In Anti & Politica, Libertarismo

Address to ideological officialsDI GIOVANNI BIRINDELLI

La notizia è questa, riportata dall’Ansa: “La dittatura di Kim Jong-un non risparmia il ‘look’ dei nordcoreani. Secondo Radio Free Asia, il giovane leader avrebbe imposto il suo taglio di capelli a tutta la popolazione maschile: capelli rasati ai lati e il ciuffo sparato in alto. I primi a ‘subire’ l’editto sono stati gli studenti della capitale, poi Kim lo avrebbe esteso al resto della popolazione maschile. Sinora erano permesse dal regime 10 pettinature per gli uomini e 18 per le donne”.

Kim Jong-un impone il suo taglio di capelli a tutta la popolazione maschile. Se qui non è ancora avvenuto non è perché non può avvenire ma perché chi detiene il potere politico non ha interesse che ciò avvenga.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Ciò che lo rende possibile anche qui da noi è il fatto che l’idea filosofica di legge adottata dalla nostra costituzione (il positivismo giuridico) è la stessa di quella della Corea del Nord. Infatti la stessa cosa è già successa in un caso particolare diverso. La progressività fiscale (art. 53 della costituzione) non è altro che l’imposizione, da parte di chi è politicamente più forte, dei propri gusti a tutti gli altri (LEGGI QUI) quindi non c’è differenza sostanziale, su un piano di principio, fra la progressività fiscale e questa misura di Jong-un.

Recent Posts
Showing 8 comments
  • Albert Nextein
    Rispondi

    I coreani del nord sono sudditi di un malato di mente.

  • Giovanni Birindelli
    Rispondi

    Anche molti di coloro che governano e hanno governato noi (per non parlare di diversi magistrati) hanno seri problemi di salute mentale. Il problema non è tuttavia lo stato di salute mentale di chi ha potere ma l’illimitatezza di quel potere e, in particolare, il fatto che quel potere non sia limitato dalla Legge intesa come principio.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      sottoscrivo

  • lorenzo s.
    Rispondi

    https://www.movimentolibertario.com/2011/12/rizzo-loperaio-coreano/

    Come farà Marco Rizzo a portare la pettinatura del caro leader?

  • Pedante
    Rispondi

    http://www.sinseb.it/Variazione-Ormoni-Steroidei-nei-Calciatori-di-diverse-Etnie.htm

    Premetto che gli asiatici settentrionali sono particolarmente predisposti al conformismo, per via dei relativamente bassi livelli di testosterone (pure negli stati liberi del Giappone o la Singapore si è colpiti dall’ordine, il rispetto per le norme e un individualismo più contenuto rispetto all’Occidente). Detto ciò, la Korea del Nord rischia uno scenario genetico distopico, gli effetti del quale si vedranno anche molto dopo la morte del tiranno. Da alcune generazioni viene esercitata una forte pressione selettiva a favore di tratti caratteriali che favoriscano la sopravvivenza sotto dispotismo. Vengono premiati la cieca obbedienza, il talento politico, la passività e la mancanza di curiosità. I semi non fanno ben sperare per la raccolta.

  • Sigismondo di Treviri
    Rispondi

    Consiglio di leggere ‘Il dispotismo orientale’ di Karl Wittfogel. Tutto apparirà più chiaro.

  • Pedante
    Rispondi

    @ S.d.T.:
    Grazie dell’indicazione. La tesi sembra simile a quella sostenuta da James C. Scott nel suo eccellente The Art of Not Being Governed: An Anarchist History of Upland Southeast Asia.

  • Pedante
    Rispondi

    https://www.youtube.com/watch?v=It58NNdiLK0

    Una recensione del libro di James C. Scott a cura di Jeff Riggenbach.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search