In Anti & Politica

DI DANI ALROGHI

E’ passato oltre un anno dai primi provvedimenti di carcerazione di massa e tanti relatori in varie zone della repubblica italiana hanno detto quanto è sbagliato tutto questo.

Altri hanno parlato della questione dal punto di vista medico, parlando di protocolli sbagliati, cure negate, mascherine e tante altre cose che però a mio avviso sono secondarie. Sì, sono secondarie perchè non è la gravità o meno della malattia a giustificare misure più o meno restrittive. Malattia e Morte sono sempre esistiti, l’essere umano ha comprensibilmente paura di esse ma la Malattia deve restare nel campo della medicina e la Morte nel campo dei lutti personali. Non è mai giustificabile, nemmeno se tornasse la febbre spagnola o la peste nera, trasformare il mondo in un ospedale a cielo aperto nella vana speranza di combattere contro la natura.

Uomo contro Natura, legge degli Umani contro legge della Natura. Diversi avvocati, fra cui l’ottimo Fusillo, prestano le loro competenze alla causa della libertà individuale, tentando di combattere per vie legali, appellandosi alla legge degli Umani contro altre leggi degli Umani che però sono in contrasto con una legge degli Umani di grado superiore. Costituzione, leggi, dl, dpcm, codice di Norimberga, convenzione di Oviedo, CEDU, corte dell’AJA, corti penali o civili nazionali o internazionali che non conosco. Diversi gradi, diversi livelli di leggi degli Umani. Fusillo ed altri avvocati le conoscono, sono competenti, è il loro lavoro, Onore e Rispetto per tutti gli avvocati che assistono chi ha bisogno perchè ha preso una multa, perchè non vuole vaccinarsi, e che ricorrono ai gradi superiori della Legge degli Uomini nella speranza di fare inceppare la macchina repressiva statale, di rallentarne il funzionamento, di sabotarla dall’interno. Fanno bene, esistono queste armi, le sanno usare e vanno usate finchè esistono. Ma, mai dimenticarlo, si tratta di leggi degli Umani. La costituzione è un pezzo di carta, la convenzione di Oviedo è un pezzo di carta, le leggi degli Umani sono pezzi di carta, e se gli Umani sono pezzi di Merda possono stracciare quei pezzi di Carta e scriverne altri che sono peggiori. Cambiano le regole, gli avvocati studiano, le leve per sabotare la macchina repressiva diminuiscono, o gli avvocati ne trovano altre. Lasciamoli lavorare, ma pensiamo al resto.

L’obbligo di girare con una pezza in faccia, il Distanziamento Sociale imposto, tutta la cosiddetta Nuova Normalità è un Abominio. Ogni punto di partenza per la dissidenza al Regime Sanitario deve partire dal totale rifiuto della Nuova Normalità in ogni sua forma. A prescindere da quale sia il virus e quanto sia pericoloso. La Nuova Normalità è schiavitù. La Nuova Normalità non è vita, una vita da Nuovo Normale non è degna di essere vissuta. E se la Legge degli Umani, a qualunque livello, impone la Nuova Normalità, Vaffanculo agli Umani e alle loro Leggi. Conta solo la Legge Naturale, Libertà Totale + Principio di Non Aggressione. Ogni legge degli Umani che vada contro questi principi è un Abominio, e più va contro questi principi maggiore è l’Abominio da essa rappresentata.

Noi siamo Esseri Umani, restiamo Umani, se accettiamo la Nuova Normalità diventiamo Subumani. Ognuno prima delle restrizioni aveva una vita, delle passioni, viaggi, concerti, locali, discoteche, amici, attività culturali, sport, qualunque cosa, tutto quello che ora le autorità definiscono “non essenziali” e sacrificabili sull’altare di quel feticcio inesistente chiamato “salute pubblica”, della famiglia dei feticci inesistenti chiamati genericamente “bene comune”. Una vita senza quello che è “non essenziale”, che si limiti a mangiare, dormire e lavorare è una vita da Schiavi. Accettarlo senza combattere è da Subumani. Giustificare chi ci ha tolto il diritto alle proprie passioni significa diventare Subumani.

Siamo circondati dai Subumani. A lavoro, a scuola, persino in famiglia o nella propria cerchia di amici/conoscenti. Essi esistono e sono sinceramente impauriti dal virus o comunque ritengono giustificabili tutte queste rinunce. La loro vicinanza è dannosa per il nostro benessere psicofisico. Escluderli il più possibile dalle nostre vite e passare più tempo possibile con gli Esseri Umani è fondamentale per il nostro benessere psicofisico e per la nostra Salute Privata. Anche fra Esseri Umani, per quanto possibile, evitiamo di ammorbarci l’anima l’un l’altro raccontandoci cose che già sappiamo, dicendo di quanto sono brutti e cattivi i pianificatori centrali e le loro insulse Leggi degli Umani. Siamo costruttivi, ribelliamoci.

Ribelliamoci, come? Vivendo da Esseri Umani Normali, non da Subumani che accettano la Nuova Normalità. Salutiamoci stringendoci la mano, baciandosi o abbracciandosi, non con grotteschi saluti di regime col gomito o con la mano sul cuore. Parliamoci guardandoci in faccia e senza lo schermo di quello squallido simbolo religioso e disumanizzante chiamato Mascherina. Ognuno secondo il proprio coraggio, disobbedisca e si prenda il rischio di qualche multa. I Combattenti del passato per ogni causa, giusta o sbagliata, hanno subito incarcerazioni, umiliazioni, torture, in alcuni casi hanno pagato con la vita, e il loro sacrificio è stato Esempio per le loro Gangs, per i loro popoli e per i loro seguaci.

Siamo diventati così vigliacchi da avere paura di una multa? Siamo diventati così vigliacchi da avere paura di perdere il lavoro? Siamo diventati così vigliacchi da avere paura di diventare poveri? Certo, meglio occupati che disoccupati, meglio benestanti che poveri, ovvio. Ma meglio disoccupati e poveri che morti, giusto? MEGLIO MORTI CHE SCHIAVI, tutti lo dicono, certo. A maggior ragione, MEGLIO DISOCCUPATI E POVERI CHE SCHIAVI. Se siete obbligati non volete fare un vaccino non lo fate, anche se con gli avvocati vi dice male e vi sospendono a lavoro; la dignità vale più del reddito e delle proprie prospettive economiche. Dobbiamo assicurare la nostra esistenza di Esseri Umani ed un futuro da Esseri Umani delle prossime generazioni. Se insegnate ai vostri figli che la libertà personale può essere sacrificata sull’altare della sicurezza economica gli insegnerete a vivere da Schiavi.

Molti protestano per motivi economici, perchè vogliono riaprire le loro attività, e hanno ragione. Meglio occupati che disoccupati e meglio benestanti che poveri. Hanno ragione e noi li supportiamo se aprono disobbedendo, la barricata è la stessa. Ma la Guerra è per la Libertà Individuale, non per il Reddito dei Mercanti. Niente in contrario al reddito dei Mercanti, io voglio la tua roba, tu vendi, io compro e siamo tutti contenti. Con la Libertà Individuale il Reddito dei Mercanti che vendono roba buona è salvo. Potrebbe non essere però vero viceversa. Alcuni che oggi protestano per il Reddito potrebbero accettare compromessi per disperazione e per sopravvivenza, le “aperture in sicurezza anche con protocolli più rigidi”, la richiesta di documenti ai clienti per il tracciamento, l’obbligo di un’app o del passaporto vaccinale, pagare solo con carta e non in contanti, gli orribili divisori in plexiglass, i braccialetti distanziatori che vibrano, tante altre cose che forse ci saranno, o forse no, forse qualcuno accetterà, o forse no, non lo so. Comprendo le difficoltà economiche ma se qualcuno cederà per disperazione la barricata non sarà più la stessa. Chi mette il suo reddito prima della mia libertà indiduale ha cambiato bandiera.

Poi che cosa vuol dire “aprire in sicurezza?” Se vado al bar o al ristorante non ho nessun problema a mangiare in un tavolo anche se siamo in 8. Non me ne frega niente se il cameriere ha la mascherina, o se misurano la febbre all’ingresso, o se mettono l’amuchina all’ingresso. Quando vorrò la sicurezza prenderò una corda e mi impiccherò, una volta morto finirò in una bara, e quello è il posto più sicuro. Ogni nostra azione è un rischio, la Sicurezza è solo un altro feticcio.

Aprire tutto, senza alcun protocollo di scienziati al soldo della macchina repressiva che si sentono importanti; non solo bar e ristoranti, anche palestre, piscine, centri sportivi, stadi, sale concerti, discoteche. Sì, le discoteche e le sale concerti, quelle dove centinaia di persone stavano tutte addosso alle altre, dove con gli sbalzi di temperatura d’inverno tornavi alle 4 del mattino con la tosse, e nessuno si spaventava. Ci hanno tolto tante cose, bisogna RIPRENDERSI TUTTO. Ad ogni costo.

Questa è la TERZA GUERRA MONDIALE, perchè non è che se vai all’estero le cose sono troppo diverse. La guerra dichiarata dalle Autorità agli individui, dai Sovrani ai propri sudditi. Non è una guerra convenzionale, con sangue per le strade, morti e mutilati, è una guerra psicologica, meno cruenta ma ugualmente Infame. La polizia e le cosiddette forze dell’ordine non è altro che l’esercito del Nemico. Certo, qualcuno troverà questo assurdo, ma se ricevono ordini eseguono, è il loro lavoro. Anche se non li condividono, perchè hanno paura di perdere il lavoro. Non fidatevi dei loro comunicati che dicono di essere stufi di multare. I fatti dicono che continuano a farlo. Continuano ad obbedire allo stato di cui portano fieramente la bandiera sulla loro divisa, continuano ad obbedire al loro padrone che li nutre con quello che ci toglie. Non morderanno mai la sua mano. Certo, non sparano, fermano, multano, scrivono verbali, a volte manganellano. Ma chi vi dice che in futuro non spareranno? Se questi saranno gli ordini, spareranno. Tortureranno. Uccideranno. E potrebbero non esserci più le varie “garanzie costituzionali da stato di diritto” che, almeno nella forma, oggi sussistono. Lo faranno a te, al tuo amico, a tua madre, a tua moglie, a tuo figlio, sulla folla. Non dico che accadrà, nè quando, spero di no, ma chi può escluderlo in maniera assoluta? Avreste mai pensato nel 2019 di arrivare a questo punto? Le cose possono peggiorare in fretta.

Sono tempi duri e bisogna essere forti, perchè le persone scelgono i cavalli forti e non i cavalli deboli. Forti e pronti a tutto, pronti a sopportare psicologicamente qualunque tipo di vessazione, anche peggiore di queste, e a disobbedire il più possibile, combattere, quali che siano le conseguenze. Siate forti per voi, per le persone a voi vicine e per tutti gli individui che vogliono Restare Umani. La Von Der Leyen ha detto di prepararsi ad un’era di pandemie. Quindi se e quando le autorità decideranno che questa emergenza sarà finita non fatevi illusioni. Ci sarà una tregua di qualche mese, anno o lustro, non so quanto, ma poi ricomincerà il circo. E se il nuovo virus avrà due punti percentuali di mortalità in più sarete ancora da questa parte? Forse sì, forse no, non lo so, si vedrà

Riprendersi tutto. Le autorità ci hanno dichiarato Guerra, siamo in Guerra. Una Guerra senza tregua e con un nemico che ci vuole Annientare come Esseri Umani e trasformarci in Schiavi Subumani. Nessuna Resa, difesa ad oltranza. Guerra Totale. Senza violenza e senza armi da fuoco, ma difesa ad oltranza e Guerra Totale. Contro autorità e collaborazionisti. Restare Umani o Morire.

Recent Posts
Showing 3 comments
  • Maurizio Luigi Giuseppe Pontedera
    Rispondi

    Ricordiamoci sempre che Kalergi ha profetizzato e auspicato un mondo di subumani guidato da un elite che comincio sempre di più a intravedere: oligarchi americani, ambientalisti e socialistoidi vari.

  • Alessandro Colla
    Rispondi

    Stanno mandando in giro la voce che in Inghilterra avrebbero ridotto notevolmente i decessi da Covid dopo le inoculazioni vaccinali di massa. Non ho dati per confermare o smentire, sui siti telematici leggo di stime ma non di cifre reali certificate. Mi appello a chi è più capace di me nelle ricerche. Anche se dopo più di un anno è probabile che l’immunità di gregge si sia raggiunta con o senza antidoti. Che però sono molto utili alle statistiche governative e ai produttori farmaceutici.

  • MICHELE
    Rispondi

    Upton Sinclair diceva che è difficile fare comprendere ad un uomo qualcosa quando il suo salario dipende dal non comprenderla, Forze dell’ ordine pagate con i nostri soldi volenti o nolenti per fare da mercenari e/o guardia pretoriana del potenteone di turno che non si tirano indietro davanti a nulla (certamente anche sparare se necessario) perché tengono famiglia, tengono rate e tengono mutuo, sempre a nascondersi dietro alla discolpa: STO ESEGUENDO GLI ORDINI! Anche Erich Priebke stava solo eseguendo gli ordini. Giornalisti che sono solo pennivendoli e gabellieri dei potenti pagati con i nostri soldi volenti o nolenti perché tengono famiglia, tengono rate, tengono mutuo che sanno che il loro dovere è fare propaganda e lo svolgono egregiamente. Dipendenti pubblici che sono parassiti patentati e che ad essere misericordiosi non dovrebbero arrivare neanche a 1 milione gli altri licenziati in tronco, pagati con i nostri soldi volenti o nolenti perché tengono famiglia, tengono rate e tengono mutuo che sono il peggio del peggio. Non mi dilungo troppo a proposito dei dipendenti pubblici in ambito scuola ma riferendomi all’articolo del 5 Aprile in cui Piero Vernaglione esponeva nel video i suoi perché sul fatto che non ci sono persone che appoggiano le idee libertarie io mi limito a fare pubblicità a Denis de Rougemont e il suo libro I misfatti dell’istruzione pubblica e a farla breve: Finché lo stupidificio chiamato scuola pubblica non viene abolito completamente, la religione civica che i cerimonieri che vi “lavorano” indottrinano ai malcapitati studenti non ce la leveremo mai di torno e abbandoniamo ogni speranza di afferrare una qualsivoglia percentuale del pubblico. Ora facendo una breve stima di quante siano tutte queste persone che vivono sulle spalle degli altri, di quanto dipendono per sopravvivere da quel vincolo che è non mordere la mano che ti da da mangiare e da quanto abbiamo accertato fino ad oggi cioè che ragionamenti tipo: guarda dall’altra parte, è sbagliato ma io ne traggo beneficio, alla fine non è poi così male, chi crede che accettino MEGLIO DISOCCUPATI E POVERI CHE SCHIAVI? Le persone non vogliono essere libere ed è triste e avvilente ma pur sempre vero. E’ duro da accettare ma lo possiamo vedere nella storia dell’umanità basti guardare credenti o non nella Bibbia, Mosè liberò gli Israeliti dalla schiavitù e dopo la liberazione cosa fecero? Incominciarono a lamentarsi con Mosè e a dirgli di riportarli in Egitto perché almeno li avevamo la carne, che preferivano la schiavitù confortevole alla libertà pericolosa. La libertà è dura perché è intrecciata con la responsabilità. La libertà viene con un prezzo, quando c’è la libertà, e questa è una promessa, persone ne abuseranno, ci saranno conseguenze e ci saranno cose che a te non piaceranno. Se fossero seri al riguardo di salvare vite e la libertà non è un valore che ritengono importante dovrebbero impedire alla gente di guidare, viste anche le implicazioni a tal riguardo sull’ambiente e sul cambiamento climatico a loro care. Più di 3300 vittime all’anno per incidenti eppure nessuna persona ragionevole e razionale che ha beneficiato dal trasporto motorizzato o meglio la libertà di averlo, potrebbe argomentare che l’abolizione di tutto il trasporto è qualcosa che una popolazione matura e saggia farebbe. Abbiamo trovato un modo più sicuro di trasportarci con cinture di sicurezza, airbag, semafori, togliere la patente a chi è pericoloso alla guida. Eppure quello che abbiamo fatto durante questa tragica farsa pandemica è stato l’opposto: ad ogni costo dobbiamo abbracciare il credo nel “sicurismo” e la libertà non conta.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search