!!!!!!!! RIVOLUZIONE!!! RIVOLUZIONE!!

  • andrea
    Rispondi

    Si, ma quelli come Bisignani sono solo un sintomo di questo sistema, non la causa. L’inchiesta P4 secondo me è più fumo che altro, solo uno specchietto per le allodole, per deviare l’attenzione e la rabbia del popolino, da problemi più seri, in fin dei conti serve proprio ad assolvere l’attuale sistema politico

  • andrea
    Rispondi

    Si, ma quelli come Bisignani sono solo un sintomo di questo sistema, non la causa. L’inchiesta P4 secondo me è più fumo che altro, solo uno specchietto per le allodole, per deviare l’attenzione e la rabbia del popolino, da problemi più seri, in fin dei conti serve proprio ad assolvere l’attuale sistema politico

  • Leonardo Facco
    Rispondi

    Caro Andrea, in parte è vero, i Bisignani sono solo un sintomo, ergo LA MALATTIA E’ BEN PEGGIORE!

    • andrea
      Rispondi

      Già purtroppo è così, e queste inchieste secondo me sono ingigantite e gonfiate ad arte proprio come specchietto per le allodole. Se esiste una fantomatica loggia massonica “sovversiva”, gli organi che compongono lo stato, ne escono automaticamente assolti!
      Ma il sistema che emerge dalla fantomatica loggia P4(che potrebbe anche non esistere, ed essere una congettura), è la norma, non è un’eccezione come si vorrebbe far credere

  • Leonardo Facco
    Rispondi

    Caro Andrea, in parte è vero, i Bisignani sono solo un sintomo, ergo LA MALATTIA E’ BEN PEGGIORE!

    • andrea
      Rispondi

      Già purtroppo è così, e queste inchieste secondo me sono ingigantite e gonfiate ad arte proprio come specchietto per le allodole. Se esiste una fantomatica loggia massonica “sovversiva”, gli organi che compongono lo stato, ne escono automaticamente assolti!
      Ma il sistema che emerge dalla fantomatica loggia P4(che potrebbe anche non esistere, ed essere una congettura), è la norma, non è un’eccezione come si vorrebbe far credere

  • andrea
    Rispondi

    Insomma visto che cresce la sfiducia nello stato, nella giustizia, nel sistema di potere dei partiti, ecc… l’inchiesta P4 serve a lanciare il messaggio, che non è lo stato e l’intero sistema politico ad essere marcio, ma è una fantomatica associazione segreta potentissima ad aver corrotto alcuni componenti del stato. Il resto del sistema è sano, la magistratura (che sta indagando) è sanissima, il parlamento e i partiti sono marci solo in parte, tutta la merda deriva dalla fantomatica P4!

  • andrea
    Rispondi

    Insomma visto che cresce la sfiducia nello stato, nella giustizia, nel sistema di potere dei partiti, ecc… l’inchiesta P4 serve a lanciare il messaggio, che non è lo stato e l’intero sistema politico ad essere marcio, ma è una fantomatica associazione segreta potentissima ad aver corrotto alcuni componenti del stato. Il resto del sistema è sano, la magistratura (che sta indagando) è sanissima, il parlamento e i partiti sono marci solo in parte, tutta la merda deriva dalla fantomatica P4!

  • albert nextein
    Rispondi

    Leo potrebbe pubblicare sul sito una specie di curriculum di questo Bisignani.Qualcosa di sintetico.
    Naturalmente non subito,so benissimo che occorre tempo e certezza su quanto si pubblica.
    Ma di questo personaggio,maestro del basso intrallazzo da pollaio,quale è la politica italiana,è bene saperne di più.
    Io ricordo che fu anche amministratore delegato,nominato da non so chi,di una qualche azienda pubblica.
    Un mestatore del genere ,un lobbista all’italiana di questo calibro,deve avere una storia interessante.
    I suoi maestri,amici ,compagni di merenda, tutta materia di interesse per la pubblica opinione.
    Leo ha radiografato il Bossi,personaggio da osteria prestato alla politica da pollaio,in modo esemplare.
    Un bel sunto su questo Bisignani non sarebbe male.

  • albert nextein
    Rispondi

    Leo potrebbe pubblicare sul sito una specie di curriculum di questo Bisignani.Qualcosa di sintetico.
    Naturalmente non subito,so benissimo che occorre tempo e certezza su quanto si pubblica.
    Ma di questo personaggio,maestro del basso intrallazzo da pollaio,quale è la politica italiana,è bene saperne di più.
    Io ricordo che fu anche amministratore delegato,nominato da non so chi,di una qualche azienda pubblica.
    Un mestatore del genere ,un lobbista all’italiana di questo calibro,deve avere una storia interessante.
    I suoi maestri,amici ,compagni di merenda, tutta materia di interesse per la pubblica opinione.
    Leo ha radiografato il Bossi,personaggio da osteria prestato alla politica da pollaio,in modo esemplare.
    Un bel sunto su questo Bisignani non sarebbe male.

  • maurizio
    Rispondi

    bell’articolo.

  • maurizio
    Rispondi

    bell’articolo.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search