In Anti & Politica, Economia

DI GIAMPAOLO ROSSI*

Sembra una presa in giro, eppure è tutto vero.

È stato pubblicato un bando di gara per l’affidamento in appalto del servizio di “centro riproduzione digitale” per il Senato della Repubblica, della fornitura in noleggio di macchine digitali da ufficio multifunzione e relativa manutenzione e assistenza. Il numero totale delle stampanti richieste è di 200 per un noleggio di 60 mesi e un costo complessivo di 3.500.000 di EuroIVA esclusa. Un calcolo semplice ci fa capire che, a “macchina di riproduzione digitale” – nome più da matusa per dire stampante non ne ho mai sentito -, ci viene a costare circa 17.500 euro caduna. Il prezzo comprende, pensate un pò, la bellezza di ben 20.000.000 (VENTI MILIONI) di stampe in bianco e nero e 1 milione di stampe a colori, più l’assistenza.

Io non so se è tanto o giusto il prezzo – anche se con 200 euro ci si può comperare una ottima stampante laser a colori multifunzione (quindi scanner e fotocopiatrice) e WiFi – ma nella situazione in cui siamo ora, ci potrebbero essere due possibilità da prendere in considerazione per risparmiare:

1- Le stampe se le paga colui/colei che se le fa, come fa un qualunque studente universitario ad esempio;
2- La stampa è ridotta al minimo perchè è incentivato l’uso di tecnologie moderne (praticamente tutti i parlamentari hanno un iPad o simili).

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Populismo o demagogia che sia, a me ha fatto schifo. Anche perchè, 200 stampanti per 3,5 milioni hanno un valore solo leggermente più basso – 17.500 vs 25.000- delle famose 400 auto blu da 10 milioni di euro di qualche settimana fa, ma la tipologia direi che è diversa e se ci ha scandalizzato quello, il caso di oggi dovrebbe direttamente portarci alla rivolta popolare!

 

*Link all’originale: http://www.wilditaly.net/senato-35-milioni-per-200-stampanti-12214/

 

Recent Posts
Comments
  • Gran Pollo
    Rispondi

    A onor del vero, la stampantina da 200 euro va bene per il ragioniere con lo “studio” in un angolo del salotto o nel garage, ma per un carico di lavoro pesante come un ufficio di una certa dimensione la scassi come niente, garantito!

    Per curiosità sono andato a vedermi i prezzi di una multifunzione pesante: siamo intorno ai 7500 euro. Per 200 fa un milione e mezzo. Anche se l’assistenza prendesse 1 cent a copia stampata (cioè tanto), per 21 milioni di copie fa 210.000 euro. Circa la metà di quello che ha stanziato il senato.

    Semmai ci si può chiedere cosa se ne facciano 320 persone di 200 stampanti – è quasi una a testa! – di quel calibro. Per servire gli studenti di una facoltà universitaria ne bastano una decina! E poi, perché 320 persone hanno bisogno di 21 milioni di stampe? dove le tengono 65.625 pagine ciascuno?

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search