In Economia

amazonDI REDAZIONE

Amazon riscopre il contante e lancia “Amazon Cash”, un servizio che permette di ricaricare con i contanti il proprio credito Amazon presso 10 mila punti vendita fisici. L’idea non è avveniristica come altri progetti di Amazon, compreso quello delle consegne con i droni, ma punta a intercettare una fetta ancora maggiore di consumatori.

Amazon Cash, in sostanza, trasforma il proprio account Amazon in un portafoglio digitale. L’utente potrà ricaricarlo in contanti, grazie a una rete di punti di ritiro, da un minimo di 15 a un massimo di 500 dollari per volta. Per depositare denaro, basterà esporre un codice a barre che identifica ciascun utente. Quando si acquisterà un oggetto online, si potrà poi attingere a questo “salvadanaio”.

Ora anche quelli che non hanno un conto corrente e non dispongono di carte di credito e debito per gli acquisti online. Si tratta del 7% delle famiglie statunitensi, secondo dati della Federal Deposit Insurance Corporation riportati da Cnet News.

Articoli recenti
Mostrati 9 commenti
  • Giovanopoulos
    Rispondi

    Dopo aver utilizzato per anni con grande soddisfazione Amazon USA, all’arrivo di Amazon Italia mi chiedevo se sarebbero stati capaci di mantenere il livello eccellente del loro servizio anche qui dove imperano filosofie aziendali e di lavoro opposte, e la “cultura dell’attenzione al cliente” è solo agli albori.
    Con piacere ho constatato che Amazon è riuscita nell’impresa di trapiantare senza rigetto la sua filosofia di qualità del servizio.
    Anche vedendo cosa fanno di buono gli italiani in tutto il mondo, deduco da questo ennesimo esempio di Amazon, che i tanti talenti di questo simulacro di nazione, danno il meglio di sé se soprattutto in contesti non italiani.

  • Giulio
    Rispondi

    Senza andare in USA, io uso questo servizio da un bel po in Italia. Basta andare in un dei migliaia di tabacchini e bar convenzionati, chiedere un “codice acquisto amazon” e pagalo in contanti. I tagli sono da euro 10, 25, 50, 100. Poi si va nel sito, si accede al proprio account e nella pagina apposita di scrive il codice, dopo di che appare il saldo disponibile.

  • Michaela Kajšová
    Rispondi

    Si può pagare anche in natura ?

    • Vito
      Rispondi

      Qui ti pagano in $ e a peso d’oro, Michaela !

    • Vito
      Rispondi

      Non solo si può, ma si deve farlo ! Michaela, non solo puoi, ma devi farlo !

  • Vito
    Rispondi

    Ayala e Malala. Ho letto le due storie parallele. Perché è stata premiata la pakistana e non l’israeliana? La risposta l’ha data Lei e la sottoscrivo. Vorrei aggiungere una cosa (deformazione professionale, dato che sono un cultore di enigmistica): nel suo nome (della pakistana) vorrei fare un cambio di lettera: sostituire la “i” con la “l”: ne risulterebbe – al femminile – un animale impuro anche per i musulmani. Cinismo? Veda lei. Shalom.

  • Vito
    Rispondi

    I sassolini quali sarebbero? Cosa mi avresti fatto di male, tanto che io potessi legarmela al dito? L’unica volta che ti sei “esposto” nei miei confronti l’hai fatto dando un parere favorevole alla mia riconferma, avessi la mania di farla pagare a chi mi ha dato un “tradimento elettorale”, sta’ sicuro che da te non passavo. La realtà è che ho visto svariati tuoi interventi (parlando con me credo nessuno) che a parer mio non aiutano a mettere l’interlocutore a proprio agio. All’inizio ci facevo poco caso, vedo però che è un tuo atteggiamento sistematico. Nell’RDP parlavo in maniera neutrale (vale a dire “analitica”, scevra da coinvolgimenti emotivi personali… non che non la veda come un fatto potenzialmente dannoso, sia chiaro) dell’evidenza fattuale di utenti molto esperti che con le loro modalità di approccio, scoraggiano alla radice (o perlomeno, rischiano gratuitamente di scoraggiare) vari altri utenti. Dato che l’ironia usata nella tua replica mi è sembrata – come spesso accade – eccessivamente tranchant e risoluta, l’esempio delle tue modalità ricorrenti di esprimerti cadeva a fagiolo con il discorso che avevo appena introdotto. Tutto qui, sei liberissimo di considerarmi suscettibile, ipersensibile, noioso e compagnia bella. Sul fatto che fossimo off-topic posso anche darti ragione, ma non del tutto. Non sto qui a spiegare quando/dove/come/perchè non ti dò del tutto ragione, chè non ritengo ti interessi. Ma se chiederai spiegazioni su questo, sarò ben disposto a fornirtele. BTW tutta ‘sta faccenda non avrà sèguito, perlomeno non da parte mia. Id est (magari non ti interessa, ma specifico ugualmente), probabilmente non voterò contro a nessuna tua riconferma, non aprirò mai nè problematicità nè RDP a tuo carico, insomma non farò nulla di tutto questo… che “vendette” dovrei/potrei/avrei voglia mai di orchestrare, se le mie scarpe sono del tutto prive di sassolini? Saluti, https://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_utente:Vituzzu

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca