In Anti & Politica, Economia

DI GIACOMO PETRELLA

Volete sapere come si salva un continente dalla crisi finanziaria? Ripartendo dall’oro, direte voi. Insomma, se ci è arrivato persino quel demagogo-sovranista di Hugo Chavez, possiamo arrivarci anche noi, liberi eredi della pensosa Europa. Invece no. Come si salva un continente ve lo spiega sul Giornale, nel numero di oggi, Nicola Porro.

Porro rappresenta il più tipico dei nipoti di Milton Friedman: liberale fuori, statalista dentro. In questo senso ci aveva avvisato Rothbard: i liberisti non sono altro che statalisti inflazionisti al servizio di un mercato distorto e dopato. Prove a carico? Già dal titolo dell’editoriale i commenti sembrerebbero superflui: “L’america insegna all’Ue come si salva un continente.”

Accipicchia. Ma stiamo parlando di quell’America lì? Quella che infischiandosene del mercato garantiva casa e consumi a tutti? Quella dei Cds e Cdo? Insomma, la stessa America tecnicamente fallita nel 2007? Ebbene sì, il buon Porro non si fa problemi di sorta, elogiando la capacità decisionale della Fed di allora. Orgoglioso, l’economista del Giornale snocciola i dati “segreti” (sic!) sull’impegno della Federal Reserve per salvare il sistema bancario statunitense. Rullo di tamburi, squilli di tromba, secondo Bloomberg la Banca Centrale statunitense avrebbe immesso, in silenzio, 7.700 (settemila e settecento) miliardi di dollari a copertura del disastro finanziario dei “prime”.

cLICCA SULL'IMMAGINE E SCEGLI LA MAGLIETTA DEL MOVIMENTO LIBERTARIO PERFETTA PER TE

Porro, per rendere bene il concetto, spiega ai suoi lettori l’immissione di denaro fresco con questa metafora: si “pompa una liquidità da affogare una balena.” Ma non finisce qui, perché oltre a ricordare il fondo salva-banche di Bush e Obama, il conduttore de “La 7” sottolinea il guadagno legato all’operazione stessa della Fed che, sempre secondo Bloomberg, prestando a zero, avrebbe fatto incassare all’intero sistema ben 13 miliardi di dollari. Wow…

A questo punto, a fine articolo, ci si aspetterebbe una presa di coscienza liberista, un rimorso, non so, qualcosa. Invece no. Dal Giornale si invita la Bce a fare lo stesso. A non essere schifiltosa coi nostri titoli, “solvibili” (ri-sic!), di debito. Con buona pace nostra, dei nostri nipoti e del deserto di carta-straccia che li attende. Ecco gli eredi di Friedman. Quelli che vanno a braccetto con chi vorrebbe eliminare il contante, per stampare “buoni pasto elettronici”.

 

Recent Posts
Showing 6 comments
  • Gian Piero de Bellis
    Rispondi

    Da quel che ho letto di Milton Friedman (Capitalism and Freedom, Free to Choose, The Tyranny of the Status Quo) descriverlo come uno statalista mi sembra eccessivo. Parlare del giornalista Porro come un nipotino di Friedman mi sembra, anche lì, un po’ azzardato. Quanto all’uso dei termini liberale e liberista (“i liberisti non sono altro che statalisti inflazionisti al servizio di un mercato distorto e dopato”), anche lì andrei piuttosto cauto. Altrimenti rischiamo di incasellare le persone con etichette sbagliate e non facciamo chiarezza sul significato dei termini. (Pedante come al solito. Chiedo venia).

  • Rob67
    Rispondi

    Quelli che vanno a braccetto con chi vorrebbe eliminare il contante, per stampare “buoni pasto elettronici”.

    Pero’ il pasto sara’ anche elettronico magari un bel Ologramma di un piatto di spaghetti fumante

  • alepuzio
    Rispondi

    Almeno Friedman ha avuto il coraggio di prendere di petto i vari keynesiani che facevano il bello ed il brutto tempo.

    Ho letto anche io l’articolo e da ex lettore de Il Giornale, penso che scrivere queste fesserie perchè siamo in condizione di debolezza politica ed economica verso Francesi e Tedeschi vuol dire solo una cosa.

    Il nazionalismo è l’ultimo rifugio degli incapaci.

  • Dexter
    Rispondi

    Non capisco l’attacco a Friedman.

  • Massimo74
    Rispondi

    @Dexter

    In che senso?

  • michele lombardi
    Rispondi

    parlare di oro e’ noioso quanto inutile.
    solo gli idioti e Chavez ne parlano.
    Friedman fu il meglio possibile allora, comunque la sua teoria e’ sbagliata.
    fino a quando i sedicenti libertari parleranno di oro e gold standard e’ bene, benissimo che non vengano presi in considerazione da nessuno.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search