In Anti & Politica, Economia, Libertarismo

DI MATTEO BERINGHI

 

[…] Dipinte in queste rive

Son dell’umana gente

Le magnifiche sorti e progressive.

(G.Leopardi)

 

 

A breve il governo presenterà il tanto atteso (da chi?) piano per il mercato del lavoro, che nel pensar centralizzante del governo dovrebbe portare un vento di novità e più competizione nella penisola italica.
Io pensavo che liberalizzare le licenze taxi fosse più che sufficiente, già mi sentivo ipercompetitivo ed ero pronto a vendermi la macchina su e-bay!
Ma si sa, gli effetti speciali di Bollywood sono niente in confronto ai neuroni che scorrazzano nelle sinapsi del cervello dei nostri politici (autoeletti).

La situazione disperata in cui si trovano le piccole e medie aziende (vera spina dorsale dell’economia italiana) dovrebbe far tremare i polsi a chiunque sia dotato di una minima capacità critica e di analisi dei dati.
A giugno arriverrà una bella batosta con la reintroduzione dell’IMU, che unita all’aumento dell’IVA (da pochi mesi aumentata, e che fra pochi mesi incrementerà nuovamente), renderà la crisi di liquidità ancora più acuta (l’IVA sarà pure una partita di giro per le aziende, ma i soldi in cassa ce li devi avere per versarli allo Stato).

Il divino Monti (non me ne voglia il Divino Otelma, per questo ardito paragone) sta dimostrando di essere uno statalista doc, invece di recidere le inefficienze dello Stato è soltanto intento a reperire le risorse per continuare ad alimentare il baccanale delle Regioni, delle Province (a proposito, non volevano abolirle?), dei vari contributi-dopanti presenti nella nostra economia che alimentano Enti decotti e nullafacenti, pieni di fancazzisti e dirigenti strapagati, il cui unico atto decisionale durante la giornata è scegliere la bevanda da bere davanti alla macchinetta del caffé.

Fosse stata una persona seria il sig. Monti si sarebbe dovuto presentare subito a reti unificate ed annunciare “The party is over, really really over!” ed iniziare una drastica ed efficace cura dimagrante per lo Stato, fermare questa folle rincorsa al debito, lasciare a casa subito qualche centinaia di migliaia di dipendenti pubblici (anche remunerati per un anno intero), liberare le risorse da questi ultimi gestite ed abbassare le tasse a chi produce veramente.

Altro che intraprendere la campagna antievasori. Se si vogliono colpire i furbi, occorre attuare la tracciabilità dei servizi erogati (chi usufruisce più di quanto contribuisce, paga la differenza), non creare una caccia alle streghe, alimentando un clima del sospetto di stile staliniano.
Ultimamente ho sentito storie di finanzierini giovani e giolivi che fermano BMW e Mercedes e chiedono spavaldi e molto maleducatamente: “Ma lei se la può permettere quest’automobile?”. Ma stiamo scherzando? Bravo Monti, good!!! Well done!

Siamo invece sfrecciando sulla Gabanelli’s Highway(*): controllo totale dei 4 spiccioli rimasti, disincentivazione delle attività produttive (vogliono aumentare l’IRAP: la tassa sulle attività produttive, e poi si meravigliano se le aziende chiudono), espansione ulteriore dello stato (che si sa… è piccino piccino e poverino deve crescere).

Altro che magnifiche sorti e progressive.

 

(*) In una puntata di Report la conduttrice Milena Gabanelli difendeva la tracciabilità del contante e sosteneva che «la gente comune non ha necessità di più di una cinquantina di euro alla settimana»

 

Post suggeriti
Commenti
  • Borderline Keroro
    Rispondi

    Monti sta solo raccogliendo i denari da dare alle banche.
    Stop.
    E a questi governanti non eletti nemmeno puoi dire “sciocchini” che subito ti becchi una denuncia.
    Ma allora, mi chiedo, posso tirare loro almeno una riproduzione del Duomo di Milano o un cavalletto della macchina fotografica?
    Oppure contro Berlusca si può ma contro questi “zuzzurelloni” no ?
    Oooops, mi sa che ho appena commesso un reato punibile con la pena capitale.

    OT
    Forse se mi trasferissi all’estero potrei dar loro dei mentecatti.
    Ma più probabilmente meglio stare attenti perché trovi sempre il PM che indaga sulle cagate più incredibili: se un cittadino italiano venisse rapito dagli alieni sono sicuro che in una delle troppe procure italiche ci sarebbe un degno vincitore di concorso in magistratura che aprirebbe un fascicolo contro gli abitanti di Alfa Centauri. Chissà, magari poi ti mandano in TV.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca