In Anti & Politica

DI MAURO GARGAGLIONE

A capo di materie di cui non frega nulla e in cui non contiamo nulla, ci mettono soggetti che non contano nulla e nulla valgono. Vedi le esibizioni della Mogherini a titolo di esempio.

Ma vale anche per quelli a capo di dicasteri che dovrebbero contar qualcosa. Tutti quelli con un minimo d’intelletto sanno che le “manopole” importanti sono nelle mani di chi non è un politico.

Magistrati, funzionari dell’apparato fiscale, dell’apparato poliziesco, grandi banchieri, grandi imprenditori che finanziano campagne elettorali e si fanno scrivere leggi apposta. Infatti guardate chi abbiamo all’istruzione, al turismo e spettacolo, alla sanità, al territorio e a tutte le altre stronzate che si sono inventati per regalar prebende ai loro accoliti. Gente che non vale nulla.

Ma voi veramente pensate che un minorato mentale grillino che venisse eletto premier potrebbe influire su materie critiche come quelle menzionate? Che potesse decidere su fisco, moneta, debito pubblico, pensioni etc?

Chi è stato a mettere mano (male, ma non ne voglio discutere ora) al macigno che grava su un’intera nazione come il buco nero delle pensioni? Un governo non eletto. Mica uno eletto.

Prova provata che stiamo a parlar di nulla. Una demente bionda vale quanto una bruna, un cretino con la barba ne vale tanto quanto uno col viso rasato. Un ministro sindacalista con la terza media funziona perfettamente a capo della pubblica istruzione, così come una poveretta che dice inshallà al premier israeliano.

Articoli recenti
Mostrati 7 commenti
  • Lo stato amico
    Rispondi

    Infatti solo da una massa di imbecilli può uscire una elite di incapaci. E dico massa solo per non far torto a nessuno.
    Bravo come non condividere
    Ogni eccezione per manifestarsi dovrebbe imporsi in contromano ai più.
    Finisce che eccelle sempre chi più pagaia o va a calci in culo in favore di corrente. :-)

  • winston diaz
    Rispondi

    “Chi è stato a mettere mano (male, ma non ne voglio discutere ora) al macigno che grava su un’intera nazione come il buco nero delle pensioni”

    A farci caso, ha “messo mano” solo su quelle virtuali del futuro, non certo su quelle reali del presente che stanno gia’ pagando proprio gli stessi che grazie a quel governo avranno ancora meno nel futuro, aggiungendo ingiustizia ad ingiustizia. Hanno fatto schifo anche nell’unica cosa che poteva superficialmente sembrare giusta.

  • Dino
    Rispondi

    Le prime due categorie rientranti “tra quelli che contano” nell’apparato repressivo, menzionate da Gargaglione, provengono in massa da una precisa area geografica, la regione Campania; è li che possono trovare i più disperati ed al tempo stesso motivati a difendere ad ogni costo un sistema squallido e morente e chiunque abbia esperienza di tribunali, sa cosa intendo. Non mi è chiaro chi sia la deficiente del fatto di insciallah al premier Israeliano.

    • Menger 2014
      Rispondi

      Sospetto che sia stata proprio la Mogherini

  • Albert Nextein
    Rispondi

    E’ vero.
    Idem nei comuni.
    Chi comanda davvero sono i funzionari e i consulenti degli assessori.
    Il sottobosco del privilegio parassitario.

  • Giovanopoulos
    Rispondi

    E’ incredibile vedere come sia ancora diffusissima la credenza che andare al Governo equivalga ad andare al potere.
    Senti ovunque urlare “politici ladri!” da chi ignora finanche l’esistenza dei grandi dirigenti di Stato che comandano veramente, inamovibili e potentissimi.
    Poi, quando decideranno lor signori, ci metteremo ordinati in fila per mettere l’inutile crocetta che legittima il muro della dittatura che stanno costruendo mattone dopo mattone.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca