In Anti & Politica, Economia

DI MARIETTO CERNEAZ

Monti se ne andrà dal governo, la sua eredità è pesantissima. Non, però, come ritiene lui in un’ottica positiva, ma – al contrario – in un’ottica di povertà e miseria, costellate da regolamentazioni demenziali, tasse criminali e leggi (cosiddette di riforma) dannose.

A breve termine, intanto, il Natale lo ricorderemo per queste ragioni: fra introduzione dell’Imu, aumenti dell’Iva, delle accise sui carburanti e dell’addizionale Irpef regionale nel 2012 e’ cresciuto sensibilmente il peso delle tasse sulle famiglie italiane, con aggravi che quest’anno potranno raggiungere i 726 euro. e’ la stima elaborata dalla Cgia di Mestre che parla di “una vera stangata che, in un momento di profonda crisi economica, rischia di mettere in ginocchio soprattutto il ceto medio”.

Ma non basta!

Nel 2011, il 28,4% delle persone residenti in Italia e’ a rischio di poverta’ o esclusione sociale, secondo la definizione adottata nell’ambito della strategia Europa 2020. L’indicatore deriva dalla combinazione del rischio di poverta’ (calcolato sui redditi 2010), della severa deprivazione materiale e della bassa intensita’ di lavoro ed e’ definito come la quota di popolazione che sperimenta almeno una delle suddette condizioni. I dati sono contenuti nel Report dell’Istat sui redditi e le condizioni di vita nel nostro paese nel 2011. Le prossime statistiche saranno anche peggio.

Dove c’è Stato c’è truffa, miseria, ingiustizia e corruzione. Monti ne è il degno rappresentante, l’evoluzione “tecnica” di questo assioma.

Recommended Posts
Showing 7 comments
  • Antonino Trunfio
    Rispondi

    il dramma non è quello cha la metastasi chiamata mariugo montozzi ha prodotto.
    Il dramma è che lui già dice che non è colpa sua. E’ colpa di quelli di prima. E’ colpa di quelli che non lo hanno lasciato lavorare in pace per i prossimi 100 anni, è colpa di quelli che verranno.
    Il dramma è questo. Capisci ? tu che leggi : è pure colpa tua. Anzi solo tua, fintanto che andrai a inserire una foglietto colorato in una scatola di cartone, pensando che agli affari tuoi ci pensano sempre meglio gli altri.
    Hai quello che ti meriti. Io non te lo pago + il sistema tuo. AVVERTITO

    • loucyfer
      Rispondi

      Ciao Antonino,
      ho gia preparato il “gatto a nove code” per espiare la mia colpa e fustigarmi, scarnificandomi la schiena…!!!!

      P.S.: ma una birretta, dopo la fustigazione, me la pagheresti…??? :-)

    • Riccardo
      Rispondi

      Il dramma non è che dice che non è colpa sua, ma che la gente gli crede. Un popolo imbecille non può che essere governato da due tipi di soggetti: uno cretino come il popolo che governa ed uno furbo che lo sfrutta. Monti appartiene alla seconda categoria e la maggior parte degli italioti se lo merita.

      • Antonino Trunfio
        Rispondi

        la gente ci crede perchè rimane vero quello che un giorno J. Goebbel ebbe a rispondere al suo Furher che gli chiedeva : come facciamo a far credere ai tedeschi che la causa della crisi economica tedesca sono gli ebrei e i loro affari ?
        Il Goebbels disse : Mein Furher, la verità è una bugia raccontata tre volte. Divenne capo della propaganda nazista.
        E non c’era la tv. Oggi basta dirla una volta in video una bugia, ed è subito VERITA’. Al popolo bovino basta questo.

  • Tonino
    Rispondi

    Quando sentoparlare il presuntuoso, arrogante e spocchioso servo delle banche nonchè membro del Bildeberg, ricordo esattamente l’arroganza mafiosa di mister bunga bunga.

  • gastone
    Rispondi

    “Dove c’è Stato c’è truffa, miseria, ingiustizia e corruzione”

    leonardo, forse non la pensa così l’immensa truppa dell’ “italia per forza”
    inevitabilmente parassita la quale verosimilmente penserà

    dove c’è stato c’è accordo, abbondanza e giustizia (sociale)

    ciao antonino, ormai somigli sempre di più a una bomba che razzola liberamente
    senza sicura.
    ..pazienta ancora un pò che’ ci sarà da lavorare in futuro per ripulire il paese dagli insediamenti militarcomplex anglosassoni e riavviare al loro posto una sana agricoltura. pensa a tutte quelle basi nato utilizzate per operazioni militari varie (videogames) non ultima quella (demente) indirizzata al controllo climatico via aereosol nei cieli nostrani, ormai invasi da aerei come cavallette che coprono letteralmente il blu con le loro strisce bianche.

    arriverà il momento per cominciare una sana purga sociale e seri programmi di bonifica territoriale attraverso legioni di mano d’opera griffata sottratta alla produzione attualmente assegnata esclusivamente al consumo.

  • Antonino Trunfio
    Rispondi

    @loucyfer : una birretta non si nega a nessuno. Ma per l’inferno non so se basta una birra fredda o ci vuole una bombola di azoto liquido in vena direttamente. Fa un po’ te.
    @Gastone : grazie per il complimento (sei una bomba….) lo accetto di buon grado visto che anche se da lontano sappiamo chi siamo, cosa facciamo per vivere e dove abitiamo. Se le parole sono una bomba senza più sicura, tanto più saranno le azioni conseguenti. Altrimenti rischio di dare ragione a Gandhi che considerava le parole senza azioni, come perle senza alcun valore.
    Ammetto di avere un discreto seguito di amici qui e altrove dove sai. Non saranno un esercito, ma non servono manovre militari e missili terra – aria.
    In fondo sappiamo, anche se non ce hanno ancora raccontato che l’unità d’itaglia l’ha fatta un farabutto in camicia rossa, massone al soldo della corona inglese. La storia non si adirerà se prima o poi, qualche altro farabutto al soldo delle idee libertarie, smantellerà l’opera del brigante garibaldo. Corsi e ricorsi !! GBV docet.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search