In Anti & Politica

RUBYDI ALBERTO MASCIONI*

La sindrome di Ruby, detta anche ADS (acquired deficiency syndrome) è una patologia comune tra i militanti politici che prende il nome dalla nota vicenda nella quale, orde di PDLlini, credettero ciecamente che Karima El Mahroug fosse la nipote di Mubarack.

I sintomi consistono nel bersi qualsiasi panzana o palese incongruenza i leaders dei loro partiti/movimenti affermino o dichiarino . Spesso il percorso terapeutico risulta complesso e difficile perché, il paziente rifiuta qualsiasi confronto con chiunque non condivida il “verbo” del suo leader, anche se il medico curante lo pone davanti a fatti inconfutabili che dimostrano l’incompatibilità, di tali affermazioni, con la realtà.

Il soggetto non si arrende neppure davanti all’evidenza anzi, cercherà, con distinguo e acrobazie dialettiche, di convincere il medico curante che il “Capo” ha ragione, che ciò che afferma è vero, che: “si, forse ha detto acqua ma intendeva dire birra” e così via.

In alcuni casi gravi, cercando di argomentare con alcuni malati, lo specialista viene anche insultato o accusato di complottistismo, disfattissimo o tacciato di essere una spia della fazione politica avversa.

Tale patologia è curabile ma, raramente guaribile totalmente in quanto, i soggetti che ne sono colpiti, anche se in alcuni periodi non manifestano nessun sintomo, tendono a delle recidive.

Fortunatamente, la sindrome di Ruby, non è causa diretta di morte ma può essere letale a causa delle cadute dalle “pareti a specchio” sulle quali i pazienti si arrampicano per sostenere che i capi hanno ragione quando affermano che i suini volano.

Dott. Professor ALBERTO MASCIONI – Primario di “LiBBBeralogia maligna” al Politiclinico di Chicago, specializzato in “de-FAREttamenti” e nella cura del Boldrinismo acuto.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

Renzi bambino prodigio kinder