In Anti & Politica, Varie

venezuelaRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Dal 4 all’11 settembre, la Sala Ex Leopoldine di piazza Tasso a Firenze ospiterà la mostra “Venezuela Umorismo & Dolore”, organizzata dall’Associazione “Venezuela in Toscana” in occasione del Festival della Multiculturalità, Estate al Centro del Mondo del Comune di Firenze. Comprende una selezione di vignette e dati aggiornati che raccontano la crisi venezuelana. Saranno presenti circa cinquanta illustrazioni dei più noti vignettisti venezuelani: Pedro León Zapata, Rayma Suprani, EDO, Roberto Weil e Fernando Pinilla.
Le vignette, quali istrumenti di comunicazione, puntano la lente d’ingrandimento sull’aggravarsi della forte crisi economico, sanitaria e umanitaria degli ultimi due anni, come dichiarato dal Parlamento Venezuelano e l’OSA (Organizzazione di Stati Americani). Inoltre si racconta la sistematica violazione dei diritti umani. “L’umorismo viene placato da numerosi articoli giornalistici e risoluzioni di organismi internazionali che ratificano la realtà odierna”, ha spiegato Claudia Romero, presidente di “Venezuela in Toscana”, promotori dell’iniziativa.
L’evento intende condividere e divulgare aspetti dell’identità culturale venezuelana, promovendo la conoscenza reciproca e favorendo l’integrazione sociale. “Il momento è comunque un’occasione per continuare a sensibilizzare sulla situazione dei venezuelani in patria, dei venezuelani in Italia ma anche degli italiani residenti in Venezuela. Una comunità, quest’ultima, di circa due milioni di italiani e loro discendenti, che soffre la situazione del paese”. Lo ha dichiarato la presidentessa di “Venezuela in Toscana”, sottolineando l’importanza della creazione di reti di collaborazione con le istituzioni italiane.

Il Programma
La controversa mostra gira la Toscana da tre anni, ma in questa occasione è arricchita da un ampio programma di eventi culturali a ingresso gratuito. L’inaugurazione si terrà domenica 4 settembre, alle 16.30, con un concerto di musica tradizionale venezuelana eseguito da Isaac Chacon (piano), Indira Seijas (violino, viola, mandolino) e Luis Jaimes (quattro, strumento venezuelano). Saranno presenti esponenti dell’amministrazione comunale e i fondatori dell’Associazione “Venezuela in Toscana”.
Nel corso della settimana si alterneranno eventi quali proiezione di film venezuelani, che spaziano dalla storia, attraversano i meravigliosi paesaggi naturali fino ad addentrarsi nella quotidianità sociale. Venerdì 09 settembre, ore 19, sarà dedicato uno “Spazio Confronto” per raccontare la crisi venezuelana, il socialismo e il suo futuro. Inoltre sabato 10 settembre, ore 17:00, sono previsti i laboratori artistici per bambini con le vignette di Roberto Malfatti. E l’evento si chiuderà domenica 11 settembre con i laboratori di giochi tipici venezuelani (programma in allegato).
Da evidenziare che dovuto alla grave situazione sanitaria che vive il Venezuela, durante i giorni della mostra si raccoglieranno donazioni di farmaci e prodotti sanitari da inviare alla popolazione bisognosa più che mai, attraverso il programma “Ayuda Humanitaria para Venezuela”.
L’associazione “Venezuela in Toscana” è una associazione culturale apartitica con lo scopo di diffondere la cultura venezuelana come mezzo trasversale per proporre valori di pace e di solidarietà, di prendersi sempre più a cuore l’impegno nei confronti della comunità venezuelana residente nel territorio toscano e di favorire le sinergie con le amministrazioni locali.

Data: dal 04 al 11 settembre 2016
Indirizzo: Sala Ex Leopoldine, Piazza Tasso (Firenze)
Ore: 16:00-21:00

QUI PAGINA FACEBOOK

Articoli recenti

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca