In Economia, Libertarismo

DI LEONARDO FACCO

“Qualche bontempone ha avuto il cattivo gusto di definire il “Fisco Amico”. Per me, viceversa, rappresenta la banalità del male! A dimostrarlo vi sono le migliaia di imprenditori vari, gli schiavi fiscali appunto, che in quest’ultimo decennio si sono tolti la vita, nel silenzio assordante delle gazzette italiane”.

Queste sono le ultime righe di SCHIAVI FISCALI, la riedizione aggiornata di Elogio dell’evasore fiscale, in EDIZIONE LIMITATA a 100 copie.

Dieci anni dopo quel libro, che sollevò un enorme dibattito e mise il dito nella piaga tributaria italiana, SCHIAVI FISCALI dimostra che in Italia dagli errori si impara nulla e che il declino è inarrestabile.

Se sei interessato a prenotare il libro, scrivimi una mail a Leonardofaccoeditore@gmail.com

Ti terrò aggiornato sulla pubblicazione.

Grazie per l’attenzione
Articoli recenti
Mostrati 4 commenti
  • Alfonso Rossi
    Rispondi

    “fisco amico”: un ossimoro

  • Ferdinando
    Rispondi

    Pagare le tasse per pagare gli F35? Un altro buon motivo per lavorare in nero.

    • leonardofaccoeditore
      Rispondi

      esatto

  • andrea
    Rispondi

    Sei troppo buono … io vado oltre la schiavitù fiscale
    Io penso che lo stato italiano, implementando gli ordini della UE, stia scivolando nel genocidio

    Legge 11 marzo 1952, n. 153 – Adesione dell’Italia alla Convenzione per la prevenzione e la repressione del delitto di genocidio, approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite (in Gazz. Uff., 27 marzo, n. 74)
    Per genocidio si intende ciascuno degli atti seguenti, commessi con l’intenzione di distruggere, in tutto o in parte, un gruppo nazionale, etnico, razziale o religiose, come tale:
    (a) uccisione di membri del gruppo;
    (b) lesioni gravi all’integrità fisica o mentale di membri del gruppo;
    (c) il fatto di sottoporre deliberatamente il gruppo a condizioni di vita intese a provocare la sua distruzione fisica, totale o parziale;
    (d) misure miranti a impedire nascite all’interno del gruppo;
    (e) trasferimento forzato di fanciulli da un gruppo ad un altro.

    Concetti ripetuti nella legge 962 del 9 ottobre 1967

    E il gruppo è rappresentato dal ceto medio e dai piccoli imprenditori scomodi per i poteri forti
    Se i piccoli imprenditori si suicidano, è facile supporre che la causa siano le “lesioni gravi all’integrità fisica o mentale di membri del gruppo”

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca