In Economia

jdi DANIEL J. SANCHEZ*

Negli anni ’80 del XX° secolo, Irwin Schiff, l’attivista anti-tasse, prigioniero politico (recentemente morto di tumore in un carcere statunitense mentre scontava una condanna per evasione fiscale n.d.t.), e padre dell’opinionista di libero mercato Peter Schiff, scrisse un meraviglioso fumetto intitolato How an Economy Grows and Why It Doesn’t, nel quale sono insegnati i principi di economia attraverso un racconto spensierato.

Il fumetto inizia con tre isolani, Able, Baker e Charlie che vivono di pesci, che catturano in mare. Non hanno gli strumenti per farlo, devono quindi pescare a mani nude. Il pesce, per gli isolani, è un bene di consumo: qualcosa che viene utilizzato per perseguire direttamente i loro obiettivi (in questo caso, le finalità di soddisfare la fame e di non morire)….

CONTINUA A LEGGERE QUI

Recommended Posts
Showing 4 comments
  • Albert Nextein
    Rispondi

    Sulla rete si trova. Sul mulo, anche.
    Un fumetto da regalare a bambini delle elementari.
    Non l’ho trovato in italiano.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      C’è COLLECTIVE HOPE di FLAVIO TIBALDI, edito da me

      • Albert Nextein
        Rispondi

        E’ quello di Schiff?
        Ho guardato sul sito dei libri ma non l’ho trovato.
        In ogni caso, mandamene cinque copie, che due le regalo a dei ragazzetti in età scolare e tengo le altre di riserva.

  • Alessandro Colla
    Rispondi

    Ma la vignetta accanto al titolo cosa indica? Un agente del fisco armato di clava, che vuole tassare il lavoro del pescatore, o qualcos’altro?

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search