In Anti & Politica, Economia

DI FUNNYKING*

Non esiste una sola ragione per produrre ricchezza in questo paese, è illogico, è sbagliato, è immorale.  Dobbiamo ribellarci nell’unico modo civile che ci è rimasto. Dobbiamo usare l’arma che nessuno Stato  potrà mai togliere all’individuo. Smettere di credere, smettere di produrre, smettere di dare il meglio di noi per questa banda di parassiti.

Mi rivolgo ai giovani e a chi ancora non ha messo radici in Italia: votate con i piedi. Andatevene da questo paese e fatene meta per le vacanze. Non fatevi ingannare dal patriottismo peloso di chi vi vuole qui senza futuro, a pagare come schiavi un debito che non avete fatto. Dovete costringere con la forza i vostri padri a sedersi con VOI allo stesso tavolo e ad accettare oggi, anche loro, le stesse condizioni a cui vi hanno costretto.  Le leggi criminali dello Stato Italiano vi obbligano a pagare  i LORO “diritti acquisti”, siete precari, siete costretti ad aprire una partita IVA per lavorare come dipendenti, avete paghe da fame. Se ancora vi rimane un briciolo di rispetto per voi stessi, rifiutatevi, andatevene.  Siete giovani! Avete la freschezza mentale e fisica per farvi una nuova vita lontano dall’inferno che questi parassiti con il pannolone vi hanno cucinato.

E’  un atto immorale rimanere qui per essere schiavi.

E’ immorale per il rispetto che ciascuno deve avere per sé stesso. Dove è la moralità nel lasciare che lo stato vi porti via il 70% del frutto del vostro lavoro e del vostro ingegno? Dove è la moralità nell’accettare di pagare i privilegi che i vostri padri si sono assegnati quando a voi viene riservato tutt’altro trattamento?

E’ immorale per il rispetto che ciascuno deve avere per la propria famiglia. Davvero credete che le tasse e la pletora di regolamenti che vi hanno imposto torneranno utili ai vostri cari quando la crisi si farà più forte? Non è così. E allora, tonerà utile, anche per i vostri cari, la ricchezza che sarete riusciti ad accumulare fuori dello Stato Italiano.

E’ immorale per l’Italia. Lavorare e pagare qui, significa permettere ai parassiti di sopravvivere e continuare distruggere il buono che ci rimane come nazione. Ogni giorno il nostro tessuto produttivo chiude o si sposta in nazioni dove è ancora possibile fare impresa. Non è per il  malanimo o la furbizia degli imprenditori italiani, pensate sia  semplice liquidare tutto e  licenziare (spesso amici di famiglia) per riaprire da un’altra parte? No, non lo è, è una scelta obbligata. Accade che, ad un certo punto, non è più possibile lavorare 15 ore al giorno, sabato e domenica compresi, competere nel mercato e lottare contro la burocrazia italiana, riuscire ancora a fare un utile e poi vederselo espropriato dallo Stato. Fermate questa follia, non partecipate più a questo scempio.

Mi rivolgo a chi, come me, ha messo radici in Italia o non vuole andarsene: smettiamo di lavorare come sappiamo, smettiamo di dare tutto di noi stessi, smettiamo di sacrificare tempo per produrre più dello stretto indispensabile. Consumiamo il meno possibile e teniamo i nostri capitali fuori da questo paese. Vale anche per noi, a produrre, consumare e investire in Italia ci sarà sempre tempo. Torneremo a  farlo quando sarà giusto PER NOI, quando saremo messi nelle condizioni di contribuire ad una società che non ci ruba più il futuro. Torneremo a farlo quando il frutto del nostro maggiore impegno tornerà ad essere nella nostra disponibilità. Vi faccio una domanda: ha senso spaccarsi la schiena e vederne il guadagno rapinato quasi del tutto dallo Stato? No non lo ha, è illogico, sbagliato e una volta di più,immorale.

Non esiste alcun futuro per uno Stato che si arroga il diritto di spendere più del 40% di quanto producono i propri cittadini. l’Italia spende il 52% del suo PIL, Mario Monti è solo l’ultima incarnazione del sistema di potere vigliacco, cialtrone e inetto che ci ha portato in questa situazione:

dal Blog di Antonio Martino (verso la bancarotta):

……I nostri problemi non sono la patologia accidentale di un sistema di trasferimenti sano ma l’esito fisiologico, prevedibile e previsto, di un sistema sbagliato. Pensare che si possa crescere quando lo Stato e le altre amministrazioni pubbliche assorbono oltre il 51% del reddito nazionale è semplicemente donchisciottesco e del tutto irrealistico. Mai nessun paese al mondo ha avuto uno sviluppo sostenuto quando la spesa pubblica supera il 40% del reddito nazionale. La Svizzera è quasi priva di risorse naturali, non ha una popolazione omogenea, avendo lingue nazionali, religioni ed etnie diverse, eppure è il paese più ricco in Europa. Perché?
E’ l’unico paese europeo nel quale la spesa pubblica non supera il 35% del pil e ha un federalismo cantonale vero, non l’orrendo scimmiottamento che ne abbiamo perpetrato in Italia, dove vengono considerati enti locali la Lombardia e la Sicilia, rispettivamente con 9,5 e 5 milioni di abitanti. La Confederazione Elvetica, con sette milioni di abitanti, ha ben ventisei canoni autonomi. Quello è vero federalismo, il nostro non lo è……..

Ci sono dodici punti di PIL di troppo che vengono intermediati dallo Stato. Sono 200 miliardi di euro che vanno lasciati nella disponibilità di imprese e cittadini italiani per tornare ad essere un paese in cui vale la pena di vivere. 50 miliardi servono per arrivare al pareggio di biliancio, 150 devono essere utilizzati per un taglio feroce alla pressione fiscale. Fatto questo, l’economia e la società italiana smetteranno di regredire e torneranno a crescere. Il debito pubblico non sarà più un problema.

Non fatevi incantare, anche questo governo ha agito sulla leva fiscale, non sulla spesa. Mario Monti e il suo governo di “tecnici”  non sono stati eletti  e appartengono interamente  al 4% più ricco e privilegiato (avete presente Martone?) della società. Sarebbero costoro la nostra “unica” speranza?

 

AGGIORNAMENTO:

L’Evento: Oggi 24 Feb 2012 alle 21 La Rivolta di Atlante sarà mainstream. Parteciperò come ospite in studio alla trasmissione di La7  le Invasioni Barbariche condotto da Daria Bignardi. Mi è stato chiesto di spiegare in televisione, per quali motivi  è illogico, è sbagliato e  immorale, continuare a produrre ricchezza in questo paese.

ScreenHunter 02 Feb. 24 07.591 LEVENTO: La Rivolta di Atlante, Ore 21   FK su LA7 alle Invasioni Barbariche

Non prendete impegni per questa serata. E che la Rivolta cominci.
* Link all’originale: http://www.rischiocalcolato.it/2012/02/la-rivolta-di-atlante.html

 

 

Recent Posts
Showing 32 comments
  • carlo maggi
    Rispondi

    Carissimo Funnyking ,

    questo paese ha bisogno di un ” John Galt “……..spero che Tu sia il nostro.

    Aspetto ansiosamente l’arrivo del “distruttore” !!!!!

    Con affetto e stima………chiunque Ti sia.

    Carlo Maggi

    • Rispondi

      Concordo completamente.
      Siamo in mano a C.I.O.: Criminalità Istituzionale Organizzata.
      Mi chiedo, anche per il minino che continueremo a fare, se non è il caso di chiedere e assoggettarsi a una CONDUZIONE D’AZIENDA PREVENTIVAMENTE CONTROLLATA.
      Lavoro sotto loro sorveglianza preventiva, mi trattengo uno stipendio e gli verso ciò che avanza: SE AVANZA.
      Almeno non mi rodo il fegato !!!

  • antonio
    Rispondi

    ancora co’ sta bufala del 70%???
    a BUGIARDONE!!!
    non e’ possibile lavorare 15 ore? pero’ in romania i tuoi operai ce li fai lavorare 15 ore!
    io me ne sto scappando dall’italia… ma per scappare dall’imprenditore privato SCHIAVISTA!

    • FrancescoPD
      Rispondi

      Se mettiamo in discussione anche i dati ufficiali OCSE che parlano di una pressione fiscale del 68 e rotti %, stiamo freschi,.. si può capire come lo Stato tiranno allegramente bellamente ripulirà tutti gli inconsapevoli.

      Comunque, nessuno la trattiene qui!
      Libertà è garantita anche a lei di andarsene.

      • antonio
        Rispondi

        ma quali dati ocse???
        ma se il pil è 1600 e le entrate fiscali 400 (650 inclusa la previdenza), quant’è la %???
        ma li leggete i bilanci?
        quanto avevate in matematica a scuola?

        • FrancescoPD
          Rispondi

          . tranquillo, ti lascio la tua ragione…

          Invio ad un pensiero,.. oltre a pagare le tasse come da tabella, quando prendi la macchina e ci fai il pieno per andare al lavoro, come le chiami quelle beneficenza??,.. o poi, l’enel, il gas, il telefono,… tutte esentasse vero?
          Io ribadisco mi guardo le tabelle OCSE, tutto il resto sono fantasie, soprattutto se diffuse tramite stampa e televisione di regime.

          Comunque se non ne hai ancora abbastanza di tasse, pagale pure, ..anzi se lo vuoi fare anche per altri, nessuno se ne offende.

          Come detto nel mio precedente, ora avranno la loro soddisfazione anche coloro che invocano più tasse, o ignorano la reale oppressione,.. anzi spero che si accaniscano con più ardore con queste anime pure.

          Buonanotte

        • domenico
          Rispondi

          La pressione fiscale in Italia è del 43,5 % su base nazionale, ma su base aziendale è del 68% (dati OCSE).

          • FrancescoPD

            appunto,.. la “deindustrializzazione per la sopravvivenza” che abbia il suo corso.
            Io mi identifico con la mia azienda, e sto pagando il 70% e non il 43 (ora già diventato 45 e rotti comunque) 70% quando ti va bene, perchè il giorno che lo Stato assassino ti taglieggia con 12 giorni prima che scadano i termini per l’accertamento fiscale come mi è successo, facendo terrorismo e accusando senza titolo e prova di problematiche contabili fiscali, ecco anche con il 70% non sarei più d’accordo, purtroppo!!
            Queste disavventure con lo Stato “zecca, parassita” è una cosa ormai consolidata negli ultimi tempi.
            Non è l’evasore che ruba agli altri, è lo Stato che ruba e sta scavando sotto le fondamenta dell’economia facendola crollare.

  • carlo maggi
    Rispondi

    Caro Antonio ,

    posso , per cortesia , sapere come Ti guadagni da vivere ????

    Grazie per la risposta

    Carlo Maggi

    • antonio
      Rispondi

      ERO cassiere in una banca privata… mo’ dopo l’ultimo contratto ME NE VADO! stateci voi a lavorare dalle 8 alle 22! ma che minchia abbiamo inventato a fare macchine e computer se poi dobbiamo lavorare sempre di più???
      il mio capitale è il mio TEMPO LIBERO… libero dalle vostre MALATE ossessioni di lavorare/consumare!

  • Franco Grassi
    Rispondi

    Nel mio piccolo, ho cambiato paese da 6 anni per dare un futuro meno incerto ai miei figli

    • faniarte
      Rispondi

      Salve ,scusa se sono invasiva,non ti chiederò dove ma come dicevo nel mio post c’è un’età limite per andare ? e se hai qualche consiglio generalizzato..Grazie
      Saluti e grazie per l’eventuale info….

      • Franco Grassi
        Rispondi

        Mi sembra una domanda che abbia poco senso in un sito come questo…… siamo individualisti perche’ SAPPIAMO che non esistonoo soluzioni valide per tutti…..

        Pero se vai su questo sito trovi un sacco di esperienze che mostrano come si possa fare.

        http://www.italiansinfuga.com/

        Proprio un grande sito!!!!

        Ciao

      • fabio (da roma)
        Rispondi

        un consiglio sommesso: leggi TUTTI i post. So che leggere non è semplice, ma questo ne vale la pena, secondo me: http://www.enrico.it/voglio-andare-a-vivere-in-svizzera/
        salluti
        Fabio

  • faniarte
    Rispondi

    Salve!! Condivido in pieno l’articolo ….andarsene…quoto la svizzera senz’altro(lavoro in proprio come artigiano) ma se dovessi pensare ad altri luoghi extraeuropei …dove espatriare …..non è così facile …per i giovani è diverso ma per chi cade nella fascia dei baby boomers? nè carne nè pesce e col terrore , alla fine se ti tocca rimanere non avere nemmeno la pensione…Morale….andare via si rende comunque necessario per la sopravvivenza?
    Saluti

  • Rispondi

    Concordo completamente.
    Siamo in mano a C.I.O.: Criminalità Istituzionale Organizzata.
    Mi chiedo, anche per il minino che continueremo a fare, se non è il caso di chiedere e assoggettarsi a una CONDUZIONE D’AZIENDA PREVENTIVAMENTE CONTROLLATA.
    Lavoro sotto loro sorveglianza preventiva, mi trattengo uno stipendio e gli verso ciò che avanza: SE AVANZA.
    Almeno non mi rodo il fegato !!!

    • iano
      Rispondi

      cHIAMALO CIO CCCP PD PDC PDL !!!CHIAMALO COME VUOI ,MA SE NON TE LA SENTI DI LOTTARE,RASSEGNATI E PAGA!!!(BISOGNA SAPER PERDERE).STO PENSANDO DI COMPRARE DEI BARCONI PER TRASPORTARE I GIOVANI LOWCOAST!!!VERSO LA LIBIA.GUADAGNERO’ UNA BARCA DI SOLDI !!!!

  • michele lombardi
    Rispondi

    perfetto,
    Antonio Martino deve solo dire dov’era quando Silvio ha finito di seppellire l’Italia.
    da quanto ne so, ha votato tutte le sue leggi, comprese quelle per Ruby Rubacuori.

    PS – Martino vaffanculo

    • iano
      Rispondi

      Invece Prodi ha fatto di meglio ??o D,Alema ??? o Fassino ??? Bersani che senza Berlusconi è rimasto (senza parole !!)CHI Chi ha fatto meglio di Berlusconi !!?Fammi un nome….Questa tifoseria da stadio “curva nord,,curva sud !!”schierarsi per fare rivalità,guerra !!Loro sono tutti colleghi,fanno finta che si scannano !!! ma quando si incontrano al bar del “palazzo” BACI & ABBRACCI !!!!!

  • iano
    Rispondi

    La sua azienda lavora materiale ferroso,molti operai si sono fatti male,qualcuno è rimasto invalido. grandi lavoratori competenti e con alto senso del dovere,volenterosi hanno contribuito a fare arricchire tutta la generazione MARCEGAGLIA.Adesso Emma,va a dire in giro che gli operai Italiani sono tutti ladri,fannulloni,e lavativi !!!che l,art.18 è la causa della crisi mondiale,che ci sono lavoratori troppo tutelati,e lav. meno tutelati….(quindi togliamo la tutela a tutti !!!)Flessibilità buona e cattiva in entrata e in uscita…Ma che se sta a inventà per fottersi lo stipendio milionario di presid.-confindustria !?!? Consiglierei al suo medico di rivedere la cura di piscofarmaci (sembra che non da risultati)infatti quella “strega”è completamente ESAURITA !!!!!

    • michele lombardi
      Rispondi

      Silvio e’ stato uno scandalo continuo.
      nessuno peggio di lui.
      lui ha corrotto i costumi, le idee, le persone.
      ha portato l’oscenita’ al potere.
      nella sua falsa carriera di imprenditore ha rubato di tutto, anche casa suaa d una ragazzina orfana di genitori… Previti gliela rubo’ per Silvio: che uomini di merda.
      Silvio e’ un incapace, ha fatto carriera solo perche’ pagava tangenti al PSI e corrompeva giudici come dimostrato dalle sentenze passate in cassazione.
      economicamente e’ dimostrato che con lui si siano sempre alzate le tasse, debito e deficit.
      e’ uno stupido, un imbecille, un vanesio di nulla, un impotente complessato.
      e’ stato un bluff totale.
      con maggioranze larghissime ha fatto solo danni.
      da quando se ne e’ andato non ne parla nessuno, perche lui e’ un nulla, una persona che non lascia nulla, non vale nulla. ha solo arraffato, rubato, nulla piu.
      le sue aziende stanno crollando, senza lui al potere che le pompava chiedendo contratti pubblicitari alle aziende per avere favori dallo stato.
      adesso paga perche’ i gironali parlino di lui.
      il PDL dopo lui e’ distrutto, non esiste piu e in molti casi non si presentera’ piu.
      tutte le persone che hanno avuto a che fare con lui sono uscite devastate.
      e’ ora che muoia e si tolga dal cazzo.
      nel silenzio generale.

      • FrancescoPD
        Rispondi

        sono pienamente daccordo con te, purtroppo le donnine guardano la TV e santificano pernonaggi squallidi viscidi come questo. A proposito l’ho letta anch’io la storia del monolocale di Arcore,.. ma nessuno si scandalizza,.. d’altronde il pedigree del politico degli ultimi anni è certificato dalla lunghezza della fedina penale.

  • iano
    Rispondi

    Voglio chiarire che io non ho mai votato in vita mia sono completamente “apolitico”e “antireligioso”!!!non ho mai difeso “Silvio”O solo detto che per me sono tutti uguali..(i politici e i preti)Detto ciò:A me non me ne frega un cazzo con chi scopa!!!e ciò che fa nella sua vita privata,E” la maggioranza della gente la voluto e tenuto li per 16anni,quindi te la devi prendere col popolo sovrano non con lui.Poi lui rispetto agli altri “parassiti”da lavoro a centinaia di “ITALIANI”Bersani percepisce stipendio e Basta!!!!(esenp.)Quando la sinistra era al potere (spero mai più)..ha selezionato,raccomandato,e..arruolato studenti destinati a un ruolo molto importante e autorevole..al fine di combattere ed eliminare ogni avversario politico che non sia di sinistra.Per questo è stato ed è ancora persequitato!!!(inItalia le cose si sanno,e la gente mormora)Ma state zitti per favore. “Chi è senza peccato,scagli la prima pietra” !!!!

  • Massimo74
    Rispondi

    @Michele Lombardi

    “Antonio Martino deve solo dire dov’era quando Silvio ha finito di seppellire l’Italia.
    da quanto ne so, ha votato tutte le sue leggi, comprese quelle per Ruby Rubacuori”

    Non tutte.Le ultime finanziarie di Tremonti si è rifiutato di votarle, così come non ha votato la finanziaria del governo Monti.

  • rik
    Rispondi

    mi e’ molto doloroso unirmi ai commenti e dire sono d’accordo:e’vero e non solo da adesso ma da sempre,purtroppo inutilmente,perche’ affermare ”governo ladro e farabutto”,non mi porta conforto anzi,mi fa pesare in modo sempre maggiore il subire una simile situazione da decenni consolidata verso la quale posso solo sfogare la mia rabbia e frustrazione,consapevole di essere impotente a reagire.Non avrei mai creduto possibile di dover vivere in un paese dove ad immagine e somiglianza dei regimi nazisti e comunisti,si arrivasse a manomettere la realta’e l’informazione,usando il metodo del lavaggio del cervello.Su gran parte dei mass media,si divulga la buona novella gia’ di Padoa Schioppa memoria:Le tasse sono belle :gli evasori sono il male estremo del paese e rubano i soldi dalle tasche degli onesti e dulcis in fundo:se non si pagano le tasse si devono abolire i sevizi sociali:Voi tutti direte:non e’ una novita’ fare del terrorosmo da parte dello stato,ma quello che mi irrita di piu’ e’ sentire tutto cio’ su Radio 24 radio della confindustria,sich!la quale informa che sono in allestimento spettacoli teatrali per educare giiovani ed adulti su come sia bello e necessario e moralmente corretto, pagare tutti le tasse poiche’ pagando tutti si paghera’ di meno. Scusate il mio sfogo,e’ che veramente vorrei sfogarmi davvero ma in modo diverso veramente concreto.

  • rik
    Rispondi

    per Antonio: fai presto a dire bufala,ma prioma di parlare informati,poiche’ le opinioni se non sono suffragate da dati reali,rimangono campate in aria. Nedi primi mesi dell’anno passato la CGIA di Mestre,ha analizzato l’incidenza in Italia dell’l’imposizione o meglio della rapina fiscale,determinandola al 67,4 % del reddito di ogni cittadino.Dopo di cio’ ci sono stati:le manovre e il mille pro1roghe di Tremonti che ha aumentato gli importi delle imposte o balzelli gia’ in essere e aumentandone il numero con circa 30 nuovi prelievi – gia’ piu’ di 2000 sono i tributi da noi tutti pagati in modo patente ed in modo latente;a tutto cio’ si sono aggiunti i cosiddetti ”sacrifici” per opera dei neo poverelli di Assisi,come da pubblicazione dei loro esigui averi,salvatori della patria a guida montiana,Ora caro Antonio,con una semplice operazione aritmetica,somma questi ultimi ”equi” espropri al 67,4% della CGIA di Mestre e datti una risposta da solo e felicitazioni.

    • antonio
      Rispondi

      ma informati tu!!!
      settimane fa ho sparato qui svariati link a proposito.
      se il pil è 1600 e il prelievo è 70%, le entrate tributarie dovrebbero essere 1120.
      invece sono 400 (650 aggiungendo i contributi previdenziali).
      PUNTO E BASTA.

      • antonio
        Rispondi

        TIE’!!!
        la stessa cgia mestre dà ragione alle mie cifre e torto alle vostre… sto 70% è frutto di allucinogeni potentissimi

        http://www.cgiamestre.com/2011/09/stima-della-pressione-fiscale-sui-contribuenti-onesti-2/

        spero che dopo sta figur’e’mmerd vi metterete l’anima in pace finalmente.
        bisogna riconoscere gli errori e andare avanti… se poi si continua imperterriti nell’errore allora entriamo nel campo della psichiatria o della paraculaggine. ma la paraculaggine fotte solo gli ignoranti.

        • andrea
          Rispondi

          “Tuttavia, la pressione fiscale che il contribuente onesto sopporta è di fatto superiore e arriva a superare abbondantemente il 50% del PIL.”

          44% è la pressione fiscale media(la media è come il pollo di trilussa, non conta nulla), ma ci sono categorie privilegiate(o gente che può evadere ed eludere facilmente, come molti autonomi, tassisti, baristi, ristoratori, traduttori, ecc..ecc..) che subiscono una pressione molto inferiore, e poi ci sono i tartassati, imprenditori che per motivi tecnici non possono riuscire ad evadere un cent, e dipendenti vincolati al sostituto d’imposta, che pagano più del 50%, in alcuni casi si può arrivare anche al 70%

          • antonio

            andrea,
            ma che la “media” conta solo quando piace a quelli che sostengono il 70%???

  • iano
    Rispondi

    Tutto ciò non è normale…i soldi sono miei,li ho guadagnati col mio sudore,con la mia salute,Tu chi cazzo sei che mi vieni a chiedere tutti questi soldi,Equitalia chi cazzo è che mi viene a chiedere il 9% al giorno di interessi sul debito…..almeno gli usurai hanno prestato dei soldi!!ma equitalia cosa ha fatto per chiedere queste cifre di interessi…..Badate che tutto ciò non è la normalità,ma una forzatura anomala !!! sono solo io il proprietario dei miei soldi, la vita è cara non posso concedere elemosina a nessuno,se gli statali vogliono soldi…..vanno a “lavorare”..!!!

  • rik
    Rispondi

    x antonio: il 67,4% di pressione fiscale sui redditi,e’ un dato della CGIA e non mio;io mi sono limitato a riportarlo e se non credi chiedi tu direttamente alla stessa Cgia (dati pubblicati all’inizio 2011 ) se poi,invece di considerare il rapporto col Pil,fai mente locale su tutte le tasse e gabelle alle quali in mille modi,siamo costretti a subire vedrai che il conto torna: somma all’irpef,le addizionali locali,l’iva,il bollo auto,contributo sanitario su rc auto,bollini blu,ici,tasse sulle tasse su luce ,gas,acqua,ticket sanitari,passi carrai,tasse su apparecchiature elettroniche,canone rai,acvqua minerale, aumenti di bolli e di tariffe,tasse su depositi e c correnti e via dicendo nell’apoteosi della fantasiosa fiscalita’italiana,me lo saprai dire e se poi per eccitare la tua curiositaì,vai in un ufficio Equitalia e fatti dare il voluminoso elenco dei codici tributi ove ciascuno di essi,indica la sua causda di prelievo.E’ forse un metodo empirico,ma di certo molto razionale ed istruttivo e poi,sei padronissimo di pensarla come vuoi.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search