In Economia, Esteri

DI MATTEO CORSINI

“Vogliamo essere sicuri di garantire una copertura medica alle future generazioni e far sì che il governo utilizzi in modo più efficiente e disciplinato le entrate. Per farlo ci vogliono le casse piene, e l’unico modo è aumentare le tasse”. (T. Geithner)

Tim Geithner è segretario al Tesoro degli Stati Uniti, in sostanza il più potente ministro del Tesoro al mondo. Leggendo le sue parole dovrebbe diventare libertario e avverso allo Stato anche il più convinto statalista, a mio parere. Geithner dice di voler garantire una copertura medica alle future generazioni: fin qui si può non essere d’accordo, ma è di fatto una cosa che sostiene praticamente ogni governante. Geithner sostiene, poi, che vorrebbe far sì che il governo utilizzi in modo più efficiente e disciplinato le entrate.

Generalmente se una persona ha problemi nella gestione del denaro, tende ad acquisire una migliore disciplina – gioco forza – nei momenti di difficoltà, ossia quando le entrate scarseggiano. E’ in quei tempi che anche chi non ha particolare parsimonia impara ad utilizzare in modo disciplinato ogni singolo dollaro o euro. Viceversa, se uno è spendaccione e il denaro non gli manca mai, è ben difficile che il suo utilizzo delle entrate divenga più disciplinato ed efficiente. Se il denaro se lo è guadagnato mediante scambi volontari con altri soggetti, non c’è nessun problema. Ognuno dovrebbe essere libero di utilizzare come meglio crede ciò che gli appartiene, finché non viola il principio di non aggressione della proprietà altrui.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Il problema si pone, semmai, quando il denaro, poco o tanto che sia, inizia a non essere sufficiente per coprire le spese. A quel punto diventa necessario tirare la cinghia, anche perché non ci si può indebitare all’infinito. A me pare logico che ciò che vale per una persona o una famiglia dovrebbe valere anche per lo Stato, ancorché quest’ultimo abbia ampia autonomia nel decidere a quanto debbano ammontare le proprie entrate.

Secondo Geithner, invece, il modo migliore per utilizzare in modo efficiente e disciplinato le entrate è avere le casse piene, cosa che vorrebbe ottenere aumentando le tasse. Sai che fatica far quadrare i conti in questo modo. Mi sa che qui siamo ben oltre l’imbecillità a cui faceva riferimento Maffeo Pantaleoni…

Recommended Posts
Comments
  • Antonino Trunfio
    Rispondi

    Geithner è membro della confraternita mondiale che inanella record e non subisce crisi :
    a. numero di vocazioni in crescita
    b. monasteri, eremi, abbazie, grotte, basiliche, oratori, parlamenti, senati, camere dei lord e anticamere per boiardi, ad ogni angolo del pianeta
    c. numero di fedeli superiore a quello di qualsiasi singola religione, messa insieme : cristianesimo, ebraismo, islam, buddismo, ecc….
    d. risorse economiche illimitate proporzionali solo al livello di estorsione accettatto supinamente dalla massa dei fedeli come segno di carità, fratellanza e sostegno della suddetta confraternità
    e. missione continuativa di soccorso e opere di carità destinate a masse sconfinate e in continua crescita di parassiti in ogni angolo del globo

    volete sapere di quale ordine religioso parlo ?
    Geithner è frate priore della confraternita del Beato Barakko Osama, noto missionario keniota naturalizzato usa, votato al martirio per i poveri e i diseredati
    in Italia abbiamo avuto tremorti del sacro ordine delle sorellastre della sciura teresa della valtellina
    il prossimo priore della prossima confraternita state tranquilli, avrà anche lui la sua congrega. E soprattutto i suoi fedeli elettori.
    AMEN

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search