In Anti & Politica, Economia

dormita-sul-lavorodi REDAZIONE

E’ uno dei peggiori effetti della crisi: la crescita della disoccupazione, sia giovanile che degli adulti. Per venire incontro alla perdita del lavoro di tanti cittadini, l’amministrazione comunale di Lissone ha deciso di investire a fine anno tutte le risorse residuali ricavate dai risparmi delle spese di personale in «buoni lavoro» destinati appunto ai disoccupati.

Sono così stati assunti attingendo alle liste di collocamento due operai specializzati, che presteranno per 4 mesi la loro opera nel settore Lavori Pubblici come manutentori del verde e per lavori edili, oltre a essere disponibili – insieme ai soliti spalatori occasionali – per lo sgombero della neve in caso di nevicate.

Ma soprattutto sono stati acquistati ben 3500 voucher da 10 euro ciascuno con i quali nei prossimi mesi saranno pagati altri lavoratori occasionali, anch’essi scelti tra le persone che hanno perso il lavoro, da adibire nei vari compiti di interesse comunale: dalla custodia dei locali ai lavori stradali, dalla cura dei giardini pubblici alla piccola manutenzione degli stabili, eccetera. Si valuterà anche se erogare, sempre in cambio di lavoro, parte di tali voucher a persone in carico ai servizi sociali o che si rivolgono a loro perché faticano a pagare le bollette. Offrire una possibilità di guadagnarsi dignitosamente da vivere, senza assistenzialismi: si tratta di un piccolo ma significativo contributo che l’amministrazione intende proporre ai molti che senza colpa si trovano in difficoltà economiche, e nel contempo risponde ad alcune emergenze che interessano la manutenzione di beni pubblici. Ciò si aggiunge agli oltre 20 giovani, molti di loro neo-laureati, che sono impiegati negli uffici comunali grazie ai progetti di Dote Comune, Leva Civica regionale e Servizio Civile. E’ allo studio infine la possibilità di impiegare nel lavoro volontario anche chi lo desideri tra i profughi extracomunitari ospitati nel locale Centro Botticelli.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

TRATTO DA MBNEWS

Dai, ditemi che in Italia c’è futuro… (LF)

Articoli recenti
Mostrati 10 commenti
  • GIG
    Rispondi

    siamo fritti

  • louise
    Rispondi

    Bene…un esempio…fuori dall’euro.

    Votiamo Lega tutti insieme per uscire dall’euro.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      Sì, penso che voi italiani vi meritiate Salvini & Compagnia annessa! Spero proprio vinca le elezioni

    • lorenzo s.
      Rispondi

      Macché lega! Finora gli unici che hanno preso l’iniziativa contro l’euro sono i 5 stelle!

      Lega nord partito inutile, non ha fatto niente per uscire dall’euro e non ha fatto niente neanche per i referendum sull’indipendenza dei popoli del nord!
      Sanno solo raccontare storie per rubare meglio, idioti loro e ancor più quelli che li votano.

    • GIG
      Rispondi

      AHHAHHAHHHAAAHAHAHHAAAAA
      chi??????????
      matteo il socialista ?
      ma per piacere…………….
      sveglia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Antonino Trunfio
    Rispondi

    Fosse alla frutta, l’itaGlia, sarebbe una cuccagna. E’ invece trattasi di canna del gas. ” Il metano ti da una mano ” recitava la pubblicita’ molti anni fa.

  • Pedante
    Rispondi

    Logicamente ai profughi resterà una destinazione ambita fino a quando il tenore di vita non sarà ridotto allo stesso livello di quello dei loro rispettivi paesi d’origine. Gli autoctoni non hanno voce in capitolo.

  • andre
    Rispondi

    In questo modo ai pendolari da lissone a milano conviene licenziarsi e puntare a un comodo impiego comunale in zona a lissone. Più comodo e in ogni caso nessuno rimarrà mai disoccupato per decreto comunale. Chiaro che alle elezioni occorrerà rivotare questo sindaco, altrimenti niente “buono lavoro badrone”.

  • Albert Nextein
    Rispondi

    E’ la mentalità sbagliata dello statalista di periferia.
    Poveretto, crede di fare bene.
    Se dovesse attingere alle sue tasche sarebbe meno generoso.

    E’ tutto sbagliato.

  • Christian
    Rispondi

    Tutti voti alla prossime elezioni.
    “Offrire una possibilità di guadagnarsi dignitosamente da vivere, senza assistenzialismi”, e questo come lo chiamerebbero “aiutino di stato a chi non riesce a trovare lavoro perché non sa fare niente che il mercato ritenga utile”.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca