In Anti & Politica

zeccalandDI VALENTINA CAVINATO

Dopo aver letto questo slogan sugli ospedali pubblici veterinari, propongo la costituzione di un nuovo stato: ZECCALAND.

1) La cittadinanza verrà accordata a chi:

– crede nella democrazia;
– crede che il lavoro e la casa siano un diritto;
– vuole “il posto fisso”, rigorosamente “pubblico”;
– sostiene che “lo stato siamo noi”;
– non sopporta la ricchezza altrui;
– vuole vivere sulle spalle degli altri, senza faticare;
– vuole che tutti i servizi siano esclusivamente pubblici, ovviamente anche l’ospedale veterinario;
– vuole che sia lo stato a gestire la vita di tutti, attraverso leggi, leggine, regolamenti, codici e chi più ne ha, più ne metta;
– è favorevole ad una presenza massiccia di telecamere su tutto il territorio e, perché no, anche nelle abitazioni private (non hanno nulla da nascondere);
– è regolarmente iscritto al sindacato (preferibilmente alla CGIL e, se pensionati, allo SPI CGIL);
– è d’accordo per un reddito di cittadinanza di 1.500 €/mese (780€ ci sembrano davvero pochi);
– vuole andare in pensione con 35 anni di contribuzione, ma anche meno;
– predica l’accoglienza, con i soldi degli altri;
– bercia contro l’evasione fiscale.

Praticamente, verrà accordata a tutti quelli che hanno rotto le scatole e che hanno portato l’Italia allo sfascio.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

2) In ZECCALAND, per la gioia di tutti i sudditi, si terranno le elezioni, almeno una volta all’anno.

3) In ZECCALAND non esisteranno le partite IVA, non esisteranno né imprenditori, né commercianti, ma saranno rigorosamente tutti dipendenti statali.

I sudditi di ZECCALAND vivranno tutti uniti appassionatamente, in questo meraviglioso paese di Bengodi, e i burocrati provvederanno a ridistribuire equamente la loro miseria. Finalmente non soffriranno più di invidia sociale…

Recent Posts
Showing 8 comments
  • Dario
    Rispondi

    Perché loro “ciánno diritto” e la cosa fantastica è che sono convinti che sia gratis !!! Che qualcuno ci invada per favore

  • Alessandro COLLA
    Rispondi

    Che qualcuno ci invada, già, ma chi? La Francia di Hollande statalista quanto l’Italia? La Grecia fasciocomunista? La confessionalissima e ipernazionalista Russia di Putin? L’ancora ufficialmente comunista Cina? L’integralista mondo arabo? La Gran Bretagna di Cameron che si ostina a predicare il conservatorismo quando in occidente c’è ben poco da conservare? Gli Stati Uniti di Obama, un presidente che vuole regalare l’acqua ossigenata a chi si ferisce perché “la salute è un diritto”? Forse l’unica sarebbe un pazzo miliardario filantropo, talmente innamorato dell’Italia al punto da invaderla con un esercito privato. Ma non vedo all’orizzonte un simile individuo o un gruppo di individui di tal fatta.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      C’è solo da sperare in qualche marziano anarcocapitalista :-)

  • Albert Nextein
    Rispondi

    Ti sei dimenticata l’abolizione dell’uso di contante .
    Facco afferma che l’italia è irriformabile.
    Ha ragione.
    Ma non è colpa esclusiva dei politici che, da delinquenti opportunisti, fanno i loro interessi a spese altrui.
    La colpa è soprattutto della gente, i sudditi, che li vota e che permette loro di armeggiare in tutto e rubare dappertutto, ponendo i costi sulle spalle dei medesimi sudditi.
    Ormai il plagio è irrecuperabile con le buone, e col buonsenso.
    Un branco di sudditi ignoranti, addomesticati nel cervello, vigliacchi, pigri ed opportunisti si meritano il peggio.

    • Valentina Cavinato
      Rispondi

      Lo scrivo ogni giorno.
      Non mi incazzo da tempo con i politici, ma con il gregge di mandanti……..

  • Claudio
    Rispondi

    Non cé speranza! Qui l’unica speranza concreta(visto che gli extraterrestri non esistono e nessuna nazione é così fessa da infangarsi in itaglia) é sperare in un innalzamento del livello del mare, quindi non ci resta che aumentare di brutto la co2 per accelerare gli eventi :-)

  • Andrea Peschini
    Rispondi

    ZECCALAND È GIÀ REALTÀ!!!!

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      VERO!

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search