In Esteri

DI WIRED

C’è una data che potrebbe rappresentare un nuovo, importante capitolo della saga bitcoin. È il 17 aprile, quando negli Stati Uniti cade quello che viene chiamato il Tax Day. Ossia il giorno entro cui i contribuenti americani devono consegnare la propria dichiarazione dei redditi.In queste ore bitcoin continua a essere oggetto di vendite. Nell’ultimo mese ha ceduto oltre il 27% del proprio valore.

E da inizio anno il calo della quotazione della criptovaluta è stato di oltre il 52%. Secondo gli osservatori, a pesare su bitcoin e sulle altre valute virtuali è proprio l’avvicinarsi del Tax Day. Per onorare i propri doveri nei confronti del fisco, gli investitori privati e le società che gestiscono le compravendite, stanno vendendo. Il rischio è che nei prossimi giorni assisteremo a operazioni di vendita massicce. Che indeboliranno ulteriormente un mercato sotto osservazione e pressione da mesi.

Per Coinmarketcap, anche a causa dell’incertezza regolatoria, tutto il mercato delle criptovalute ha perso più metà della sua capitalizzazionedall’inizio del 2018.

Nonostante questo, i contribuenti dovranno versare le tasse sui profitti ottenuti, riportando valori e transazioni nella dichiarazione dei redditi. E ottemperando a una decisione che è stata presa nel 2014 dall’Irs (il fisco statunitense), che decise di trattare le criptovalute come delle properties.

Secondo le stime di Fundstrat Global Advisor e del suo capo della ricerca, Tom Lee, all’Irs entreranno in totale 25 miliardi di dollari. Cifra che si basa sul calcolo di un capital gain di circa 170 miliardi di dollari.

Inoltre, sostiene Lee, “crediamo che ci sia una pressione di vendita provocata dagli scambi di criptovalute che sono soggetti a imposte da reddito nelle giurisdizioni Usa. Molti scambi hanno avuto nel 2017 un reddito netto superiori a 1 miliardo di dollari. E mantengono il capitale circolante in Bitcoin/Ethereum, non in dollari. Di conseguenza, per soddisfare questi oneri fiscali, stanno vendendo bitcoin ed ethereum”.

Articoli recenti
Mostrati 4 commenti
  • Max
    Rispondi

    Tutto sommato il btc tiene, in vero crollo non c’è stato, non è mai sceso sotto i 5200 euro. Considerato che il 12 nov quotava 4900, poi c’è stata la grande salita a razzo in un mese fino a 16500 del 17 dic, era chiaro che non poteva durare, doveva ridimensionarsi. Però quando sale non ne parla nessuno, quando scende pure i tg-rai aprono con “Crollo del Bitcoin”.
    Tra ieri e oggi intanto c’è stata una impennata del 30%, da 5500 a 6500.
    Staremo a vedere. (tutti i prezzi espressi sono in euro)

    • Max
      Rispondi

      correggo: non 30%, ma 20% (circa)

  • eridanio
    Rispondi

    Genericamente:
    Se non ho fatto trading venduto e ricomprato nulla e
    avevo 1 bitcoin comprato a 1 $
    e al 31.12.2017 valeva 13700$
    ed oggi 8000$

    non ho ottenuto alcun capital gain da dichiarare ho solo un carico di un bene che è originariamente costato 1 $

    quando lo venderò e ne ricaverò $ allora lo stato potrà avanzare pretese sul capital gain.

    Se in questo caso non mantengo la provvista di $ per pagare le imposte che sono calcolabili già al momento della vendita in $ è vero che devo vendere contro $ per pagare le tasse.

    Il Leviatano è una bestia famelica, ma quanta fame avrà lo si sa sempre in ogni momento.
    ———————————————————————————————-
    Mentre le imposte patrimoniali non ragionano allo stesso modo.
    Quelle si misurano il “patrimonio” su corsi ad una certa data.
    Ma le imposte patrimoniali di solito sono sempre odiose, ma usano aliquote molto più tenui sempre note in anticipo.

    In generale, farsi trovare impreparati il 17 aprile è da squaragnauss

  • christian
    Rispondi

    Questa “notizia” sul tax day gira da tempo sulle chat di cryptovalute (per essere precisi l’equiparazione è con le commodities).
    Non ha fondamento logico, come già spiegato da altri commenti sopra, ed è smentita proprio dal notevole recupero della capitalizzazione avuto nella stessa giornata del post ed a pochi giorni dal tax day (vedremo se si tratta di un cambio del trend od un rimbalzo).

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca