In Anti & Politica, Economia

DI FUNNYKING*

L’Italia non sta andando in bancarotta perchè lo Stato non è capace di farsi pagare le tasse, la questione dell’evasione fiscale italiana è una barzelletta, la foglia di fico dietro la quale si nasconde una mostruosa e criminale spesa pubblica.

Tutti i partiti politici derivano il potere dalla capacità di drenare risorse economiche da cittadini e imprese per redistribuirle a se stessi e agli amici. Mario Monti è solo l’ultimo pupazzo utilizzato per nascondere i VERI responsabili del disastro economico e sociale a cui stiamo assistendo. Ciò che è cambiato, rispetto alle politiche del vecchio esecutivo sono state una maggiore presentabilità personale del premier e un accondiscendenza supina al volere del sistema bancario europeo, il cui interesse è farsi rimborsare il debito pubblico italiano il più velocemente possibile.

A dimostrazione che ogni parola che evoca una fantomatica crescita è una menzogna, qui sotto avete l’ultimo rapporto della CGIA di Mestre sulla pressione fiscale. Ancora una volta vi voglio ricordare che non esiste alcuna possibilità di arrestare il declino italiano senza tagliare in maniera feroce la spesa pubblica e la pressione fiscale. Lo stato in realtà è perfettamente in grado di spremere come limoni i suoi cittadini (e lo sta facendo), anche perchè i cittadini stessi, male informati da Media Mainstream Sussidiati dallo Stato (per brevità Media Sussidiati)  non sentono l’urgenza di prepararsi alle prossime, ovvie mosse della casta parassitaria.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Devo ammettere che Mario Monti è di gran lunga più trasparente di qualsiasi altro politico lo abbia preceduto, pochi giorni fa ce lo ha candidamente fatto sapere:

 Il governo conferma nell’ambito dell’attuazione della riforma fiscale provvedimenti diretti “al riequilibrio del sistema impositivo” e “al graduale spostamento dell’asse del prelievo dalle imposte dirette a quelle indirette”. E’ quanto si legge nell’Atto di indirizzo sulla politica fiscale firmato da Mario Monti, nel quale si sottolinea come il riequilibrio prevederà anche interventi sui redditi finanziari…. (TG COM)

Ovviamente Mario Monti mente spudoratamente quando parla di riequilibrio. Sappiamo che le tasse sul patrimonio dell’ultima finanziaria non hanno sostituito nulla. Però, quanto meno sappiamo in anticipo che ci aspettano nuove tasse sui consumi (IVA, Benzina, Accise…) e nuove forme di imposte patrimoniali.

Ad un annuncio di questo genere un giornalismo serio e al servizio dei cittadini avrebbe dovuto dare l’allarme e invece, per l’ennesima volta, si è celebrata la notizia come una genialata del Monti nazionale, non già come la necessità di un parassita di trovare altre fonti da tassare preso atto che i redditi si stanno esaurendo.

Come sapete io penso che collettivamente non ci sia molto da fare, l’Italia ha una popolazione vecchia e le rivoluzioni le fanno i giovani, la democrazia è stata stuprata da leggi elettorali e pratiche politiche che rendono ormai privo di utilità l’esercizio del voto. Ma individualmente i cittadini italiani possono ancora difendersi.

In primo luogo, ove possibile, è’ necessario vendere ogni singola proprietà immobiliare accettando prezzi più bassi di quelli che oggi percepiamo come giusti e che, in realtà, sono il frutto di una bolla del credito ormai estinta.

In secondo luogo è necessario convertire parte del nostro patrimonio in oro fisico, non tracciabile ne raggiungibile dal fisco e al riparo dalle follie monetariste della BCE di Draghi.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

In terzo luogo,per patrimoni sufficientemente alti è fondamentale spostare legalmente i capitali all’estero anche nell’ambito dell’unione europea. Oggi, nella mia opinione, l’ideale è l’Austria dove vige un segreto bancario costituzionale e accettato dall’UE, la Svizzera può essere attaccata in quanto appartenete alla black list (e probabilmente a breve lo sarà).

In quarto luogo, tenere  meno denaro possibile all’interno del sistema bancario e avere una scorta cash a disposizione  anche in valute forti come il Franco Svizzero e la Corona Norvegese.

In quinto luogo, chi può, VOTI CON I PIEDI! Vada via di qui, gli imprenditori che possono lo stanno già facendo, sempre più giovani scelgono una costruirsi vita all’estero, ora è arrivato il momento che anche chi ha maggiori radici, figli e famiglia si interroghi seriamente cosa è meglio per se e per i suoi cari.

In sesto luogo, è necessario riprendere in mano il nostro tempo. Non ha alcun senso impegnarsi nel lavoro e nella produzione oltre lo stretto necessario. Quando la pressione fiscale marginale supera il 70% (tra tasse, contributi e accise) non ha senso logico competere per un aumento dello stipendio o del reddito da lavoro autonomo. Meglio stare con se stessi, la propria famiglia i propri amici.

E ora leggete qui:

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

dalla CGIA Mestre:

Pressione fiscale: quest’anno raggiungeremo il livello record del 45%

 Tra il 1980 ed il 2011 il carico fiscale sui contribuenti è aumentato di oltre 11 punti percentuali. Nel 2012 l’Italia rischia di diventare uno dei paesi più tartassati d’Europa.

“Anche se i dati dell’Istat ci hanno tranquillizzato, il peggio è previsto per quest’anno. Se nel 2011 lapressione fiscale si è attestata al 42,5%, per il 2012 è prevista una crescita esponenziale che porterà il nostro carico fiscale a toccare il 45%. Un vero e proprio record che mai toccato nella storia recente del nostro Paese“.

A lanciare l’allarme è il segretario della CGIA di Mestre, Giuseppe Bortolussi, che ha analizzato sia l’andamento della pressione fiscale registrata in Italia in questi ultimi 30 anni, sia il trend previsto per il prossimo biennio.

Per quale ragione quest’anno si raggiungerà questo picco ? “Con l’introduzione dell’Imu, il ritocco all’insù delle addizionali regionali Irpef, l’aumento delle accise sui carburanti,  l’incremento dell’Iva e l’aumento del prelievo sui titoli di Stato – conclude Bortolussi – saremo costretti, nostro malgrado, a diventare uno dei popoli più tartassati d’Europa”.

Analizzando la serie storica elaborata dalla CGIA, solo quest’anno supereremo il record realizzato nel 1997: anno in cui la pressione fiscale raggiunse il 43,4%. Infine, tra il 1980 ed il 2011 il carico fiscale su famiglie ed imprese è aumentato di 11,1 punti percentuali: una vera e propria impennata.

Pressione fiscale – Stima previsioni –
Rapporti percentuali sul PIL
2012 2013 2014
TOTALE AMMINISTRAZONI PUBBLICHE 45,0 44,9 44,6

Fonte: Elaborazione CGIA Mestre su fonti varie

Pressione fiscale in Italia – Serie storica –
% sul PIL
Anni Pressione fiscale
1980 31,4
1981 31,1
1982 34,1
1983 36,3
1984 34,9
1985 34,6
1986 35,0
1987 35,4
1988 36,6
1989 37,3
1990 38,2
1991 39,2
1992 41,7
1993 42,7
1994 40,6
1995 40,9
1996 41,4
1997 43,4
1998 42,2
1999 41,9
2000 41,3
2001 41,0
2002 40,5
2003 41,0
2004 40,4
2005 40,1
2006 41,7
2007 42,7
2008 42,6
2009 43,0
2010 42,6
2011 42,5

* Link all’originale: http://www.rischiocalcolato.it/2012/03/verso-la-bancarotta-pressione-fiscale-al-45-ed-e-solo-linizio.html

 

Recent Posts
Showing 33 comments
  • Rispondi

    Eppure, malgrado l’intontimento di cui siamo preda, io nutro ancora qualche speranza nei forconi sicialini, pastori sardi, no-tav, gente produttiva, ecc. ecc.
    So bene che all’interno c’è di tutto, spesso in maniera confusa, ma al momento si tratta di abbattare il condominio marcio e putrido.
    Poi si vedrà come, e se, riscostruirlo.

    • CARLO BUTTI
      Rispondi

      Se siamo ridotti a fare affidamento anche sui criminali NO-TAV siamo davvero mal messi. O il movimento libertario si connota come rivoluzione non violenta, mostrandosi determinato a prendere le distanze, senza tentennamenti, da chi intende usare altri mezzi, spesso per fini diametralmente opposti ai nostri, o rischierà di far la fine di tutte le rivoluzioni: bagni di sangue che non risolvono nulla, aprendo la strada alle peggiori dittature.Dobbiamo essere “diversi “anche nei mezzi, avendo come modelli Thoreau e Gandhi. So che così dicendo mi attiro le ironie di molti amici, ma non ci posso far nulla: lontanissimo dalle Chiese istituzionali, continuo a non potermi non dire cristiano.

  • michele lombardi
    Rispondi

    l’Italia repubblicana, democratica, cristiana e’ fallita miseramente e per sempre.

    bisogna rifondare tutto su un nuovo sistema, una nuova cultura di base libera dalle sovrastrutture, dai dogmi, etc…

    un sistema basato sugli individui, sui loro potenziali, sulle loro ambizioni senza intermediazioni politiche, sindacali, cristiane.

    il male assoluto primigenio della depressione occidentale e’ solo e sempre il cristianesimo.

    • Borderline Keroro
      Rispondi

      ma va a cagare!

    • Antonino Trunfio
      Rispondi

      potresti spendere due parole per spiegare cosa c’entra la crisi con il cristianesimo. Grazie.

  • maschile individuale
    Rispondi

    non credo che l’ Italia fallirà e soprattutto non credo che gli italiani faranno la seguente cosa: “vendere ogni singola proprietà immobiliare accettando prezzi più bassi di quelli che oggi percepiamo come giusti e che, in realtà, sono il frutto di una bolla del credito ormai estinta.”

    se davvero è come dici tu tuttavia bisognerebbe aggiungere un altro punto: comprare una casa con terreno, pozzo e impianto energetico in una località dove i prezzi sono in forte calo (esistono tanti borghi rurali semi-abbandonati in italia) ed essere autosufficienti.

  • Dino
    Rispondi

    “l’incremento dell’Iva e l’aumento del prelievo sui titoli di Stato – conclude Bortolussi – saremo costretti, nostro malgrado, a diventare uno dei popoli più tartassati d’Europa”.”

    Diventare?
    Sta CGIA di Mestre che ha fatto negli ultimi decenni?

  • rik
    Rispondi

    anch’io nutro ancora qualche speranza,ma talmente esile da arrivare alla disperazione psichica,poiche’ come e’ la regoletta del latino,spero,promitto e iuro, reggono l’infinito futuro. Mi chiedo percio’ quale sia il limite di rottura perche’ avvenga una rivolta popolare,tanto piu’ che il 45 % di pressione fiscale e’ relativo alle sole imposte dirette,infatti, se si sommano tutti gli infiniti balzelli che piovono sulle nostre tasche dallo stato di rapina,penso che si arrivi ad oltre l’ 80 % ,in quanto gia’ ai primi del 2011,prima ancora delle manovre tremontiane,la CGIA di Mestre aveva fornito il dato che il prelievo fiscale era del 67,4 %.

    • antonio
      Rispondi

      ancora insisti imperterrito!!!

  • michele lombardi
    Rispondi

    tutto l’occidente quando si riprendera’ non sara’ mai piu’ cristiano

    • Borderline Keroro
      Rispondi

      Bene, stavo per scrivere ” echissenefrega!” ma poi ho pensato che almeno un risultato positivo lo svremo ottenuto: tu la smetterai di rompere i coglioni.
      Credimi, non è poco.

  • michele lombardi
    Rispondi

    il risultato positivo e’ liberarsi dall’ipnosi millenaria cristiana
    e non e’ poco

    ben venga la fine di questo sistema occidentale cristiano

    • Borderline Keroro
      Rispondi

      Ma che cazzo c’entra il cristianesimo non lo capisco.
      Cosa ti è successo?

  • rik
    Rispondi

    se per cristianesimo si intendono le gerarchie ecclesiastiche ed il loro poetre politico,posso anche condividere ed in effetti a causa di cio’ l’affluenza nelle chiese e sempre piu’ scarsa ma se si parla di cristianesimo,dei suoi principi e dei suoi valori,indipendentemente dall’avere fede,la cosa cambia poiche’ non solo a mio modesto giudizio esso ha introdotto nella cultura e nella societa’ quella fondatezza universale di valori che stanno,assieme al concetto di democrazia della Grecia classica,a fondamento della nostra civilta’ che considero certamente in modo assoluto superiore a quella islamica e che cerchero’ personalmente di difendere a qualsiasi costo.

    • antonio
      Rispondi

      l’islam deriva da una branca del cristianesimo (arianesimo).
      il cattolicesimo e’ un calderone pagano catalizzato dalla repressione sessuale di derivazione ebraica.

      • antonio
        Rispondi

        praticamente 2/3 del mondo sono stati culturalmente colonizzati dalle allucinazioni di una tribu’ di pecorari del deserto… se scendessero gli alieni non ci crederebbero.

        • Borderline Keroro
          Rispondi

          Porterebbero le allucinazioni loro.
          La ricerca di qualcosa al di là del materiale è insita nell’uomo da sempre.
          E per quello che me ne frega potete anche adorare un vibratore da cemento armato, finché non pretendete lo stesso da me.
          Il punto è che qui ci stanno svenando, e noi ci mettiamo a discutere di religione e metafisica.
          A me pare fuori luogo.
          E’ un comportamento degno dei capponi che Renzo portava in dono all’avvocato Azzeccagarbugli.
          O di Tafazzi, fate voi.

  • CARLO BUTTI
    Rispondi

    Certo che la civiltà cristiana è superiore a quella islamica!So di essere politicamente scorrettissimo, ma la penso così, fermo restando che non abbiamo alcun diritto di imporre con la forza i nostri valori a chi non ne vuol sapere. Senza i principi cristiani non sarebbe nato il pensiero liberale (con buona pace della “Civiltà Cattolica” disse una volta Malagodi), e noi non saremmo qui a difendere i nostri principi libertari, indipendentemente dal fatto che andiamo o no a Messa.

  • Roberto Porcù
    Rispondi

    Condivido l’articolo soprastante, ma tengo a far notare a tutti che la CGIA è una associazione di imprese artigiane ben presente in tutto quello dove c’è da spremere sul lavoro degli artigiani, per esempio, quella di Mestre nell’ente burocratico-politico-sindacale EBAV.
    Il sig. Bortolussi spende inoltre tanti quattrini degli artigiani nel far fare ad una sua scelta cerchia di tecnici, degli studi con i quali lui possa poi apparire ed avere quella visibilità che spende per una personale carriera politica.
    Mi chiedo inoltre cosa c’entrino le religioni con il commento all’articolo ed il motivo per cui chi è stato invitato di andar a cagare, non lo abbia poi fatto.
    Per finire sconsiglio l’amico Carmelo del far affidamento sui forconi siciliani, no Tav e pastori sardi per incompatibilità tra di voi. Se tutto ti va bene per rompere l’unità sociale, allora puoi ricorrere anche a puscher marocchini, bande di giostrai (zingari, ma non si può dirlo), mafie, ecc. Ciao R.

  • CARLO BUTTI
    Rispondi

    Se c’è una religione che non esecra il sesso, ma anzi lo esalta, è proprio l’ebraismo Il Cantico dei Cantici comincia con queste parole .”Mi baciasse con i baci dlla sua bocca!” e perosegue con le immagini sessuali più ardite. Un famoso rabbino disse che se la Bibbia è santa, il Cantico dei Cantici è santissimo. Cerchiamo di non parlare a vanvera, per favore!

    • antonio
      Rispondi

      una religione che uccide a sassate i colpevoli dei terribili crimini di sesso pre e extramatrimoniale (deuteronomio, 22, 20 e seg.) non mi pare che esalta il sesso. i disinvolti costumi sessuali delle popolazioni cananee sono spesso additate come causa dell’ira di jahveh e conseguente sterminio delle stesse popolaziioni. i disinvolti costumi sessuali ellenici sono fra le cause della rivolta dei maccabei.
      gli ebrei sono la prima popolazione nell’area mediterranea ad avere un’idea così negativa del sesso… e senza poi commentare sulla circoncisione, che è un attacco diretto contro la sessualità, checchè ne dicano le varie infamità tese a razionalizzarla.
      il cantico dei cantici, pur essendo zeppo di simboli sessuali, è di origine non ebraica e comunque sia ebrei che cristiani lo interpretano in chiave allegorica come amore tra il popolo e dio/chiesa.
      e se dovessimo dedurre l’esaltazione del sesso sulla base di rappresentazioni artistiche… allora cosa dire dei film della fenech o delle migliaia di siti porno???

      • CARLO BUTTI
        Rispondi

        Il “Cantico dei Cantici” è semplicemente l’esaltazione dell’amore, anche nei suoi aspetti carnall, come “fiamma divina”. Non lo dico io, lo dice l’ebreo convertito Eugenio Zolli in “Guida all’Antico e Nuovo Testamento”.

  • michele lombardi
    Rispondi

    ma cosa minchia dici…

    la bibbia e’ un cesso, copiato da Torah e Paganesimo.

    Gesu’ e’ la copia di Horus, Mythras, Attis, Dyonisus e Krishna, guarda caso nati migliaia di anni prima di lui da una vergine il 25/12, morto a 33 anni, etc…

    il cristianeismo e’ una copia malata di tutte le religioni, scelta da Costantino per alzata di mano a Nicea contro Mythras, solo perche’ essendo Gesu’ e il cristianesimo totalmente falsi erano manipolabili.

    la civilta’ cristiana non esiste, la maggioranza assoluta di tutto l’occidente non e’ cristiana, non crede, non va a messa, non fa nessuna liturgia…
    io sono battezzato e piscio e cago sulla croce.

    la civilta’ cristiana del cazzo e’ responsabile di 200 milioni di morti, la cancellazione della civilta’ greca, romana, maya, incas, africana, etc etc etc

    per fortuna sta morendo.
    in occidente la truffa e’ scoperta, stanno scappando in africa divenendo una religione del 3 mondo, dove solo nell’ignoranza e miseria possono pascolare estorcendo conversioni col cibo.

    porci schifosi cristiani!

    • Antonino Trunfio
      Rispondi

      per fortuna di chi ?

  • Roberto Porcù
    Rispondi

    @ Antonio – Presso le popolazioni primitive capita spesso che siano spacciate come regole divine cose che sono legate alla pacifica convivenza od altro. Per quel che vale la mia opinione, la circoncisione ha lo scopo di favorire la pulizia e l’igene in popolazioni nomadi e pastorali che vivevano in zone non ricche d’acqua.

    • antonio
      Rispondi

      questa e’ proprio la razionalizzazione di cui parlavo…
      in realta’ la circoncisione fa parte dei “riti crudeli della puberta’” che e’ una categoria piu’ vasta. questi riti spesso si manifestano in mutilazioni sessuali. sfido chiunque a classificare la clitoridectomia, l’infibulazione o la subincisione come “norme igieniche”… tra l’altro sono praticate anche da popoli in zone ricche d’acqua.
      inoltre, il 20% dei bambini sottoposti a tali “norme igieniche” poi moriva di infezioni a causa delle ferite… che bella norma igienica! ahah!
      secondo me invece sono mezzi diretti per limitare e traumatizzare la sessualita’.
      s.paolo lo capi’ benissimo e infatti nelle sue lettere condanna queste pratiche e ne propugna la sostituzione con una cristiana “”circoncisione mentale” che e’ piu’ efficace. cioe’, in quelle popolazioni si trasmetteva il messaggio antisessuale causando un traume fisico sull’organo, il cristianesimo invece agisce sul cervello tramite bombardamento culturale (creando perversi, impotenti e malati mentali).

  • daniele
    Rispondi

    Caro leo correggimi se sbaglio….se la pressione fiscale è alta ci sarà un motivo o no?
    forse perchè ci sono enormi buchi!?
    Negli ultimi 50 anni quanti soldi sono stati buttati nel cesso?

  • Roberto Porcù
    Rispondi

    @ Antonio – Dovremmo trattare qui di altro, ma poi finisce che andiamo spesso fuori tema. Innanzitutto io ho nominato solo la circoncisione e non le altre pratiche barbare sulle bambine. Presso i popoli primitivi ci sono, o c’erano, pratiche di iniziazione violenta indicante il passaggio dalla minore alla maggiore età. I pigmei dipingevano di bianco il ragazzino e questi doveva poi vivere da solo nella foresta per una luna e se fosse stato avvistato da un componente della tribù avrebbe dovuto essere ucciso. Quando tornava era considerato un guerriero e poteva anche prendere moglie.
    Tra i Sioux i ragazzi venivano appesi con uncini piantati nei muscoli pettorali ed essi tutta la notte si dimenavano e cantavano circondati dalla tribù e tra gli adulti grande vanto erano le cicatrici procuratisi la notte del loro ingresso fra i guerrieri.
    Per quanto ne so, la circoncisione viene praticata a bambini molto piccoli e non è una pratica di iniziazione.
    Sarai d’accordo con me che i maschi in genere, abbiano meno amore delle femmine verso la pulizia. La pelle che copre il glande agevola il ristagno di cellule morte e quant’altro. Noi “civilizzati” siamo abituati a dare per scontato che la femmina viva più a lungo, ma così non è sempre stato ed ancor oggi in Africa, nel Lesoto e nello Zimbabwe, le donne vivono, (dati del 2010) in media 2 anni meno degli uomini: per la mortalità legata alla sessualità, la femmina in età feconda è sempre stata rara nell’evoluzione umana, tant’è che i maschi che ne avevano la possibilità, se ne accaparravano diverse “per scorta”. La circoncisione, a parte il significato religioso dato poi, penso avesse in origine il motivo di fare che i maschi zozzoni avessero minore possibilità di inserire fattori infettivi nelle vagine delle femmine.

  • Deciomeridio
    Rispondi

    Caro Leonardo Facco.

    Noto che sono diverse settimane che non scrivi le tue scemenze sulla Lega Nord.

    Cosa è successo ?

    Ah ! Capisco !

    Per anni hai descritto Bossi come il cane da compagnia di Berlusconi, avendo venduto il simbolo del Carroccio al cavaliere , mai supportate da documenti se non qualche pezzo di carta straccia da te recuperato in qualche cestino di Via Bellerio.

    Oggi invece Bossi ha mandato a fare in culo il cavaliere facendogli sapere che glifa pena : come si concilia questa arroganza di Bossi nei confronti di Berlusconi col fatto che quest’ultimo sarebbe proprietario del simbolo del Carroccio ???

    Infatti non si concilia e rappresenta la prova del nove che nei tuoi libri hai scritto solo falsità.

    ” Bossi non lascerà mai Berlusconi! Perchè Berlusconi ha comprato la Lega ed il suo simbolo ! ”

    ” Bossi è il cane da compagnia di Berlusconi e non morderà mai più ! ”

    Queste sono le stronzate scritte per anni da giornalisti epolitici di mezza tacca.

    L’ anticomunismo di facciata del Cavaliere è andato a farsi fottere ed ora esso vota COI COMUNISTI da lui tanto odiati, tra una leccata di culo e l’ altra a Mario Monti ed a Bersani.

    Stanno addirittura pensando di fondersi in un Partito Unico che potrebbe chiamarsi INSIEME PER L’ ITALIA !Una ammucchiata con dentro tutti:cani e porci ma soprattutto troie.

    Aveva proprio ragione quel tale che scrisse tanti anni fa : IL PATRIOTTISMO E’ L’ ULTIMO RIFUGIO DEI FARABUTTI.

    Oggi la Lega Nord è la sola forza che si oppone al governo dei Banchieri e della finanza internazionale che il vostro sito contrasta, e giustamente , aggiungo io.

    Nemmeno una parola su Davide Boni.

    Questo ti fa onore in quanto anche tu hai capito che i poteri forti hanno attivato l’ Ufficio Porcate e Colpi Bassi del Tribonale di Milano al solo scopo di cercare di far cadere la Regione Lombardia ed avere così , dopo il colpo di Stato di Monti a Roma ,il pieno controllo del Paese , potendo gestire in tal modo sia la Capitale Politica che quella Economica della Nazione.

    Le recenti accuse a Romano La Russa sono ancora più indicative di questo tentativo di replicare il golpe romano anche in Padania.

    Nel frattempo il governo Monti ha smontato la Riforma federale messa in piedi solo e grazie alla Lega e sta eliminando tutti i provvedimenti di Maroni , dal contrasto all’ immigrazione clandestina alle norme contro il teppismo negli stadi.

    Se i provvedimenti leghisti fossero stati così innocui per il potere centralista romano, non pensi che li avrebbero lasciati stare ?

    Ora l’ unica nota dissonante alla piena affermazione di un governo eterodiretto grazie alla complicità di Giorgio Napolitano ( che andrebbe processato per alto tradimento ) resta soltanto la Lega Nord ed un uomo in precarie condizioni di salute ( come l’ Italia ) di nome Umberto Bossi.

    E in molti lo stanno capendo : soprattutto in quella enorme massa di coglioni che in Padania hanno creduto per anni alle promesse farlocche del piazzista Silvio Berlusconi.

    Ma anche numerosi elettori della sinistra, rovinati dai provvedimenti di Monti e dall’ Euro di Prodi, stanno passando alla Lega.

  • Roberto Porcù
    Rispondi

    Ma, benedeto del Signor, è possibile che col copia ed incolla impesti tutti gli argomenti di discussione ?
    Mi sembri Tognazzi nel Federale che ad ogni argomento ribatteva con i plutototomassoni (o che altro) e cantando “rapidi ed invisibili partono i sommergibili”.
    Dì un po’, non è che Bossi vi fa fare le manifestazioni ginniche al sabato ?

  • Roberto Porcù
    Rispondi

    Ma, benedeto del Signor, è possibile che col copia ed incolla impesti tutti gli argomenti di discussione ?
    Mi sembri Tognazzi nel Federale che ad ogni argomento ribatteva con i plutomassoni (o che altro) e cantando “rapidi ed invisibili partono i sommergibili”.
    Dì un po’, non è che Bossi vi fa fare le manifestazioni ginniche al sabato ?

pingbacks / trackbacks
  • […] del proprio lavoro (attestantesi, oramai, tra il 60 e  il 70% e forse anche più  per alcuni, secondo diverse analisi); alla degradazione morale totale di intere categorie di lavoratori, trasformati in questuanti […]

  • […] del proprio lavoro (attestantesi, oramai, tra il 60 e  il 70% e forse anche più  per alcuni, secondo diverse analisi); alla degradazione morale totale di intere categorie di lavoratori, trasformati in questuanti […]

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search