In Anti & Politica, Economia, Varie

LODI1DI REDAZIONE

L’associazione Lodi Liberale è lieta di invitarla al nostro prossimo evento di lunedì 2 maggio 2016 alle ore 21:00, presso la Sala Granata in Via Solferino 72 a Lodi, durante il quale presenteremo il libro “La prima guerra mondiale come effetto dello Stato totale” (Leonardo Facco Editore), insieme a:

– DON BENIAMINO DI MARTINO, Autore del libro, Sacerdote e Direttore di Storia libera,

– FRANCESCO PERFETTI, Professore di Storia Contemporanea presso LUISS Guido Carli di Roma,

– FERRUCCIO PALLAVERA, Direttore de “Il Cittadino”.

Ad un secolo dallo scoppio della “Grande Guerra” proliferano le ricostruzioni e si moltiplicano le celebrazioni. Schiacciata tra le tendenze storiografiche principali, l’interpretazione di una significativa corrente della tradizione liberale rischia di non avere lo spazio che, invece, merita. Ci riferiamo a quella Scuola Austriaca che, muovendo le proprie origini dalla prospettiva del marginalismo economico di Menger, fu in grado di offrire contributi preziosi in molti campi delle scienze sociali.

Partendo dal ruolo sempre più esteso che lo Stato ha assunto nella vita delle comunità umane, pensatori del calibro di Mises, Hayek, Popper e Rothbard hanno ritenuto la “guerra totale” una inevitabile conseguenza della creazione dello “Stato totale”. Questa lettura consente di comprendere meglio la prima conflagrazione mondiale sia nella sua natura (perché, lungi dall’essere conflitto tra popoli, le guerre moderne sono esclusivamente scontro di Stati) sia nel suo rapporto con la modernità (perché essa rappresenta la grande ouverture del secolo dello Stato perfetto).

 

I RELATORI

LODI2 LODI3

Articoli recenti
Commenti
  • Ari
    Rispondi

    Don di Martino, scrive cose non convenzionali e interessantissime anche su temi già stra-approfonditi dalla storiografia. Tutto questo lo fa in modo chiaro e scorrevole (vedi il suo lavoro sulla Rivoluzione Francese).
    Il professor F. Perfetti, è, tra l’altro, il direttore del bellissimo bimestrale “Nuova Storia Contemporanea”. Un “Must per gli appassionati di Storia, raccontata in maniera seria e rigorosa ma assolutamente fruibile anche da non specialisti.
    Quindi, a Lodi un appuntamento da non perdere!

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca