In Anti & Politica, Varie

di REDAZIONE

Per Roberto Calderoli, a volte l’evasione fiscale e’ una “legittima difesa”.

Ha sostenuto l’ex ministro: “Quando uno paga la metà dello stipendio in tasse e lavora la metà dell’anno per pagare le tasse – lo ha detto durante un comizio a Monza – forse, l’evasione non è più evasione ma legittima difesa di chi sta lavorando”.

Roberto Calderoli è anche convinto che, dal decreto sulle liberalizzazioni scomparirà l’emendamento che elimina alcune commissioni bancarie.

“Vedrete che le commissioni bancarie, che noi abbiamo abolito due o tre volte e poi, sono state aggirate dalle banche, verranno salvate, ancora una volta, dal governo in Parlamento”, ha affermato l’ex ministro della Semplificazione normativa, parlando con i giornalisti, a margine di un comizio a Monza.

 

Recent Posts
Showing 16 comments
  • rik
    Rispondi

    soprattutto da quando, la presa in giro del federalismo fiscale,del quale e’ stato il principale attore,ci ritroviamo Imu , nuovi e vecchi balzelli,grazie al maggior potere impositivo dato agli enti locali;da ricordare che e’ stata introdotta anche la tassa di scopo.Dopo di cio’ questi cialtroni della lega,hanno la faccia tosta di fare opposizione al Monti per le troppe tasse. Come dice Beppe Grillo? Vaffa……….

    • Deciomeridio
      Rispondi

      Guarda che nel federalismo della Lega non era previsto che i proventi dell’ IMU andassero allo Stato : c’è voluto Mario Monti per fare questo scippo , come quello dei soldi dei comuni portati nella tesoreria centrale. Un furto di 9 miliardi di euro.

  • antonio
    Rispondi

    e comunque mi pare che vi difendete benissimo: dite che l’iva è mediamente il 20%, ma allora, su un pil di 1600mld, lo stato ne dovrebbe incassare 320 solo di iva, MENTRE NE INCASSA APPENA 115 (DATI 2010).
    quindi il 60% di iva la incassate dai consumatori ma poi ve la tenete in saccoccia… ahah!
    certo la pressione fiscale è esagerata, propongo di tagliare certe spese improduttive (tav, F35).

  • Massimo74
    Rispondi

    @Antonio

    Ma di cosa stai parlando?A parte che il PIL è formato da diverse voci e tra queste ci sono ad esempio anche gli stipendi dei dipendenti pubblici, ma poi non è affatto vero che l’iva è tutta al 20% (oggi passata al 21% grazie a berlusconi e domani forse al 23% grazie a monti),per esempio sui generi di prima necessità l’iva è al 10% e in alcuni casi al 4%.
    Inoltre ci sono un sacco di prodotti e servizi che sono (quasi) del tutto esenti dall’imposta sul valore aggiunto,vedi ad esempio i medicinali e le prestazioni sanitarie,oppure le attività bancarie e le operazioni finanziarie (che da sole valgono una fetta consistente di PIL).Poi ci sono tutte quelle piccole attività artigianali che rientrano nel cosidetto regime fiscale forfettario e che sono esenti dal versamento dell’IVA.
    Prima di parlare cerca di informarti meglio altrimenti rischi di fare solo la figura del peracottaio.

    • antonio
      Rispondi

      guarda che lo so!
      era una sottile critica a voi libertari, che quando fate il calcolo del carico fiscale (arrivando all’assurdo risultato del 70%) calcolate l’iva al 20%.
      comunque bisogna vedere che incidenza ha nel paniere l’iva ridotta. secondo me alla fine l’iva media è sul 15% e anche così i conti non tornano, in quanto in questo caso lo stato dovrebbe incassare 240, quindi il 50% dell’iva è rapinata (ai consumatori).
      dai, non vi arrampicate sugli specchi e non ci prendete per il culo, lo sanno pure le galline che è così.

  • Massimo74
    Rispondi

    Dì la verità, ma tu ci fai o ci sei?Lo hai capito o no che nel PIL è compresa anche la spesa pubblica,che le prestazioni sanitarie sono (a parte qualche eccezione) esenti dall’IVA, che le attività finanziarie delle banche non sono soggette all’imposta (ti è mai capitato di vedere un estratto conto della tua banca in cui ti viene addebitata l’iva per qualche operazione?), che ci sono attività artigianali che rientrano nel regime fiscale agevolato e che non sono obbligate al versamento periodico ai fini IVA?Sì lo sappiamo anche noi che esiste l’evasione dell’IVA,hai fatto la scoperta dell’acqua calda, ma le stime che hai postato sui fantomatici 240 miliardi di evasione (prima parlavi addirittura di 320 miliardi) sono del tutto campate in aria e non hanno nessun riscontro oggettivo con la realtà.Sui calcoli relativi ai carichi fiscali,mi discpiace per te, ma è esattamente come sosteniamo noi: La tassazione reale può arrivare a sfiorare il 70% degli utili e questo senza tenere conto dell’IVA (come affermi impropriamente tu).In particolare sono le imprese le più vessate in assoluto dal fisco con una tassazione che arriva fino al 68,6%.Se non vuoi credere a noi, spero che almeno ti fiderai delle statistiche rilevate da uno studio effettuato dalla world bank sulla tassazione delle imprese in 183 paesi nel mondo.

    Eccoti il link:

    http://www.oipamagazine.eu/categoria1636/Imprese/Fisco-e-Leggi/banca-mondiale,-fisco-imprese-italiane-prime-in-europa-per-tasse-pagate.html

  • rik
    Rispondi

    caro antonio: non e’ un fattore di voi libertari o non,ti ho gia’ detto l’altra volta,senza presunzione da parte mia,che l’aritmetica non e’ un’opinione pe3r cui ti prego di capire che 2 + 2 fanno 4 e non 3.Riprova a sommare tutti gli importi fiscali,a cui sono sottoposte le tue uscite e forse ci potremo intendere meglio;sarei felicissimo se le cose fossero come dici tu,ma la realta’ e’ purtroppo peggiore. Saluti

    • antonio
      Rispondi

      io non credo che siete stupidi, credo invece nella paraculaggine.
      massimo,
      tutte le cose che hai citato hanno poca incidenza nel “paniere”. ma che incidenza % vuoi che abbiano le commissioni bancarie sul totale del mio reddito??? inoltre non ho parlato di evasione 240 o 320, queste cifre si riferivano a quello che lo stato dovrebbe incassare. lo stato incassa 115, quindi l’evasione sarebbe la differenza… torniamo alla 1a elementare…
      poi la tassazione degli utili è solo una misera parte della tassazione generale. la maggioranza della popolazione non ha imprese nè utili… non puoi parlare SOLO DEI TUOI DRAMMI come se fossero i drammi di tutti.
      rik,
      allora sei proprio DE COCCIO!
      oh, e meno male che pure l’ultimo post di sto sito dice 45%! coi dati della cgia mestre!

  • antonio
    Rispondi

    comunque, oh, convengo che il 45% è TROPPO! e che bisognerebbe darci un taglio, solo che prima di chiudere ospedali comincerei da altre cosette.
    guardate sta tabella:
    http://www.notavtorino.org/documenti/cicconi-costi-tav-ital-20-4-08.pdf
    il tutto il mondo 1km di tav costa 10mln, in italia 80.
    i 70 di differenza se li spartiscono politica e imprenditori…

  • CARLO BUTTI
    Rispondi

    L’evasione fiscakle può essere una forma di autodifesa dalla voracità dello Stato? Lo diceva già Luigi Einaudi. Non c’è proprio bisogno che ce lo ripeta un figuro screditato come Calderoli.

  • rik
    Rispondi

    caro antonio senza offesa,non c’e’ miglior sordo di chi lo vuol essere e siccome pltre a sordo sei anche cieco,cavoli tuoi,padronissimo di pensarla come vuoi ma 2+2 fanno sempre 4., purtroppo ed io non parlo mai dei miei drammi ma di quelli della generalita’ della gente a cui appartengo,anche se spesso una molteplicita’ di casi particolari,diventano la normainfatti il dato del 67,4 % della CGIA era riferita ad ogni cittadino italiano.

    • antonio
      Rispondi

      te lo rispiego pazientemente e pietosamente, perche’ credo alla redenzione cristiana (ahah!).
      entrate tributarie 400 + entrate previdenziali 250 = 650.
      pil 1600.
      quant’e’ la %???
      dopodiche’ ti abbandono ai flutti dell’allucinazione.

  • rik
    Rispondi

    x decimomedio il vero problema e’ che lo stato fa lo scippo e dice agli enti locali che se hanno bisogno di soldi ,aumentino le addizionali;comumque grazie a Calderoli e alla lega,le imposte locali sono aumentate e aumenteranno(vedi IMU e addizionali) ma secondo quanto prevede il decreto Tremonti sul federalismo fiscale,gli enti locali potranno aumentare le loro imposte o tasse e crearne delle nuove,tanto e’ vero che e’ stato dato loro,maggior potere impositivo. A Tremonti quando gli fu chiesto se le imposte locali,potessero aumentare rispose che NON NECESSARIAMENTE sarebbero aumentate e tra l’altro e’ stat introdotta anche la famigerata imposta di scopo. Ora la lega,ci prende anche per i fondelli,facendo opposizione al governo Monti per le troppe tasse…….ahahahahahaha

  • Massimo74
    Rispondi

    @Antonio

    Allora è proprio ufficiale, tu non ci fai,ci sei proprio!Forse non ti è chiaro che l’intera attività finanziaria delle banche non’è soggetta all’IVA,non si tratta solo dei pochi spiccioli delle commissioni che ti vengono addebitate mensilmente sull’estratto conto (che comunque moltiplicate per milioni di conti correnti diventano anch’esse cifre imponenti).Per quanto riguarda la pressione fiscale stimata dalla CGIA di mestre al 45%,anche qui se cercassi di informarti meglio capiresti che il 45% è una media in cui non viene conteggiata la quota realtiva al sommerso.Questo vuol dire che la pressione fiscale reale su chi paga tutte le imposte va dal 55% fino al 68% (come nel caso delle imprese a cui facevo riferimento nel post precedente sullo studio della banca mondiale).
    Ti è più chiaro adesso o serve prorprio il disegnino?

  • rik
    Rispondi

    caro antonio. grazie della tua paziente pietas cristiana che non posso che condividere con te sperando che un cristiano mirracolo.possa folgorarti come san Paolo sulla via di Damasco…nel frattempo non disperare.

  • Deciomeridio
    Rispondi

    Caro Leonardo Facco.

    Noto che sono diverse settimane che non scrivi le tue scemenze sulla Lega Nord.

    Cosa è successo ?

    Ah ! Capisco !

    Per anni hai descritto Bossi come il cane da compagnia di Berlusconi, avendo venduto il simbolo del Carroccio al cavaliere , mai supportate da documenti se non qualche pezzo di carta straccia da te recuperato in qualche cestino di Via Bellerio.

    Oggi invece Bossi ha mandato a fare in culo il cavaliere facendogli sapere che glifa pena : come si concilia questa arroganza di Bossi nei confronti di Berlusconi col fatto che quest’ultimo sarebbe proprietario del simbolo del Carroccio ???

    Infatti non si concilia e rappresenta la prova del nove che nei tuoi libri hai scritto solo falsità.

    ” Bossi non lascerà mai Berlusconi! Perchè Berlusconi ha comprato la Lega ed il suo simbolo ! ”

    ” Bossi è il cane da compagnia di Berlusconi e non morderà mai più ! ”

    Queste sono le stronzate scritte per anni da giornalisti epolitici di mezza tacca.

    L’ anticomunismo di facciata del Cavaliere è andato a farsi fottere ed ora esso vota COI COMUNISTI da lui tanto odiati, tra una leccata di culo e l’ altra a Mario Monti ed a Bersani.

    Stanno addirittura pensando di fondersi in un Partito Unico che potrebbe chiamarsi INSIEME PER L’ ITALIA !Una ammucchiata con dentro tutti:cani e porci ma soprattutto troie.

    Aveva proprio ragione quel tale che scrisse tanti anni fa : IL PATRIOTTISMO E’ L’ ULTIMO RIFUGIO DEI FARABUTTI.

    Oggi la Lega Nord è la sola forza che si oppone al governo dei Banchieri e della finanza internazionale che il vostro sito contrasta, e giustamente , aggiungo io.

    Nemmeno una parola su Davide Boni.

    Questo ti fa onore in quanto anche tu hai capito che i poteri forti hanno attivato l’ Ufficio Porcate e Colpi Bassi del Tribonale di Milano al solo scopo di cercare di far cadere la Regione Lombardia ed avere così , dopo il colpo di Stato di Monti a Roma ,il pieno controllo del Paese , potendo gestire in tal modo sia la Capitale Politica che quella Economica della Nazione.

    Le recenti accuse a Romano La Russa sono ancora più indicative di questo tentativo di replicare il golpe romano anche in Padania.

    Nel frattempo il governo Monti ha smontato la Riforma federale messa in piedi solo e grazie alla Lega e sta eliminando tutti i provvedimenti di Maroni , dal contrasto all’ immigrazione clandestina alle norme contro il teppismo negli stadi.

    Se i provvedimenti leghisti fossero stati così innocui per il potere centralista romano, non pensi che li avrebbero lasciati stare ?

    Ora l’ unica nota dissonante alla piena affermazione di un governo eterodiretto grazie alla complicità di Giorgio Napolitano ( che andrebbe processato per alto tradimento ) resta soltanto la Lega Nord ed un uomo in precarie condizioni di salute ( come l’ Italia ) di nome Umberto Bossi.

    E in molti lo stanno capendo : soprattutto in quella enorme massa di coglioni che in Padania hanno creduto per anni alle promesse farlocche del piazzista Silvio Berlusconi.

    Ma anche numerosi elettori della sinistra, rovinati dai provvedimenti di Monti e dall’ Euro di Prodi, stanno passando alla Lega.

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search