In Anti & Politica, Libertarismo

DI MARCO LIBERTÀ

Nel 1938 la Germania nazista vietò le armi agli Ebrei, nel 1940 si inizia a parlare della “soluzione finale”. Nel luglio del 1942 iniziano le deportazioni sistematiche degli Ebrei nei campi di concentramento e sterminio.

Nel 1924 l’URSS vietò il possesso e porto d’armi ai civili con rare eccezioni per armi da caccia in limitate zone selvagge. Dal 1929 al 1933 avviene lo sterminio per carestia di 4 milioni di contadini Ucraini, detto Holodomor. Seguiranno decine di milioni di morti.

Nel 1911 la Turchia vieta le armi ai civili. Dal 1915 al 1917 avviene lo sterminio degli Armeni, 1,5 milioni di morti.

Nel 1935 la Cina proibisce di possedere e portare armi ai civili. Dal 1948 al 1952 vengono sterminati 20 milioni di dissidenti.

Nel 1964 il Guatemala ha introdotto leggi per proibire le armi. Dal 1981 al 1984 sono stati sterminati centomila indigeni Maya.

Nel 1970 l’Uganda ha vietato le armi ai civili dal 1971 al 1979 sono stati sterminati trecentomila cristiani.

Nel 1956 la Cambogia vietò le armi ai cittadini. Dal 1975 al 1977 sono state massacrate un milione di persone.

Nel 2012 il Venezuela ha proibito le armi ai civili. Nel 2018 l’ONU accusa la polizia Venezuelana di aver ucciso centinaia di dissidenti ed oggi il Venezuela è sull’orlo della guerra civile.

Ai tiranni basta sfiorare il primo tassello per far cadere irreversibilmente anche gli altri.

Non lasciatelo accadere.

Articoli recenti
Mostrati 4 commenti
  • Fabio
    Rispondi

    Che schifo lo Stato e gli statalisti che dicono sempre le stesse cose:
    lo Stato deve fare di più;
    c’è troppo liberismo;
    il mercato ha fallito;
    la libera concorrenza è uno spreco di risorse;
    c’è sempre bisogno di una (un’altra!!) legge ;
    bisogna produrre più moneta per azionare la leva virtuosa del ciclo economico, altrimenti il risparmio egoistico ne blocca lo sviluppo……

    dei stupidate ne dicono tante e sono sempre le stesse ed immancabilmente accadono disastri e sciagure economiche, con la casta che gode suprema dei soliti privilegi inarrivabili a chiunque altro.
    Ci si può mai lamentare che le sagge risposte siano le stesse?
    Se uno brucia soldi in gratta e vinci chiedendone in prestito a parenti ed amici, cosa vuoi consigliare? Che varietà nei consigli puoi trovare?

    Può il coglione rispondere “che noia, sempre le stesse cose mi dite!, che devo smettere di giocare e trovarmi un lavoro e pensare a spendere meglio la mia vita e curare la mia famiglia ” ??

    Certo che può, ma dev’essere chiaro che è e resta un coglione.

  • Antony70
    Rispondi

    Vorrei ricordare un episodio poco conosciuto: la rivolta di Athens del 1946, nello stato del Tennessee. I veterani, utilizzando le armi da fuoco recuperate dalle armerie dell’esercito, rovesciarono l’amministrazione guidata dallo sceriffo Paul Cantrell, il quale aveva ottenuto il potere mediante brogli elettorali. Questo episodio dimostra l’importanza della cittadinanza armata. Ecco alcuni link:
    https://www.warhistoryonline.com/instant-articles/battle-athens-group.html
    https://www.americanheritage.com/battle-athens
    https://www.constitution.org/mil/tn/batathen_press.htm
    https://lifedesignedforjoy.wordpress.com/2013/11/24/1946-battle-of-athens-second-amendment-rights-wwii-veterans/
    https://www.conservapedia.com/Battle_of_Athens_(1946)

    • Fabio
      Rispondi

      interessante, grazie

Lascia un commento

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca