In Anti & Politica, Economia

DI LUCIANO TOSI

Si stanno organizzando per controllare quanti caffè berremo ogni giorno, ma sembra che interessi loro anche l’ammontare della mancetta che diamo ai figli ed ai nipoti. Qualcuno dice addirittura che, di questi tempi, è meglio stare attenti anche a quanto spendiamo per i regali per gli amici, per la moglie o per le vacanze o per eventuali cene fuori casa e per tutto quello che può essere considerato non “congruo” alla nostra denuncia dei redditi. Ci sarà il redditometro a dire se siamo nel giusto.

Insomma, prima di fare un passo è più igienico recarsi direttamente all’Agenzia delle entrate ed informarsi sulle ipotetiche conseguenze fiscali delle nostre spese, della nostra dissoluta bontà se del caso. E questo sarebbe un Paese libero? Ah,se vi venisse in mente di andare in banca a prendere i vostri soldi, che siano non più di un “tot”, mi raccomando, ed abbiate l’accortezza di comunicare a cosa vi servono, perchè “lor signori” vogliono capire da dove li prendete, i vostri soldi.

Bisogna salvare l’Italia, dicono, e qualche sacrificio e d’obbligo. Anche sulle pensioni,qualche anno in più in fabbrica non è poi la fine del mondo 40 anni o 41 o 42 o 43 cosa cambia? Anche per quanto riguarda l’ammontare della pensione, poi, 900 euro o 1000 o 1100, dov’è la differenza? Ci chiedono, sempre per salvare il paese, un piccolo sacrificio: ci si può rifiutare?

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Bisogna essere realisti,non possono certamente farli “loro” i sacrifici, non sono abituati a lavorare, dopo una vita a 20.000 o 30.000 e più euro mensili, giù le mani dal vitalizio, la chiamano così la loro pensione, dopo pochi mesi di “lavoro”, no? Come possono, ora, iniziare a tirare la cinghia? Ci vuole tempo per cambiamenti così radicali.

Viene da chiedersi che opinione abbiamo di noi stessi per credere ancora a simili panzane. Viene da chiedersi quando li prenderemo a calci nel sedere.

Non mi ricordo chi ha detto che “la politica è il mezzo per guadagnarsi da vivere utilizzato dalla parte più spregevole della nostra classe criminale”. Ah sì, lo disse Ambrose Bierce, credo avesse ragione. Sarà che il crimine paga?

Recent Posts
Showing 6 comments
  • Fortebraccio
    Rispondi

    IN FORCONS WE TRUST

  • zenzero
    Rispondi

    Forte Bierce

  • Deciomeridio
    Rispondi

    Quando lo Stato , nei decenni passati , elargiva pensioni e posti di lavoro a Cani e Porci , tutto questo astio nei confronti della ” casta ” non esisteva…..

    • Roberto
      Rispondi

      A me non ha elargito un bel niente e l’astio per quanto mi riguarda è costante nel tempo…

  • TPM
    Rispondi

    lo stato ha elargito risorse nei decenni passati, solo che erano risorse mie e debiti che io dovrò pagare.
    Grazie tante stato!

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search