In Anti & Politica

DI MARCO LIBERTA’

È bello immaginare una società civile dove non vi sia il bisogno di possedere armi.

È bello delegare ad altri la sicurezza dei tuoi cari e la tua, dando loro il monopolio della forza.

È bello chiedere leggi speciali e più restrittive per proteggere il bene comune e la sicurezza di tutti.

È tutto bellissimo, fin quando non vedi persone vicino a te ridotte alla fame e calpestate da un mezzo blindato appartenente proprio a coloro che dovevano proteggerle.

Quello è il momento in cui ti accorgi di aver fatto una grandissima cazzata, ed è ormai troppo tardi.

La storia è piena di errori simili che hanno portato a conseguenze gravissime ed al genocidio:

Nel 1924 l’URSS vietò il possesso e porto d’armi ai civili con rare eccezioni per armi da caccia in limitate zone selvagge. Dal 1929 al 1933 avviene lo sterminio per carestia di 4 milioni di contadini Ucraini, detto Holodomor. Seguiranno decine di milioni di morti.

Nel 1911 la Turchia vieta le armi ai civili. Dal 1915 al 1917 avviene lo sterminio degli Armeni, 1,5 milioni di morti.

Nel 1935 la Cina proibisce di possedere e portare armi ai civili. Dal 1948 al 1952 vengono sterminati 20 milioni di dissidenti.

Nel 1964 il Guatemala ha introdotto leggi per proibire le armi. Dal 1981 al 1984 sono stati sterminati centomila indigeni Maya.

Nel 1970 l’Uganda ha vietato le armi ai civili. Dal 1971 al 1979 sono stati sterminati trecentomila cristiani.

Nel 1956 la Cambogia vietò le armi ai cittadini. Dal 1975 al 1977 sono state massacrate un milione di persone.

E nel 2012 il Venezuela ha proibito le armi ai civili. Nel 2018 l’ONU accusa la polizia Venezuelana di aver ucciso centinaia di dissidenti, oggi il Venezuela è sull’orlo della guerra civile, e ormai non vengono calpestati solo i diritti dei venezuelani, ma anche i loro corpi.

Il mondo è un posto pieno di lupi, dove la legge del più forte non è mai scomparsa, è solo rimasta nascosta; e state certi che non scomparirà mai.

Questo i Padri Fondatori degli Stati Uniti lo hanno capito nel 1775 ed hanno trovato l’unico rimedio possibile nel 1791: permettere agli individui di possedere e portare armi, essendo quello un diritto inalienabile degli uomini liberi.

Le leggi che proibiscono le armi agli individui sono l’anticamera del genocidio.

“Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per racimolare briciole di temporanea sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza.” (Benjamin Franklin)

Articoli recenti
Mostrati 10 commenti
  • Ciccio Addamurì
    Rispondi

    Ok, la solita marchetta è fatta; ma almeno vi arriva qualche bonifico da Gardù de Altrompia?

    • malgaponte
      Rispondi

      Caro Ciccio, perche non vai a scrivere le tue cazzate sulla Repubblica o sul Manifesto ?. Si vede proprio che quelli come te hanno l’ordine del Partito di inquinare i siti che dicono cose sagge e libere.

  • giorgio
    Rispondi

    se la logica non è un opinione, andate a controllare anche tutti i genocidi avvenuti in paesi in cui il possesso di armi era legale

  • Albert Nextein
    Rispondi

    La legge texana è da mutuare completamente.
    Questo dovrebbe proporre Salvini.

  • Gran Pollo
    Rispondi

    A parte il fatto che il confine tra difendersi e farsi giustizia da soli è molto, molto, labile, considerando poi che il senso della giustizia varia da persona a persona, secondo me ha assai poco senso continuare a citare come modello la svizzera (ben altro livello di vivere civile…) o gli USA. La costituzione americana è stata scritta alla fine del settecento, quando non esistevano furgoni blindati con mitragliatrice, carri armati, cacciabombardieri, missili, droni…
    Un esercito regolare all’epoca si poteva trovare a combattere ad armi pari con dei ribelli (se ben organizzati, altrimenti è un massacro); ma quanti privati possono disporre delle risorse economiche, anche prese a prestito, per acquistare armi avanzate?
    Contro una deriva totalitaria la popolazione armata oggi non avrebbe speranze. Hai voglia a fare pum pum dal tetto di casa tua mentre un cingolato ti abbatte i muri esterni o mentre un drone che a malapena vedi ti punta col suo mirino laser con IA…

    So di dire cose impopolari qui, ma non sono un troll, semplicemente constato i fatti.

    • Ciccio Addamurì
      Rispondi

      Bravo PsychoCiccio, ora faglielo capire anche al tuo compagno di merende Facco – grande esperto in economia, tranne quella elementare – che non sa che per un blindato da 1.500.000 eur basta una bottiglia di benzina da 1,50 eur.

    • Giorgio
      Rispondi

      E pensa te che succederebbe se ci fosse una società perfettamente libertaria e un multimiliardario volesse munirsi di un esercito attrezzato con tutte le nuove tecnologie. Avrebbe nella sua area di gestione un potere assoluto, il monopolio della forza e di conseguenza avrebbe la possibilità di fare quello che vorrebbe. Bella società sarebbe!

      • Gran Pollo
        Rispondi

        Non è da escludere, purtroppo….

  • Arch
    Rispondi

    Se non ci fossero le automobili, non ci sarebbero morti per incidenti stradali.

  • Pedante
    Rispondi

    Il tasso di omicidi degli americani bianchi è pari a quello della Svezia.

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca