In Anti & Politica

In attesa di esaminare sulla Gazzetta Ufficiale la versione scritta dei deliri annunciati ieri, esaminiamo un po’ di argomenti rimasti aperti dai video precedenti…

Per vostra comodità, visto la diversità dei temi trattati, questa volta vi mettiamo a disposizione un indice del video:

00:00 Introduzione
00:26 Truffe e contatti reali
02:46 Stato di Emergenza
06:04 Sequestro di persona nelle isole
08:33 Vademecum difesa al centro V.
13:54 Abbiamo cambiato idea?

PER FAVORE NON FATE DOMANDE SU QUANTO DECISO IERI DAL REGIME: NE PARLEREMO QUANDO USCIRA’ SULLA GAZZETTA UFFICIALE

Il video su Rumble:
https://rumble.com/vs1gy9-emergenza-o-colpo-di-stato.html

Recent Posts
Showing 11 comments
  • Alessandro Colla
    Rispondi

    Separazione tra stato d’emergenza e marchio verde? Hanno sempre sostenuto che le misure restrittive erano dettate da una situazione emergenziale. Nel vecchio decreto lo avevano scritto esplicitamente in più punti: “…fino al trentuno dicembre 2021, data di cessazione dello stato d’emergenza.” Come possono giustificare disposizioni restrittive senza la presenza di uno stato emergenziale ufficiale? Quale strumento normativo avrebbero? E come possono impunemente prorogare l’emergenza al trentuno marzo 2022 se la legge 1/2018 impone loro di terminare il trenta gennaio? Anche qui, in base a quale strumento? Non è arrivato il momento di transitare dalla strada dei ricorsi a quella delle denunce penali? Il mancato rispetto delle prescrizioni internazionali, vincolanti in misura superiore a quelle interne, non è da denunciare alla Corte Penale Internazionale de L’Aja? Come possono costringermi ad apporre una firma per autorizzare un’inoculazione? Il reato di estorsione non esiste più? Non è ora di presentare denuncia anche per questo?

    • Alessandro Colla
      Rispondi

      Segnalo in merito una videoregistrazione su Rumble de La Quinta Columna, in spagnolo ma con sottotitoli in italiano. E’ tenuta dal biologo statistico Ricardo Delgado Martìn che si è dichiarato pronto a testimoniare in tribunale. [NIF: 79.202.099 N – Denuncien a su médico].
      rumble.com/vrxuqh-sub-ita-clamorosissimo-la-quinta-columna-immagini-del-nanochip-nel-vaccino-.html

    • Immune Dal Gregge
      Rispondi

      Non dovrebbe neanche essere necessario denunciare dato che si tratta di fatti di pubblico dominio e che gli stessi magistrati sono sottoposti ufficialmente agli stessi abusi. Ma dato che continuano a fare come le 3 scimmiette da 2 anni mi sa che l’ultima speranza e’ un appello alle forze armate che hanno pure giurato fedelta’ alla Costituzione. Se non per noi almeno per loro stessi. Sarebbe tragicomico che non siano neanche capaci di difendere se stessi.

      • Alessandro Colla
        Rispondi

        Sarà tragicomico ma non ne sono capaci.

  • Duca Conte Piermatteo Barambani
    Rispondi

    Ma nell’attesa di autorevoli risposte altrui, Colla non potrebbe darne qualcuna lui, aggiornandoci su quel presunto macabro terno secco di bambini dell’asilo di Roma?

  • Alessandro Colla
    Rispondi

    Evidentemente non sono in grado di fornire risposte che mi richiederebbero la necessità di possedere un’agenzia giornalistica o una di investigazioni. I quotidiani romani hanno ignorato le mie richieste in merito. Ho scritto anche alla posta elettronica di Sara Cunial e di Gianluigi Paragone per chiedere aiuto in merito ma non ho avuto risposte. Le notizie che sono faticosamente riuscito a carpire sono poche. I due più giovani, tredici e dodici anni, si chiamavano Amir e Brian Chui. Parenti? Fratelli? Non lo so, erano iscritti tutti e due alla sezione “C” della classe terza (l’ordine di scuola è la Secondaria di Primo Grado, non la scuola per l’infanzia). Del quindicenne ex studente dello stesso istituto conosco solo il nome, Michele. Il quartiere popolare di Roma denominato Tufello ha un’alta abitudine alla reticenza. La scuola di riferimento è l’Istituto Comprensivo “Maria Montessori” di Viale Adriatico e i tre frequentavano il plesso succursale di via Monte Ruggero. Il vicario della Dirigente Scolastica che avrebbe fornito l’annuncio affermando che sarebbero deceduti “malgrado avessero effettuato la seconda dose” (uso il condizionale perché non l’ho sentito di persona, mi fido di quanto riferitomi dalla mia compagna) si chiama Sergio Farricelli, è ordinario di Educazione Fisica ma utilizzato sul sostegno. Ha quarantuno anni. Il sacerdote “di origine africana” presente alla commemorazione è incardinato presso la locale chiesa cattolica parrocchiale intitolata al Santissimo Redentore, neanche di lui sono riuscito ad avere il nome. Nelle mie esperienze da cronista ho sempre avuto collaborazioni con testate periferiche (a parte una brevissima parentesi con il quotidiano IL TEMPO all’epoca diretto da Giampaolo Cresci con Giovanni Negri vicedirettore; quanta professionalità dell’epoca contrapposta all’opportunistica mediocrità attuale! Anche Paragone scrive su IL TEMPO ma non so se la sua segreteria gli abbia fornito le mie notizie). Di più, con le mie forze, non riesco ad andare. Se qualcuno, con queste indicazioni, riesce a ottenere migliori risultati avrà tutta la mia gratitudine. Le risposte che chiedo io sono di ordine giuridico. Mi chiedo come sia possibile non intervenire denunciando la violazione palese della Legge 1/2018. Come sia possibile, in un contesto giuridico di obbligatorietà dell’azione penale, che le Procure non intervengano in presenza di un’evidente notitia criminis. Mi chiedo anche perché non si passi direttamente alle denunce interne e a quelle internazionali a L’Aja in luogo di ricorsi che finora non ci stanno offrendo grandi risultati. A volte si vincono, è vero; ma questi continuano imperterriti ogni giorno con qualcosa di maggiormente restrittivo. Se è colpo di stato è reato grave, nel caso del generale incaricato si potrebbe perfino ipotizzare l’alto tradimento. Sono tutti spergiuri, d’accordo, ma credo ci sia bisogno di nuove strategie. Le mie forze stanno cedendo, anche psicologicamente. Non si riesce a lavorare, la mia compagna è senza stipendio e ci sono due figli a cui pensare; oltre un mutuo ancora lungo prima dell’estinzione. Per il nostro secondogenito chiedono l’ennesimo tampone perché nella sua classe hanno trovato due presunti positivi. Ma se è dallo scorso ventitré dicembre che la didattica è sospesa, non sono passati più dei canonici quattordici giorni di quarantena? Per non parlare dell’invasività dell’operazione su un undicenne, vanno dati altri quindici euro alla farmacia? Non ci sono, anche qui, regolamenti precisi in merito? Secondo lor governanti, poiché ho sessantatré anni, dovrei sottopormi a un trattamento sanitario sperimentale ma firmando io l’assunzione di responsabilità. Anche uno sprovveduto sa che si tratta di un’estorsione. Cosa devo fare? Cedere? Tanti hanno ceduto prima di me, io e Valentina stiamo ancora resistendo. Fino a quando?

    • Duca Conte Piermatteo Barambani
      Rispondi

      Spiacente di sentire tutto questo. Mi contatti a tony555@gmx.com, vediamo se posso essere utile.

      • Alessandro Colla
        Rispondi

        Grazie. Ho appena inviato un messaggio sull’indirizzo che mi ha gentilmente fornito, mi comunichi se non dovesse essere arrivato.

  • Il cavaliere
    Rispondi

    E’ incredibile e ovviamente inaccettabile,tutto cio’ che sta accadendo sotto gli occhi di chi dovrebbe vigilare e tutelare persone e leggi costituzionali.Stiamo assistendo a regole dittatoriali,discriminatorie che ledono,violano e discriminano,persone e le loro scelte,la libertà di ogni individuo è quella di poter decidere autonomamente e incondizionatamente ,sul proprio corpo, di come,dove e quando curarsi,senza imposizione alcuna ,tantomeno da un governo con un presidente non eletto e quindi illegittimo.Quando hanno introdotto le leggi raziali,all’inizio era tutto consentito e apparentemente naturale,con il senno di poi,aprendo gli occhi delle persone,si è fatto capire loro,quali abominevoli azioni erano state commesse,come deportazioni e camere a gas,peccato che una volta attuate non si puo’ piu’ recuperare chi ha perso la vita,Tutto questo pur scritto m e sotoscritto da tutti igoverni mondiali dov’è finito? E’ stato forse dimenticato o peggio cancellato?Cos’altro serve ancora per capire che questa è la moderna dittatura?Un presidente del consiglio non eletto, di cui non sappiamo nulla di cosa pensi in termini di sicurezza,istruzione,lavoro,perchè non ha mai fatto una campagna elettorale e non è mai appartenuto ad alcun partito e di conseguenza non sapevamo alcun indirizzo politico,ma oggi ce lo ritroviamo a prendere pesanti decisioni restrittive e lesive come hanno sempre fatto i dittatori,indisturbato dalla magiostratura,dal supremo capo ovvero presidente della repubblica, dalla corte costituzionale,dai mass media,hanno messo tutto a tacere e in piu’ la tremenda e massiccia propaganda ,fra tv,radio e giornali,Non è forse una moderna dittatura?Vi sembra oggigiorno 9 Gennaio 2022 di essere in una tremenda pandemia?Si gestisce cosi una pericolosa pandemia? Stadi si ma con un tot di persone,accesso ai supermercati,bar,ristoranti,luoghi di lavoro,tutto cio’con un lascia passare che ha una scadenza da rinnovare di volta in volta,e con un telino davanti alla bocca.In una vera pandemia saremmo chiusi in casa almeno per un mese e mezzo ,tutti bardati com alcuni operatori sanitari dalla testa ia piedi e con cure differenti da unvaccino arrivato al quarto stadio e ancora di dubbia efficacia e durata.

    • Duca Conte Piermatteo Baramban
      Rispondi

      Cavaliere! quale onore… ma il pomposo plurinome Pontedera che fine ha fatto? Mi sa che in onore del suo cognome ha inforcato una Veapa ed è evaporato nelle brume padane.
      E me racumandi: mola mia che ghe la femm, forza Milan !!!

      • Il cavaliere
        Rispondi

        Duca Conte,il pomposo nome di Pontedera al quale fa riferimento ( immagino Lega Nord ) ormai è morto e sepolto e il colpo finale credo proprio lo abbia dato M. Salvini

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search