In Anti & Politica, Economia, Libertarismo

logoDI REDAZIONE

Se guardiamo alla big picture, al grande quadro, vediamo che la crisi che l’occidente sta vivendo è la conseguenza della fase discendente di un enorme ciclo.

Le persone, libere di interagire, produrre, inventare, innovare, hanno messo le basi per una formidabile creazione di ricchezza che ha permesso un fenomenale aumento degli standard di vita per tutti.La ricchezza attrae i parassiti e i governi hanno iniziato a prenderne un po’ per sè. Lo hanno fatto tramite la tassazione diretta, l’inflazione o utilizzando la ricchezza delle persone come collaterale per contrarre debiti.
Quando dovrò renderti i soldi, semplicemente li prenderò dove sono, dai contribuenti!Non vedete il circolo vizioso? Con quel debito i politici si sono comprati gli elettori, assicurandosi la poltrona; altro debito e così via; con l’effetto di annientare la morale individuale.Di questo si nutre la bestia: della ricchezza creata dal sudore, dalla visione, dalla cooperazione degli uomini liberi. E mangia fino ad uccidere la sua stessa fonte di sostentamento: “Remember, democracy never lasts long. It soon wastes, exhausts, and murders itself. There never was a democracy yet that did not commit suicide.” –John Adams (1814)

Inevitabilmente.
 [yframe url=’https://www.youtube.com/watch?v=SjTy4bV0Rro’]
Ciò che vediamo sono quindi governi in bancarotta in combutta con banchieri insolventi che per mantenere lo status quo tentano di piegare la realtà a proprio favore a spese delle persone.

La reazione a questa violenza arriverà come sempre dalle persone libere, dal mercato, dall’invenzione, dai capitalisti. L’azione umana non verrà arrestata.Ogni aumento del controllo del governo sulle nostre vite è un seme per la rinascita.

Ogni aumento del potere a Bruxelles è un seme per la disgregazione dell’Unione Europea e l’indipendenza di piccole regioni. La Catalogna, la Scozia, le Fiandre e il Veneto saranno probabilmente le prime.

Ogni tassa e regolamentazione dell’economia è un incentivo per altri posti nel mondo a richiamare persone, talenti e capitali e per questi a cercare nuovi lidi.

Ogni mancata riforma è il seme per la creazione di alternative di mercato ai servizi monopolizzati o avvelenati dallo Stato.

Ogni controllo sulla vita reale è un seme per la crescita di internet, un luogo di libertà in cui a costo zero (o quasi) è possibile servire miliardi di persone istantaneamente.

Le banche perderanno il loro ruolo e le persone si affideranno a persone indipendenti per i propri risparmi. La valute a corso forzoso perderanno la fiducia (unica cosa su cui si basano) e le persone troveranno nuovi mezzi di scambio, oro argento o monete virtuali. La vera essenza del sistema scolastico moderno verrà scoperto e le persone si affideranno a nuovi metodi di educazione. L’assistenza sanitaria passerà attraverso nuove strutture, la sicurezza e la giustizia pure.

Mentre i governi tartassano, bloccano e ingessano le persone, nel mondo ci sono centinaia di milioni di persone che sono pronte a dare il loro contributo all’avanzamento dell’uomo nella scienza, nella tecnologia, nella filosofia, nell’ingegneria, nell’educazione, nella letteratura, nelle relazioni sociali, nell’agricoltura, nei trasporti, nell’energia, nella comunicazione, nella robotica.

Ci sono progetti per la creazione di città private; progetti privati per l’esplorazione e il turismo spaziale, per lo sfruttamento delle risorse degli asteroidi. Crescono comunità di persone consapevoli del ruolo e dell’importanza degli imprenditori nella società, comunità di persone che si uniscono per fornire alternative al sistema educativo. La rivoluzione della stampa 3D sarà un nuovo tassello nella direzione del decentramento, in questo caso della produzione, dopo quello avuto grazie ad internet nel settore dell’informazione e della comunicazione.

Avranno successo coloro che si adatteranno al cambiamento. Coloro che non seguiranno più le regole del sistema. La soluzione è individuale.

Riecho Economia e Libertà

————————————

ABBONATI-MIGLIOVERDE

Post suggeriti
Mostrati 8 commenti
  • Albert Nextein
    Rispondi

    E’ così.
    Mi piace il taglio ottimista.
    Adattarsi da soli in un mondo fuori fase e infestato da parassiti di ogni tipo è molto difficile.
    Non impossibile, però.

  • Pedante
    Rispondi

    Molyneux è colpevole di non chiudere gli occhi davanti all’esistenza di distinti gruppi umani con interessi non sempre convergenti. Solo ai bianchi è negata la legittimità di un’identità di gruppo.
    http://tracinskiletter.com/2016/10/02/a-libertarian-icons-descent-into-racist-pseudoscience/

  • Sonia Patacchi
    Rispondi

    “In merito alle esternazioni, chiaramente di matrice antisemita e di grave intolleranza, del deputato Massimo Corsaro ai danni del deputato Emanuele Fiano, le chiedo di voler attivare ogni procedura e misura prevista e atta a salvaguardare la dignità dell’Istituzione che lei presiede”. È il messaggio inviato nelle scorse ore dalla Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni alla Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini a seguito delle vergognose affermazioni del deputato Massimo Corsaro contro il collega Emanuele Fiano, primo firmatario della legge contro la propaganda fascista in discussione in questi giorni alla Camera. Oltre la solidarietà a Fiano, dall’UCEI arriva la richiesta di provvedimenti immediati nei confronti di Corsaro, che attraverso i social network ha attaccato Fiano utilizzando espressioni antisemite. “La carica di Deputato è per noi, e per ogni cittadino, una funzione di rilievo non solo costituzionale, ma anche sociale, da ricoprire con grande senso di responsabilità e nel pieno rispetto dei valori della nostra Costituzione. – si legge nel messaggio inviato alla Presidente Boldrini – Le esternazioni del deputato Corsaro violano e offendono profondamente questi valori e per questo auspichiamo siano adottati provvedimenti immediati”.
    A questo episodio si aggiungono poi le preoccupazioni per l’inquietante ritorno nella sfera pubblica dei movimenti neofascisti come dimostrano le cronache legate alla città di Monza. Nella città lombarda, come denuncia l’Anpi Milano attraverso un comunicato del suo presidente Roberto Cenati, è stato assegnato l’assessorato allo sport a un esponente legato a Lealtà e Azione, movimento di ispirazione neonazista e antisemita. “Quanto accaduto a Monza, la terza città più importante della Lombardia per numero di abitanti, – denuncia Cenati – rende ancora più complesso e inquietante il quadro della nostra regione caratterizzato dal pericoloso e costante riemergere di formazioni neofasciste e neonaziste che si pongono in aperto contrasto con i principi sanciti dalla nostra Carta Costituzionale e con le leggi Scelba e Mancino.

    (12 luglio 2017)

  • Sonia Patacchi
    Rispondi

    La vacanza americana, coca e alcol nei privè
    Si avvicina una puttana che assomiglia a Cissé
    È una donna con il cazzo, proprio come piace a te
    Quella notte ti ha inculato dalle 11 alle 3….
    E avevi qualcosa in faccia che ti colava
    E la grana nel portafoglio non ti bastava
    Qualcuno dopo agli Agnelli telefonava
    Sono stato rapito ma eri te….

  • Sonia Patacchi
    Rispondi

    Coro per Lapo

    La vacanza americana, coca e alcol nei privè
    Si avvicina una puttana che assomiglia a Cissé
    È una donna con il cazzo, proprio come piace a te
    Quella notte ti ha inculato dalle 11 alle 3….
    E avevi qualcosa in faccia che ti colava
    E la grana nel portafoglio non ti bastava
    Qualcuno dopo agli Agnelli telefonava
    Sono stato rapito ma eri te….

  • Sonia Patacchi
    Rispondi

    PER ABBRACCIARE IL CAMBIAMENTO, LA SOLUZIONE E’ INDIVIDUALE

  • vetrioloblog
    Rispondi

    Anch’io mi compiaccio del taglio ottimistico. Soprattutto perché non giustificato da una fede cieca nell’inevitabile primato della ragione, ma perché motivato da un razionale esame della globalizzazione: quello che un tiranno non mi consente di produrre convenientemente in un posto, sarà inevitabilmente prodotto convenientemente in un altro posto.
    E così succede:
    1) che in Cina nascono più paperoni che in USA
    2) che Apple produce in Cina e vende nel mondo intero (e non può portare gli utili in USA)
    Il capitale è un liquido particolare, più è grande più è fluido e quindi mobile. Perciò:
    1) Il piccolo e vischioso capitale del malcapitato tabaccaio italiano rimane bloccato in sede e non può sottrarsi alle vessazioni governative, fino a quando lui o chi per lui decide di aprire l’esercizio altrove;
    2) Il grande e fluido capitale delle multinazionali agevolmente defluisce dove è meglio remunerato. E il Cinese dipendente della Apple è ben lieto di lavorare a condizioni che in Italia sarebbero “illegali”, mentre il tutelassimo operaio italiano rimane disoccupato a guardare

pingbacks / trackbacks

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca