In Anti & Politica

DI MAURO GARGAGLIONE

Oggi ho sentito un lobbista di professione dire che le regole stanno cambiando. Ha fatto l’esempio del governo Renzi e ha detto che non si andava dai suoi scagnozzi a chiedere soldi per risolvere un problema che avevano le aziende rappresentate dal lobbista in questione, altrimenti si sarebbe rimasti con un palmo di naso. Si andava dai suoi scagnozzi a dire: “Se dai questi soldi alle aziende che rappresento noi risolviamo un problema che ancora non è sentito ma che, adeguatamente pompato dai media, lo diventerà per l’opinione pubblica che si “indignerà”, così il tuo padrone, Renzi, si potrà intestare la soluzione e aumenterà il consenso”. 

n altre parole, soldi dei tax payer manipolati (oltre che derubati) che creano soluzioni, che vanno a caccia di problemi. Pensate ai mille controlli per caldaie, stufe, revisioni di automobili, patentini, obbligo di catene a bordo, albi, ciascuno dei quali si regge su 80€ di qua, 50€ di là, 100€ di su o 70€ di giù. E su questi fiumi di denaro ci campano meccanici, gommisti, caldaisti, pure i giardinieri certificati adesso abbiamo. E naturalmente multe e verbali per chi non paga. Ma questi sono solo esempi che tutti conoscono, ci sono numerosissime situazioni di cui non sappiamo nulla nel sottobosco della politica. 

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

La situazione però, facciamocene una ragione, non è risolvibile finchè domina il più potente e pericoloso lobbista che si possa immaginare, l’organizzazione che, per usare l’aforisma di Margaret Thatcher, può prelevare quattrini da John per darli a Paul e quindi avrà sempre il supporto di Paul, lo Stato. Di conseguenza i lobbisti fanno anticamera per implorare una fetta del bottino rapinato a John.
Funziona così e non solo in Italia, ovunque. Certamente, ma è ripugnante.

Articoli recenti
Mostrati 4 commenti
  • Max
    Rispondi

    La svolta è dalla metà degli anni 90; si sono concentrati su case e auto e con “impianti a norma”, “messe in sicurezza”, “revisioni”,”strisce blu” hanno pelato il contribuente già vessato da mille tasse.

    E ogni regime oppressivo trova sempre con facilità collaborazionisti zelanti e viscidi, in questo caso amministratori di condominio e i loro sguatteri (caldaisti, terzo responsabile(?), ascensoristi, antincendio, impiantisti e stronzisti vari) e meccanici auto in tuta bianca simil chirurgo con officine somiglianti a cliniche svizzere. Senza dimenticare le simpaticissime ausiliarie del traffico (chissa perchè sono quasi tutte donne), il cui livello evolutivo permette loro solo di mettere le x su foglietti precompilati.

    Siamo purtroppo diventati il bancomat di questi immondi estorsori.

  • vetrioloblog
    Rispondi

    Interessante aspetto del solito trucco

  • vetrioloblog
    Rispondi

    Interessante aspetto… del solito trucco

  • Max
    Rispondi

    Ma c’è un premio per chi posta doppio? Lo voglio pure io!

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca